FORMAZIONE. Corso cuoco a Lonigo  Si è conclusa a Lonigo la prima edizione del corso professionale di cuoco e pasticcere organizzato dalla scuola di ristorazione Dieffe. Hanno frequentato le lezioni 19 allievi.

 
  • Imprenditori a lezione alla Cassa Edile
    10.12.13

    Imprenditori a lezione alla Cassa Edile

    Grande affluenza di addetti ai lavori che alla fine del seminario durato quattro ore nella sala convegni della Cassa Edile Polesana hanno ricevuto un attestato di partecipazione. Il momento di maggiore attenzione dell'incontro per le aziende del territorio è stato dedicato all'approfondimento della responsabilità amministrativa. Molti i reati per i quali la ditta può essere chiamata in causa: dalla corruzione, all'ambiente e forse presto anche quelli tributari. Ma è il tema della sicurezza, in particolare per il comparto edile, che è sempre di grande attualità. La possibilità che, in caso di incidente, oltre alle responsabilità personali per violazione delle norme sulla sicurezza, possano essere contestate anche all'azienda colpe da "organizzazione" come previsto dal D.Lgs 231/01 preoccupa tutti gli operatori. "Per tale motivo - spiega il responsabile Nicola Raisi - Assistedil in collaborazione con DIEFFE di Padova, società specializzata nella realizzazione di Modelli Organizzativi 231/01, ha promosso questo incontro illustrando, ai rappresentanti delle aziende e agli operatori di settore presenti, le implicazioni di questa legge sempre più applicata da Magistratura e organi preposti ai controlli in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. L'Avvocato Di Lorenzo chiamato a relazionare ha sottolineato che oggi dotarsi di un Modello Organizzativo 231/01 non è un obbligo, ma l'azienda che non lo adotti corre costantemente il rischio di scivolare in contestazioni estremamente pesanti ed evitabili con l'attuazione dello stesso.
    Leggi tutto...
  • Dieffe: la Degustazione di primavera si avvicina
    22.05.13

    DIEFFE: LA DEGUSTAZIONE DI PRIMAVERA SI AVVICINA

    Mercoledì 17 Aprile, alla Scuola di Ristorazione Dieffe, in via Turati a Lonigo, si è tenuto quello che potremmo definire un “pranzo di lavoro”, al quale abbiamo preso parte anche noi di AREA3.

    L’iniziativa era finalizzata a presentare e promuovere la terza edizione della Degustazione di PrimaVera, che avrà luogo venerdì 24 Maggio, in piazza Garibaldi a Lonigo. Erano infatti presenti tutte le realtà locali del settore eno-gastronomico (ristoratori e aziende alimentari vinicole) che hanno aderito alla Degustazione. Il meccanismo dell’evento che si terrà a Maggio è concettualmente molto semplice: i produttori metteranno a disposizione gli ingredienti con i quali i ristoratori, insieme ai ragazzi della Scuola di Ristorazione, prepareranno le pietanze, tutte rigorosamente accompagnate da vini ad hoc.

    In questa occasione tutti i partecipanti alla Degustazione hanno avuto modo di incontrarsi e di organizzarsi concretamente per collaborare al meglio.

    Gli studenti, da parte loro, hanno potuto dimostrare la loro abilità, realizzando, servendo e presentando personalmente tutte le portate del pranzo, dagli antipasti, due primi, il secondo, e il dolce. “Queste iniziative sono molto formative per i ragazzi della scuola- ci ha tenuto a sottolineare la preside Marianna Rossettini- perché permettono loro di mettersi alla prova, di dimostrare ciò che sanno fare, ma anche di conoscere le realtà locali del settore agroalimentare”. Erano presenti al pranzo anche il sindaco di Lonigo Giuseppe Boschetto, il vicesindaco Roberto Nisticò, i rappresentanti di Coldiretti, di Slowfood e del gruppo alpini di Lonigo. La Degustazione di Primavera è un evento di grande importanza per il nostro territorio- ha dichiarato il sindaco- perché permette alle nostre realtà locali di conoscersi, ma soprattutto farsi conoscere, collaborando in vista di un obiettivo comune. Si tratta di una sinergia che giova a ciascuno dei partecipanti e che al contempo valorizza il nostro territorio in senso più generale.

     

    Leggi tutto...
  • Studenti in gara al Festival
    10.05.13

     

    Studenti in gara al Festival
    Il Csf Enaip tra le 14 scuole in concorso: 2000 menù degustazione

    Ci saranno anche gli studenti del Csf Enaip di Rovigo al 4° Festival delle scuole di ristorazione del Veneto che si terrà venerdì e sabato a Villa Contarini di Piazzola sul brenta (Padova). La scuola abbinata alla sede veronose di Isola della Scala forma infatti operatori della ristorazione con sbocchi professionali sia nella preparazione dei piatti che nel servizio di sala e bar. Un appuntamento, quello di Villa Contarini diventato un punto di riferimento nella strategia della Regione per valorizzare e aggiornare costantemente la formazione professionale, culturale e umana dei giovani in un settore trainante per l’economia non solo veneta del turismo e dell’enogastronomia. La manifestazione è stata presentata martedì scorso al Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, presente l’assessore dell’ istruzione e formazione Elena Donazzan. “Siamo consapevoli che i ragazzi delle scuole di ristorazione, saranno i futuri ristoratori del Veneto e diventeranno i primi ambasciatori del gusto e delle bellezze della nostra terra- ha affermato l’assessore. Il festival sarà aperto al pubblico e offrirà gratuitamente a tutti gli ospiti e visitatori oltre 2000 menù-degustazione in due giorni. Sabato è previsto il convegno “Chi lavora la vince: testimonianze di maestri e di giovani del mondo della ristorazione”. Saranno centinaia gli studenti di 14 scuole: oltre a Rovigo e Isole della Scala, gareggeranno istituti di Chioggia, Este, Conegliano, Dolo, Verona, Vicenza, Pramaggiore, Villorba, Tonezza del Cimone, Valdobbiadene, Spinea e Piazzola sul Brenta. L’obiettivo- ha affermato Alberto Raffaelli, direttore della scuola Dieffe di Valdobbiadene e presidente nazionale delle scuole di ristorazione- è incentivare la conoscenza e il confronto tra esperienze formative diverse e stimolare, grazie alla competizione, la spinta verso l’eccellenza dei nostri allievi e dei nostri istituti che già si distinguono a livello nazionale per l’alto livello di formazione”. La formula del festival prevede un abbinamento tra le scuole e i Ristoranti dove gli allievi hanno svolto l’esperienza dello stage nel corso dell’anno formativo. Ogni scuola utilizza i prodotti tipici della tradizione enogastronomica veneta, studiati nelle loro proprietà organolettiche e di gusto grazie a incontri con i produttori, ricerche sul campo e prove di laboratorio. Alla fine di questo percorso gli studenti proporranno un menù degustazione e i piatti saranno valutati da una giuria, guidata da Federico Menetto, food and beverage manager, e composta da 20 esperti a livello nazionale; ai loro giudizi si affiancheranno i 120 voti di una giuria popolare.

    Giuliano Ramazzina

     

    Leggi tutto...
  • Scuole a confronto al quarto Festival della Ristorazione
    10.05.13

     

    Scuole a confronto al quarto Festival della Ristorazione

    VENEZIA - Si terrà oggi e domani a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (Padova) la quarta edizione del Festival regionale delle scuole di ristorazione. L’anno scorso a vincere furono l’istituto di Berna di Mestre e il centro di formazione professionale Dieffe di Valdobbiadene: entrambe le scuole hanno partecipato, l’altro giorno a palazzo Balbi, alla presentazione della nuova edizione. L’assessore Elena Donazzan ha spiegato che nella logica di educare i ragazzi ad utilizzare i prodotti del territorio, l’iniziativa è “coerente con la valorizzazione del mercato del lavoro e del rapporto tra le scuole e il mondo del lavoro, tanto più pensando che l’agroalimentare è uno dei settori che meglio ha tenuto durante la crisi”. A giudicare i piatti saranno una giuria qualificata e una giuria popolare, con la novità dei piccoli video realizzati dai ragazzi, durante la realizzazione dei piatti, che saranno votati attraverso la rete.
    Leggi tutto...
  • Scuole di Ristorazione al Festival Regionale
    08.05.13

     

    Scuole di Ristorazione al Festival Regionale

    Piazzola Sul Brenta. Alla presenza delle due scuole vincitrici dello scorso anno (l’Istituto Berna di Mestre e il Centro di formazione professionale Dieffe di Valdobbiadene). L’assessore regionale alla formazione Elena Donazzan, ha illustrato a Palazzo Balbi la quarta edizione del festival regionale delle scuole di ristorazione, che si terrà venerdì 10 e sabato 11 maggio a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta. Nella logica di educare i ragazzi ad utilizzare i prodotti del territorio, l’iniziativa, come ha sottolineato l’assessore “coerente con la valorizzazione del mercato del lavoro e del rapporto tra le scuole e il mondo del lavoro, tanto più pensando che l’agroalimentare è uno dei settori che più e meglio ha tenuto durante la crisi”. A giudicare i piatti saranno una giuria di piatti qualificata e una popolare, con la novità dei piccoli video realizzati dai ragazzi, durante la realizzazione dei piatti, che saranno votati sul web.
    Leggi tutto...
  • Al Fuori Menu lo chef stellato guida gli allievi del Dieffe
    19.04.13

    Al Fuori Menu lo chef stellato guida gli allievi del Dieffe

    Questa sera, alle 20, serata conclusiva di un percorso integrato tra gli allievi del “Corso serale per Cuoco” della scuola di ristorazione Dieffe di Camin (Pd) e lo staff del ristorante “Fuori Menu” di Legnaro che ospiterà l’evento, aperto a tutti. Gli allievi di Dieffe, suddivisi in due squadre e assistiti dallo chef stellato Daniele Carraro, proporranno il menù ideato ed elaborato per l’occasione, una cena interamente a base di pesce (4 antipasti, 2 primi, 2 secondi e 2 dessert9, offerta al costo di 35 euro bevande incluse, parte del quale verrà devoluto all’Associazione Uniti per Crescere Onlus. I commensali saranno chiamati a votare i piatti più graditi tra quelli proposti. Sarà inoltre premiato il piatto che avrà incontrato maggior favore nello speciale foto contest lanciato sulla pagina face book.com/RistoScuolaDieffe), che resterà attivo fino a questa sera. Informazioni e prenotazioni 049/8830739

    Leggi tutto...
  • Prova dal vero a Legnaro per gli aspiranti ristoratori
    17.03.13

     

    Prova dal vero a Legnaro per gli aspiranti ristoratori

    LEGNARO. Quindici allievi della Scuola di ristorazione Dieffe di Camin debuttano dietro ai fornelli del ristorante “Fuori Menù” di Legnaro, accanto allo chef Daniele Carraro. Avranno l’opportunità di mettersi alla prova “sul campo” in quattro serate per approfondire i temi legati alla scelta e alla corretta manipolazione delle materie prime, nonché alla sicurezza nei luoghi di lavoro, a come gestire la sala, le comande, gli ordini, fino all’impiattamento e alla presentazione. Non ultima l’ideazione di un menù per un evento speciale: il primo “servizio” come brigata di cucina in un vero ristorante. Il 19 aprile la serata conclusiva e aperta al pubblico.
    Leggi tutto...
  • Chef con le stelle a Padova nasce l'Istituto Superiore di Enogastronomia
    27.01.13

     

    Chef con le stelle a Padova nasce l’Istituto superiore di Enogastronomia

    Una novità assoluta nel panorama dell’offerta formativa veneta: è nato a Padova e partirà il prossimo settembre 2013 nella nuova sede di Padova Est, in via Risorgimento n° 29, l’Istituto Superiore di Enogastronomia.
    Promosso dalla cooperativa sociale DIEFFE, da anni impegnata nella formazione enogastronomica, il nuovo istituto propone un percorso quinquennale paritario per il conseguimento di un diploma di maturità riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. Il titolo di studio acquisito sarà di Tecnico dei Servizi della Ristorazione e consentirà l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria e all’alta formazione.

    Una nuova importante opportunità per tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo grado della provincie venete, in modo particolare quelle di Padova e Venezia, che desiderano intraprendere un percorso di studi che, investendo sull’alta professionalità, punta a facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.
    L’obiettivo del nuovo istituto è quello di colmare un vuoto nell’offerta scolastica nell’ambito dell’enogastronomia sul territorio. A Padova infatti mancava quello che ambisce ad diventare un vero e proprio “liceo della Ristorazione”. L’Istituto vuole porsi come punto di riferimento per un settore fondamentale nell’economia locale, fortunatamente ancora in crescita, per consentire ai giovani un investimento sicuro sul loro futuro.

    L’offerta formativa del nuovo istituto si caratterizza per un ampio spazio dedicato alle attività laboratoriali di cucina, sala, bar e ricevimento e si sviluppa in tre indirizzi professionali, con vocazione manageriale[...]

    Una percentuale di inserimento al lavoro pari al 92% fa si che l’Istituto Superiore di Enogastronomia sia un investimento sicuro sul futuro

    Leggi tutto...
  • Gusto in classe, nasce il liceo della ristorazione
    27.01.13

     

    Gusto in classe,nasce il liceo della ristorazione

    Nasce in Veneto il «liceo della ristorazione», il primo Istituto Superiore di Enogastronomia. Una novità assoluta nel panorama dell'offerta formativa della regione. Non più solo lezioni di letteratura, matematica e lingue, ora il gusto diventa una vera e propria materia da studiare in aula.

    Il nuovo istituto, riconosciuto dal Ministero dell'Istruzione e promosso dalla cooperativa sociale Dieffe, avrà sede a Padova (in via Risorgimento, 29) e le lezioni inizieranno a settembre. Cinque anni di studio per conseguire il diploma di «Tecnico dei servizi della ristorazione» e accedere poi a qualsiasi facoltà universitaria e all'alta formazione. Una ventina gli studenti che frequenteranno l'anno scolastico 2013-2014 (le iscrizioni si chiudono a fine febbraio). Saranno guidati da un corpo docenti che si avvarrà della collaborazione di chef, maître, barman, gourmet, sotto lo sguardo attento di un comitato scientifico prestigioso formato, tra gli altri, da Roberto Stevanato, professore di Biochimica a Ca' Foscari e coordinatore del Master in Cultura del Cibo e del Vino, Massimo Castagnaro, professore di Patologia generale e Anatomia patologica veterinaria dell'Università di Padova, e lo chef stellato Nicola Portinari. «E' la prima scuola del genere in Veneto e una delle prime in Italia - spiega Federico Pendin, direttore generale di Dieffe - Porteremo in aula professori e grandi chef, inviteremo Perbellini, Alajmo e molti altri». Tre gli indirizzi di studio (enogastronomico, servizi di sala e vendita e accoglienza turistica), a cui seguiranno stage all'estero nelle strutture ricettive di Saint Moritz, Londra, Dublino e Parigi.

    Leggi tutto...
  • Diventare chef stellati? Ora c'è il "liceo" dell'enogastronomia
    27.01.13

     

     

    Diventare chef stellati? Ora c'è il "liceo" dell'enogastronomia

    (F.Capp) A scuola per diventare "chef stellati". Prenderà avvio a settembre 2013 in 3.600 metri quadri di laboratori nella nuova sede di Padova est (via Risorgimento, al confine con Noventa Padovana), l'Istituto superiore di Enogastronomia. Scuola superore paritaria promossa da Dieffe, propone un percorso quinquennale per il conseguimento di un diploma di maturità riconosciuto dal Ministero dell'Istruzione.Il titolo di studio acquisito è di "tecnico dei servizi di ristorazione" e consente l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.

    "L'offerta si caratterizza - spiega Federico Pendin, direttore generale di Dieffe che ogni anno forma 1.300 allievi sui temi della ristorazione - per un ampio spazio dedicato alle attività laboratoriali di cucina, sala, bar e ricevimento e si sviluppa in tre indirizzi professionali con vocazione manageriale". l'iter "enogastronomico" verte sulla valorizzazione, trasformazione e presentazione dei prodotti nel ruolo di chef di cucina: il diplomato è in grado di promuovere le produzioni agroalimentari locali, nazionali e internzaionali, interpretandone le nuove tendenze enogastronomiche; seguendo l'indirizzo "servizi di sala e vendita" il ragazzo, nel ruole di chef de rang, è capace di svolgere attività operative e gestionali in relazione all'amministrazione, produzione, organizzazione e vendita di prodotti e servizi legati al mondo dell'enogastronomia; intraprendendo il corso "accoglienza turistica" lo studente diventa in grado di intervenire nei diversi ambiti delle attività di ricevimento e di promuovere i servizi di accoglienza turistico alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici che valorizzino le risorse del territorio.

    "L'istituto -aggiunge il preside Luciano Gatti- ambisce a diventare un vero e proprio liceo della ristorazione". Venti i posti disponibili, tra gli chef di riferimento Nicola Portinari.

    Leggi tutto...
  • Nasce dietro all'Ikea la scuola per i cuochi
    27.01.13

     


    Nasce dietro all’Ikea la scuola per i cuochi

    E' nato l'Istituto Superiore di Enogastronomia, la prima scuola ufficialmente riconosciuta in Veneto ad occuparsi specificatamente di alta ristorazione. Le lezioni del nuovo istituto paritario, promosso dalla cooperativa sociale Dieffe, partiranno in settembre nella nuova sede di Padova Est, dietro l'Ikea, nel comune di Noventa.

    A differenza del tradizionale Istituto Alberghiero, questa scuola superiore si concentra esclusivamente in ambito enogastronomico-ristorativo, per "sfornare" novelli chef di alto livello, tralasciando la preparazione manageriale-alberghiera tipica del "Pietro d'Abano" e di altri Ipssar. Il nuovo istituto propone un percorso quinquennale paritario per il conseguimento di un diploma di maturità riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. Il titolo di studio acquisito sarà di "Tecnico dei Servizi della Ristorazione" e consentirà l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria e all’alta formazione. Al momento le domande d'iscrizione, aperte fino a febbraio, sono una ventina.

    Tre gli indirizzi formativi: enogastronomico, servizi di sala e vendita, accoglienza turistica. Il comitato scientifico dell'Istituto è composto da Roberto Stevanato, (Università di Venezia), Massimo Castagnaro (Univ. di Padova), Nicola Rossi (Confesercenti), Enrico Berto (Giovani Confindustria), Giorgio Palmucci (Hotelturist spa), Nicola Portinari (chef due stelle Michelin), Graziano Manzatto (Unione Cuochi del Veneto), Paolo Rosaspina (ex preside Ipssar Pietro d'Abano).

    «E' l'unica iniziativa formativa in Veneto e tra le pochissime in Italia che si concentrano unicamente sulla figura dello chef di alta ristorazione», ha sottolineato il direttore generale di Dieffe, Federico Pendin.


    Leggi tutto...
  • L'Arte dei Sapori in scena: Oggi brilla l'oro-baccalà
    12.12.12

     

    L´Arte dei Sapori in scena: Oggi brilla l´oro-baccalà

    Nasce un´iniziativa del teatro Comunale di Lonigo che ha l´obiettivo di unire arte drammatica e arte culinaria, nello spirito del "convivium" romano e del "simposio" greco, occasioni che nell´antichità facevano accostare conversazione e intrattenimento a vino e buon cibo. Si tratta del progetto "L´arte dei sapori a teatro": una serie di serate enogastronomiche con protagonisti cibi e vini del territorio, realizzate in collaborazione con la scuola di ristorazione Dieffe di Lonigo.

    Il primo appuntamento è dunque per questa sera, in seguito allo spettacolo "Aspettando Godot" con Natalino Balasso e Jurij Ferrini (vedi articolo a fianco): il Ridotto del teatro Comunale sarà pronto ad accogliere "per cena" fino a cinquanta ospiti, che potranno degustare i prodotti tipici del Veneto in compagnia degli artisti. Il tema della serata è "L´oro del vicentino: il Baccalà": il piatto tipico di Vicenza sarà infatti protagonista assoluto di un menù composto di un tris di antipasti, tre pietanze a base di Baccalà e una scelta di dessert, il tutto accompagnato da vini di produzione locale.

    L´iniziativa, tuttavia, non ha il solo scopo di far rivivere un´antica tradizione che accosta cibo e teatro, o di far riscoprire i prodotti del territorio: sarà anche un´occasione formativa per gli studenti della scuola di ristorazione Dieffe, che si dovranno confrontare con tutti gli aspetti che l´organizzazione di una serata comporta, dalla preparazione delle pietanze fino alla loro presentazione agli ospiti. [...]

    Leggi tutto...
  • Scuole Alberghiere in gara...Vegan
    06.12.12

     

    Scuole alberghiere in gara….Vegan

    Gli istituti alberghieri in gara alla Festa del Radicchio di Rio San Martino (Venezia). Sei sono stati gli istituti alberghieri che il 26 di novembre scorso si sono sfidati a colpi di mestoli e taglieri all’interno della trentunesima edizione della Festa del Radicchio.La notizia non può che farci piacere visto che il tema assegnato quest’anno all’interno del concorso gastronomico Challenge 2012 era proprio “Il radicchio rosso IGP nella cucina Vegana”.[...]

    Gli studenti di questi istituti alberghieri del Veneto e il loro corpo docente,  meritano veramente un elogio, perchè si sono lanciati in una sfida al momento ancora inusuale, accogliendola con entusiasmo e trovando spunti e soluzioni fantasiose.

    Il primo premio è andato ai ragazzi del Centro di Formazione Berna di Mestre (Ve). Sara Nardo, Elia Vanin e Giacomo Lorato , guidati dagli insegnanti Enzo Netti e Mariateresa Masiero, hanno proposto piatti che hanno unito i sapori locali agli ingredienti dai sapori più lontani (notevole l’accostamento radicchio-tempeh).Al secondo posto si è classificato l’Istituto Alberghiero Musatti di Dolo e al terzo il Centro di Formazione Dieffe di Valdobbiadene. [...]

    Leggi tutto...
  • Azioni Innovative: produrre a scuola
    29.11.12

     

    Azioni innovative: produrre a scuola

    Oggi alle 18 presso la sede della Cooperativa sociale Dieffe di Granze, in via delle Granze sud 8, Vittorio Beretta presenterà i risultati del progetto “Azioni Innovative” finanziato dalla Regione Veneto, che ha visto gli allievi della Scuola di Ristorazione impegnati nella produzione della birra artigianale Spinus.

    L’incontro è aperto al pubblico. Mutuando le esperienze dei paesi anglosassoni Dieffe ha creato una vera mini-impresa per la produzione artigianale di birra dove gli allievi, coadiuvati da un docente, hanno realizzato dalla grafica delle etichette alla produzione vera e propria fino alla commercializzazione. Ovviamente i volumi sono simbolici.

    Leggi tutto...
  • L'Arte dei Sapori a Teatro aspettando Godot
    29.11.12

     

    L'Arte dei Sapori a Teatro aspettando Godot

    In occasione di Aspettando Godot con Natalino Balasso inaugura nel Ridotto del Teatro il nuovo spazio dedicato al gusto e alla convivialità.

    [...]E’ questa la premessa necessaria per comprendere appieno lo spirito con il quale il Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” di Lonigo ha ideato una nuova iniziativa intitolata L’Arte dei Sapori a Teatro: una serie di appuntamenti dedicati alla buona tavola e ai prodotti del territorio realizzati in collaborazione con la Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo.

    [...]Gli studenti della Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo dovranno infatti confrontarsi con tutti gli aspetti attinenti all’organizzazione di una serata: dalla preparazione delle pietanze al loro impiattamento fino al servizio realizzato con stile ed eleganza. Insomma un vero e proprio banco di prova per tanti giovani che aspirano a diventare il futuro della ristorazione italiana.[...]

    Leggi tutto...
  • La Scuola di Ristorazione "Dieffe" di Lonigo
    28.11.12

     

    La Scuola di Ristorazione “DIEFFE” di Lonigo

    Il 21 novembre, gli allievi delle classi terze della Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo, e i loro insegnanti, hanno ospitato dirigenti scolastici e referenti dell’orientamento delle scuole secondarie di primo grado, accogliendoli in una sala allestita ad arte e deliziandoli con piatti prelibati e raffinati, testimoni del loro impegno e dedizione.Il pranzo di lavoro è stato un’occasione per far conoscere le attività della scuola, per farla raccontare da chi della scuola è il vero protagonista: gli allievi.

    Emozionante è stato il riabbracciarsi di alcuni ragazzi e gli insegnanti presenti in sala, commossi di vedere la crescita, la maturazione e il cambiamento dei loro ex scolari.

    Questo pranzo di lavoro è stato organizzato alla fine di una serie di incontri avvenuti tra referenti dell’orientamento, tesi ad illustrare le attività della scuola, il piano di studi e le figure professionali che si intendono formare. Il momento dell’orientamento è una tappa delicata del percorso con i ragazzi: occorre affiancarli nella loro libertà di preadolescenti cercando di guidarla, nel rispetto delle loro capacità, interessi, personalità, ma anche con il realismo di chi conosce le reali opportunità che la situazione attuale offre.

    La scuola di ristorazione Dieffe è un Centro di Formazione Professionale, che offre percorsi triennali per l’assolvimento al Diritto/Dovere all’Istruzione e Formazione con rilascio di QUALIFICA per l’ingresso nel mondo del lavoro con il titolo di CUOCO o di CAMERIERE, attraverso percorsi tesi a valorizzare le attitudini pratico-manuali e a promuovere il talento tramite l’esperienza concreta, favorendo la conquista di una più grande stima di sé e delle proprie capacità.

    Le tradizioni enogastronomiche locali diventano spunto per scoprire e conoscere le caratteristiche non solo delle produzioni tipiche delle nostre terre, ma anche delle loro lavorazioni e dei luoghi in cui le tradizioni rivivono. E’ una ricerca emozionante che spalanca un mondo ricco di valori e di cultura qual è la terra veneta. Lunedì 19 novembre, gli allievi delle terze hanno potuto effettuare un percorso didattico che li ha portati a conoscere la lavorazione del Provolone Veneto, la composta di Montorso Vicentino prodotta in un raffinato locale del paese e i vini delle zona di Montebello.

    Il contatto con il territorio è anche occasione per incontrare aziende che si coinvolgono con la scuola ospitando gli allievi delle classi seconde e terze nei periodi di stage e per esplorare canali importanti per l’inserimento lavorativo degli stessi, una volta terminato il percorso. Lo stage rappresenta un’esperienza unica ed insostituibile per lo studente che ha così modo, uscendo dal contesto protetto della scuola, di misurarsi con il mondo del lavoro e consolidare la decisione per una professione che trova la sua forza, oltre che nelle capacità maturate, anche nell’entusiasmo e nella passione personale.

    Leggi tutto...
  • Pranzo da ricordare nella casa di riposo
    23.11.12

     

    Pranzo da ricordare nella casa di riposo.

    Cuoche, chef provetti e allievi della Dieffe di Lonigo hanno riproposto i sapori della tradizione

    La casa di riposo “S. Giuseppe” di Orgiano ha sorpreso i suoi ospiti. Grazie alla collaborazione con cuochi e giovani promesse, agli anziani è stato offerto un pranzo per gustare i sapori dell´autunno.

    «Il cibo è anche un momento di convivialità: la socialità e il dialogo avvengono infatti attraverso la condivisione di un buon pasto», ha commentato il presidente Fernando Donà.

    Da qui nasce l´idea di riunire tre mondi: l´esperienza delle cuoche del “S. Giuseppe”, la creatività e professionalità degli chef Enzo e Imera Gianello, e la giovinezza degli allievi di Dieffe, la scuola di ristorazione di Lonigo.
    Nel menù c'erano i piatti della tradizione veneta, come il baccalà mantecato e la panà alla vicentina, e qualche sorpresa, tipo la fonduta di patate di Rotzo su trifolata di funghi dell´Altopiano o il tortino di mandorlato di Cologna su calda salsa di gianduia.

    Felicissimi gli ospiti, sorpresi nel vedersi serviti da giovani camerieri in divisa e accerchiati da tante autorità, tra cui il sindaco, il parroco e i medici della struttura.[...]

    Leggi tutto...
  • Se "Il menu del sindaco" parla le lingue del mondo
    13.11.12

     

    Se "Il menu del sindaco" parla le lingue del mondo

    VALDOBBIADENE-( GB) Ha un sapore internazionale la premiazione del Concorso enogastronomico "Il menu del sindaco" promosso dalla Scuola di ristorazione di Valdobbiadene.

    Al termine di un confronto serrato tra i giovani chef in erba, sabato scorso gli alunni della scuola hanno proposto i propri piatti a una giuria di specialisti che ha valutato la relazione sul piatto (che doveva contenere ingredienti del territorio), la presentazione e naturalmente la degustazione. La scelta è stata difficile, ma alla fine è stata premiata come assoluta Angela Olivieri di Vidor per il suo polenta e coniglio in salmì con crosta di patate farcita con carciofi e zucca e servita con una maionese di pomodoro.

    Nelle differenti categorie si sono invece imposti allievi dai nomi che rimandano alla Cina, all'Est Europa, all' Africa,al Sud America: negli Aperitivi si è affermata Suo Suo Zhang di Quero con i suoi cestini di crespelle; per gli Antipasti Cristian Sirbu di Miane con il Cestino d'autunno; nei Primi Piatti Genet Tonet di Miane con i tocchetti di marroni al burro e salvia con formaggio di malga; nei Secondi Alberto Mazzarini di Valdobbiadene ha prevalso con le quaglie ripiene di castagne con cipolline glassate; infine Luiz Alves Ferreira di Alano di Piave ha vinto i Dessert con un cilindro al cioccolato fondente ripieno di chiodini e crema fondente di castagne. Una menzione speciale per la migliore ricerca è andata a Raja Ez Zaitouni di Pederobba.


    Leggi tutto...
  • "Menù del Sindaco '' decolla la sfida fra 18 giovani chef
    10.11.12

     


    "Menù del Sindaco '' decolla la sfida fra 18 giovani chef.

    VALDOBBIADENE ( GC) Gli allievi della Scuola di Ristorazione locale si sfidano nel  “Menu del Sindaco".  Appuntamento oggi alle 15 al ristorante " Alla Torre "di Valdobbiadene per la 1° edizione del concorso "Il Menù del Sindaco".I 18 finalisti di oggi presenteranno le loro degustazioni legate ad un piatto tipico del proprio comune individuato con il sindaco del proprio paese.

    Il vincitore riceverà una borsa di studio e potrà essere selezionato per entrare nel Team Junior Chef della Federazione Italiana Cuochi di Treviso.

    Leggi tutto...
  • "Menu del Sindaco" la premiazione degli studenti
    10.11.12

     

    "Menu del Sindaco" la premiazione degli studenti

    VALDOBBIADENE- Si svolgerà oggi dalle 15, al ristorante didattico " Alla Torre " di Valdobbiadene, la prova finale del concorso enogastronomico " Il Menu del Sindaco " promosso dalla scuola di ristorazione "P. Berton" in collaborazione con il comune di Valdobbiadene.

    Per realizzare il progetto ogni studente è stato invitato a contattare il sindaco del proprio comune di residenza per definire un piatto tipico e tradizionale che sia rappresentativo delle tradizioni culinarie del comune stesso. Ben 24 i sindaci coinvolti. Per competere in questa fase finale sono stati selezionati i 20 migliori piatti.

    Leggi tutto...
  • Gli studenti veneti sbarcano a Lesina e preparano il restauro del centro storico
    10.11.12

     

    Gli studenti veneti sbarcano a Lesina e preparano il restauro del centro storico

    Pregevole iniziativa della Comunità degli Italiani di Lesina ( Hvar) a tutela del patrimonio storico- architettonico dell'antica città dalmata. Nei giorni scorsi esperti del laboratorio architettonico Laira e una decina di studenti della scuola restauratori Dieffe di Padova hanno compiuto una visita di studio a Lesina, su organizzazione del sodalizio dei connazionali, con il supporto del Comune di alcuni affittacamere che hanno offerto soggiorno gratuito.

    Dopo che l'anno scorso era stata filmata e studiata la loggia cittadina, settimane fa è stata la volta della Torre con l'orologio ( Leroj ), la porta ovest e le fontane situate nel nucleo storico. « Crediamo che nel 2013, su autorizzazione dell'Istituto di conservazione di Spalato, riusciremo a portare a termine il restauro della loggia comunale- ha dichiarato il responsabile del gruppo, Adelmo Lazzari - quanto preso in visione quest'anno diverrà un progetto che concorrerà all' assegnazione dei mezzi della Regione Veneto, grazie alla legge Beggiato».

    Leggi tutto...
  • Gustus Itineris, i sapori dei Colli Berici tra le bellezze del Palladio
    16.10.12

     

    Gustus Itineris, i sapori dei Colli Berici tra le bellezze del Palladio

    Gustus Itineris - Al via la terza edizione di Gustus itineris, il grande evento dedicato all'eccellenza dei prodotti vicentini. Una due giorni durante la quale sarà possibile assaporare, direttamente dai produttori, i migliori vini del territorio e i prodotti tipici della gastronomia locale.[...]

    Durante le due serate, inoltre, verranno proposti in degustazione i piatti della tradizione vicentina, sapientemente preparati dai diversi chef dei sette ristoranti appartenenti all'associazione Le Buone Tavole dei Berici in collaborazione con la delegazione regionale Veneto di FISAR (Federazione Italiana Sommelier) e con la CFP Scuola di ristorazione - DIEFFE di Lonigo.[...]

    Leggi tutto...
  • Questa sera tutti a lezione da Jahny, il guru della birra
    05.10.12

     

    Questa sera tutti a lezione da Jahny, il guru della birra

    SPINEA. Il guru della birra a Spinea per insegnare i segreti delle migliori miscele di luppolo e malto. Robert Jahny, uno dei massimi esperti internazionali di birra di origini bavaresi, è ospite oggi della scuola di ristorazione Dieffe, in via delle Industrie. Alle 18.30 Jahny, mastro birraio e collaboratore di Erdinger Weissbrau, la più importante fabbrica di birre di frumento in Germania e nel mondo, con una produzione che supera il milione di ettolitri, terrà una lezione speciale agli allievi del corso per birraio artigiano, parlando di produzione, purezza della birra e abbinamenti gastronomici.

    L’incontro è a ingresso libero anche per chi non frequenta la scuola, basta prenotarsi al numero verde 800.272.565. Perché la birra è materia di studio sì, ma ad avvicinarsi alla produzione sono sempre più persone, anche nel tempo libero.

    Leggi tutto...
  • La birra a tutto tondo con Robert Jahny
    05.10.12

     

    La birra a tutto tondo con Robert Jahny

    I segreti della birra al centro dell’incontro con il mastro birraio tedesco Robert Jahny.
    Durante l’incontro il professionista racconterà la storia e la cultura della birra e il corretto approccio sensoriale per degustarla. Scuola di Ristorazione Dieffe.

    Leggi tutto...
  • Una Lady Chef per il Chicco d'Oro
    27.09.12

     

    Una Lady Chef per il Chicco d'Oro

    Si è conclusa il 26 settembre la prima parte del concorso gastronomico internazionale “Chicco d’Oro” di Isola della Scala (VR), che ha visto sfidarsi 16 cuochi in rappresentanza di altrettante regioni d’Italia.

    I cuochi erano stati selezionati tra migliaia candidati in base alla propria proposta inedita sul tema del riso Vialone Nano Igp e ad una rivisitazione del tradizionale “Risotto all’Isolana”, tema cardine della manifestazione Scaligera.

    Fra i piatti vincitori di questa edizione anche quello della giovane padovana rappresentante del Veneto, Laura Boesso. La sua ricetta, dal titolo “Tutto Veneto”, è realizzata interamente con prodotti Dop, Igp e Presìdi Slow Food delle diverse provincie venete. Laura Boesso, che proviene dalla “Scuola di Ristorazione Dieffe” di Ponte di Brenta (PD), è entrata nel mondo delle berette bianche Fic solo nel 2011, fa parte delle Lady Chef dell’Associazione Cuochi Padova e Terme Euganee ed è stata seguita nella preparazione tecnica del concorso dal presidente Claudio Crivellaro.

    La competizione vedrà la concorrente patavina sfidare, il prossimo anno, i colleghi di Liguria, Marche, Campania e Friuli Venezia Giulia, che sono i cinque finalisti in corsa per aggiudicarsi l’opportunità di rappresentare l’Italia ai Mondiali che si terranno in occasione dell’Expo 2015 a Milano.


    Leggi tutto...
  • LONIGO Degustazioni di primavera questa sera in piazza
    25.05.12

     


    LONIGO Degustazioni di primavera questa sera in piazza

    Stasera, dalle 18 in piazza Garibaldi a Lonigo, è in programma la seconda edizione della rassegna Enogastronomica intitolata "Degustazione di Primavera". L' iniziativa è a cura dell'Amministrazione comunale e si avvale della collaborazione degli allievi della locale scuola di ristorazione Dieffe.

    Alla rassegna parteciperanno molte delle aziende di settore che operano nel territorio eproducono le specialità gastronomiche tutelate dal marchio di denominazione comunaleDeCo. Oltre al riso di Bagnolo, alla sopressa nostrana, al mandorlato di Lonigo e ai piselli di Monticello, si potranno degustare altre prelibatezze che rendono ricca e gustosa la cucina locale. Il tutto abbinato ai vini dei colli e della pianura. Durante la serata saranno proposte delle degustazioni con percorsi alimentari dedicati e abbinamenti tra cibo e vino.

    Leggi tutto...
  • FESTIVAL REGIONALE DELLE SCUOLE
    17.05.12

     

    FESTIVAL REGIONALE DELLE SCUOLE

    Ristorazione: l'istituto Dieffe sale sul podio

    PIAZZOLA - ( m.mir.) La vittoria è andata all'Istituto Berna di Mestre, ma la Marca ha conquistato il podio al 3° Festival regionale delle scuole di ristorazione (erano 18 in lizza) a Piazzola sul Brenta, e lo ha fatto soprattutto con la scuola di ristorazione Dieffe di Valdobbiadene a cui è andato il premio del miglior primo piatto. All'allieva Yasmine Bittante, della classe 3 di cucina, quello del miglior chef. Per quanto riguarda la cucina piazza d'onore per la brigata dell' Istituto Alberini di Lancenigo; per la sala 3°posto al Cfp di Valdobbiadene con la classe terza, mentre al Turistico alberghiero Lepido Rocco di Motta di Livenza, sezione di Pramaggiore, è andato il premio Alì per la valorizzazione dei prodotti a km 0 e stagionali.


    Leggi tutto...
  • Primo corso per la Qualifica Professionale di Birraio Artigiano
    22.02.12

     

    Primo corso per la Qualifica Professionale di Birraio Artigiano

    Un assoluta novità, un corso professionale riconosciuto a livello Europeo per diventare Birraio Artigiano.

    E’ la Regione Del Veneto a Rilasciare la qualifica professionale, grazie al progetto della Cooperativa Sociale Dieffe, Ente di Formazione accreditato con 5 sedi in Veneto che mira a formare professionisti qualificati in grado di inserirsi in modo autonomo nel mondo dell’arte Birraia Artigianale. La Cooperativa Sociale Dieffe, già punto di riferimento nella formazione professionale in ambito ristorazione (Cuochi, Pasticceri, Pizzaioli, Addetti di sala e Bar, Bar tender) ha finalmente ottenuto il riconoscimento di questo percorso formativo rivolto a professionisti ed appassionati del mondo della Microproduzione. Già oggetto di studio nelle attività diurne dei centri di formazione professionale, Dieffe propone ora un corso interamente dedicato alla Produzione di Birra Artigianale, con un ricco programma strutturato sulla base di collaborazioni autorevoli con Birrifici riconosciuti su tutto il territorio nazionale. […]

    Vai all’articolo su mondobirra.org

    Leggi tutto...
  • Corso a qualifica per birraio artigianale
    21.02.12

     

    Corso a qualifica per birraio artigianale

    […] Già oggetto di studio nelle attività diurne dei centri di formazione professionale, Dieffe propone ora un corso interamente dedicato alla Produzione di Birra Artigianale, con un ricco programma strutturato sulla base di collaborazioni autorevoli con Birrifici riconosciuti su tutto il territorio nazionale.Gli argomenti, affrontati da esperti del settore, spazieranno dalla storia, alle materie prime, alle tecnologie, alle esigenze impiantistiche, all’apprezzamento della qualità e caratteristiche organolettiche di ingredienti e prodotti derivati, sino agli aspetti normativi, gestionali ed economico-finanziari, di igiene e sicurezza sul lavoro, oltre ad affrontare e testare le diverse tipologie di ricette da cui derivano i diversi stili birrai.. Il corso di 600 ore per la Qualifica professionale di Birraio Artigiano rilasciata dalla Regione Veneto verrà presentato presso una delle sedi di svolgimento, il 24 febbraio 2012 a Martellago (VE) agli interessati, alla presenza dei funzionari regionali che hanno collaborato al progetto.
    La qualifica professionale di Birraio Artigiano viene riconosciuta a livello Europeo secondo un livello Eqf3 (European Frame Qualification), sarà possibile accedere al corso previo assolvimento dell’obbligo scolastico e formativo.
    […]

    Leggi tutto...
  • Un assoluta novità, un corso professionale riconosciuto a livello Europeo per diventare Birraio Artigiano
    20.02.12

     

    Un assoluta novità, un corso professionale riconosciuto a livello Europeo per diventare Birraio Artigiano

    E' la Regione Del Veneto a Rilasciare la qualifica professionale, grazie al progetto della Cooperativa Sociale Dieffe, Ente di Formazione accreditato con 5 sedi in Veneto che mira a formare professionisti qualificati in grado di inserirsi in modo autonomo nel mondo dell'arte Birraia Artigianale.La Cooperativa Sociale Dieffe, già punto di riferimento nella formazione professionale in ambito ristorazione (Cuochi, Pasticceri, Pizzaioli, Addetti di sala e Bar, Bar tender) ha finalmente ottenuto il riconoscimento di questo percorso formativo rivolto a professionisti ed appassionati del mondo della Microproduzione.Già oggetto di studio nelle attività diurne dei centri di formazione professionale, Dieffe propone ora un corso interamente dedicato alla Produzione di Birra Artigianale, con un ricco programma strutturato sulla base di collaborazioni autorevoli con Birrifici riconosciuti su tutto il territorio nazionale.Gli argomenti, affrontati da esperti del settore, spazieranno dalla storia, alle materie prime, alle tecnologie, alle esigenze impiantistiche, all'apprezzamento della qualità e caratteristiche organolettiche di ingredienti e prodotti derivati, sino agli aspetti normativi, gestionali ed economico-finanziari, di igiene e sicurezza sul lavoro, oltre ad affrontare e testare le diverse tipologie di ricette da cui derivano i diversi stili birrai.Il corso di 600 ore per la Qualifica professionale di Birraio Artigiano rilasciata dalla Regione Veneto verrà presentato presso una delle sedi di svolgimento, il 24 febbraio 2012 a Martellago (VE) agli interessati, alla presenza dei funzionari regionali che hanno collaborato al progetto.Visto il grande interesse dimostrato da aspiranti allievi provenienti per la maggior parte da fuori regione, le lezioni, da metà marzo, si terranno il venerdì sera e sabato in orario diurno. La qualifica professionale di Birraio Artigiano viene riconosciuta a livello Europeo secondo un livello Eqf3 (European Frame Qualification), sarà possibile accedere al corso previo assolvimento dell'obbligo scolastico e formativo.All'esame di Qualifica previsto a dicembre 2012, oltre agli aspetti teorico-pratici, verrà trattata la degustazione di una birra proposta alla Commissione su ricetta elaborata degli allievi.

    Leggi tutto...
  • Amanda regina del finger food
    07.02.12

     

    Amanda regina del finger food

    Amanda Malta, 17 anni, di Vidor, allieva del corso professionale scuola di ristorazione Dieffe di Valdobbiadene, si è aggiudicata il 3º posto al III Campionato Internazionale di Finger Food a a Padova all'interno di Tecno Food.

    Amanda è la più giovane cuoca donna ad aver partecipato al Campionato e la meno esperta, tutti i suoi colleghi under 25 iscritti vantavano infatti un curriculum di studi più lungo e articolato.

    Dopo aver frequentato per due anni l'Istituto per grafici pubblicitari Carlo Rosselli di Castelfranco, quest'anno Amanda ha deciso di iscriversi al corso professionale Dieffe a Valdobbiadene, intuendo di avere una propensione per la cucina.

    Si è guadagnata il podio con una ricetta messa a punto con il suo professore, lo chef trevigiano Alcide Candiotto, che suona così: Guancette di coniglio allo zenzero e radicchio rosso di Treviso tardivo su cialda di polenta bianco perla, medaglione di zucca marina e ciuffetto di verza al naturale. Alcide Candiotto ha selezionato Amanda fra i suoi allievi del secondo anno come la più adatta a partecipare al Campionato anche se la meno esperta ed evidentemente la scommessa sul talento di Amanda ha dato i suoi frutti.

    Leggi tutto...
  • Al via una nuova serie di Corsi a Lonigo
    02.02.12

     

    Con la Cooperativa si imparano i segreti della pasticceria
    Sarà Rilasciata una Qualifica professionale dalla Regione

    Lonigo. Al via una nuova serie di corsi

    Bignè, sfogliatine, pasta di mandorle e cioccolatini o , vista la stagione, frittelle e crostoli. Nessun segreto per i doci, siano essi quelli che vengono dalla tradizione, siano dettati dalla fantasia degli esecutori.

    Alla scuola di Ristorazione gestita, a Lonigo, dalla Cooperativa Sociale Dieffe sono da poco iniziati i corsi per pasticcere professionista. L'iniziativa è giunta alla sua sesta edizione ed ha già immesso sul mercato un buon numero di di giovani operatori specializzatiin questa attività culinaria. Il settore della Pasticceria è ancora molto ricettivo e richiede con frequenza personale qualificato.

    Le lezioni si svolgono in sede alla sera, a partire dalle 18.30, per tre appuntamenti a settimana. Al termine del corso ai frequentanti verrà rilasciata la Qualifica professionale do pasticcere emessa dalla Regione.

    La scuola di Ristorazione leonicena ha di recente stipulato un accordo con la ditta padovana Martellato, produttrice di attrezzature per la pasticceria, la quale fornisce gratiutamente ai nuovi allievi un seti di strumenti per il cake design, ovvero l'arte di decorare le torte, metà pasticceria e metà espressione artistica. Informazioni al n° verde 800 272 565 e sul sito www.dieffe.com. L.Z.

    Leggi tutto...
  • A Scuola di Cuochi
    15.12.11

     

    A Scuola di Cuochi

    Nell’attuale babilonia di tradizioni culinarie dove si collezionano ristoranti etnici come fossero paia di scarpe, ha ancora senso parlare di cucina nazionale? Lo abbiamo chiesto a Maria Antonietta Rossettini, preside della Scuola di Ristorazione Dieffe a Lonigo.

    La cucina oggi è una vocazione o una moda? I programmi Tv l’hanno trasformata in una moda ma gli allievi hanno il tempo per capire il loro reale orientamento. C’è stato un aumento degli iscritti? Sì e di molto. In particolare per i corsi di cucina e di pasticceria destinati agli adulti. Il mondo dei cuochi è così astioso come si vede in Tv? In cucina si lavora in brigata: ognuno è necessario per il risultato finale ed è fondamentale collaborare e lavorare insieme. Cosa reagiscono gli allievi verso le altre cucine? Conoscono i piatti “streetfood”, come il kebab, che sono l’attuale moda culinaria, ma vogliono approffondire le cucine straniere; alla fine però ritornano alla cucina d’origine. Insegnate anche ricette straniere? Alcuni docenti lo fanno per valorizzare gli allievi stranieri ma il nostro obiettivo rimane la tradizione. Si può ancora parlare di cucina italiana? Esiste solo una cucina regionale. Oggi la novità è che i piatti stranieri si trovano nei supermercati.

    Leggi tutto...
  • Spinea, ragazzi imprenditori per preparare da mangiare
    26.11.11

     

    Spinea, ragazzi imprenditori per preparare da mangiare

    SPINEA Il Comune patrocinerà la “Student company” della Scuola di ristorazione Dieffe di Spinea. Un’esperienza imprenditoriale rivolta a giovani studenti e realizzata nell’ambito del progetto...

    SPINEA. Il Comune patrocinerà la “Student company” della scuola di ristorazione Dieffe di Spinea. Un’esperienza imprenditoriale rivolta a giovani studenti e realizzata nell’ambito del progetto transnazionale Da Vinci. L’obiettivo è realizzare una «impresa degli studenti» con ragazzi iscritti ai percorsi triennali della scuola. Già nei prossimi appuntamenti natalizi i ragazzi si metteranno alla prova nel campo della produzione artigianale di prodotti enogastronomici, con il supporto degli insegnanti e il Comune darà loro spazio durante le diverse manifestazioni organizzate in città.(f.d.g.)

    Leggi tutto...
  • In partenza il corso serale per Web Designer Graphic
    22.11.11

     

    In partenza corso serale Web Designer Graphic

    Inizia il 28 novembre presso la sede di Padova, Noventa Padovana, il corso per la qualifica professionale di WEB GRAPHIC DESIGNER, di 400 ore comprensivo di stage ad inserimento aziendale. I candidati dovranno effettuare la domanda di iscrizione entro venerdì 25 novembre 2011 attraverso il sito www.dieffe.com

    Il corso ha un costo di di 1600 euro, eventualmente con possibilità di rateizzazione.

    La qualifica Professionale, previo superamento dell'esame finale verrà emessa dalla Regione Veneto, valida a livello Europeo. Ancora 2 posti disponibili.

    Leggi tutto...
  • Dieffe conquista la finale al Montegrande
    16.11.11

     

    Dieffe conquista la finale al Montegrande

    La Scuola di Ristorazione si confronta con i Top Chef della ristorazione Made in Veneto. 14 Giovani Chef i protagonisti di questa edizione del Premio Montegrande, dedicato al Miglior Cuoco Veneto under 30 e Miglior Operatore Di Sala.

    Per la prima volta una scuola di ristorazione ha conquistato la finale con una ricetta presentata da Laura Boesso, ex allieva ed ora docente presso Dieffe che ha voluto al suo fianco come aiutante un allievo Cuoco presso la sede CFP di Ponte di Brenta Andrei Micle, di 17 anni, entusiasta di poter accedere giovanissimo ad un concorso di tale levatura.
    La giuria composta da ristoratori, membri della Nazionale italiana Cuochi, giornalisti, editori, critici ed esperti del settore enogastronomico decreterà il vincitore il prossimo giovedì con una serata dedicata all'evento.
    Competizione serrata di altissimo livello, che ha visto confrontarsi professionisti operanti in tutto il veneto, con grandi esperienze di carattere nazionale ed internazionale alla spalle ed una promettente carriera davanti a se. Oltre 90 le candidature pervenute all'organizzazione per partecipare a questa edizione 2011 il cui tema è stato la trota e la valorizzazione del paniere veneto di prodotti tipici e stagionali.
    La Scuola Di Ristorazione Dieffe ha concorso con una ricetta ispirata alla cucina contemporanea, con un attenta ricerca verso l'equilibrio dei sapori, la salubrità del piatto ed il relativo apporto nutrizionale. Importante il contributo dell'Associazione Cuochi Padova e Terme Euganee coordinata da Chef Claudio Crivellaro che ha affidato a Chef Filippo Bondi la preparazione tecnica della concorrente Dieffe e del suo allievo nelle giornate precedenti la competizione.
    La ricetta finalista al premio Montegrande. Le trote d'autunno nell'orto e nel bosco: Trota Marinata ai sapori orientali con julienne di verdure dell'orto; Galano di castagne della Valle di Seren con quenelle di trota bianca; Roll di trota rosa in CartaFata con Porcini e vellutata di Topinambur.

    Leggi tutto...
  • Invento, Produco e vendo tanti golosissimi Minidessert!
    08.11.11

     

    Invento, Produco e vendo tanti golosissimi Minidessert!

    Valentina, 33 anni, di Cesena, dopo essersi laureata in antropologia ed essersi innamorata di Alberto, ha rivoluzionato la sua vita, diventando pasticciera specializzata in cupcakes (i tipici dolcetti americani monoporzione). “Una volta ho portato alla madre del mio ragazzo dei minidessert fatti da me” racconta. “Lei mi disse che avrei dovuto venderli Così abbiamo iniziato a produrli, a fotografarli accanto ai nostri profili su Facebook e a farli assaggiare agli amici. Attraverso i loro consigli,  perfezionavamo le ricette,rendendole più adatte al gusto italiano, per esempio preparando la glassa senza burro”

    “Quando avete avviato l'attività?” le chiedo. “Lo scorso  aprile: abbiamo investito 15 mila euro per aprire la Kevin&Victory’s Bakery (dai nickname del nostro blog). Io ho smesso di lavorare nel negozio di ferramenta dei miei e ho trovato un minuscolo spazio. Qui abbiamo aperto un laboratorio, dotato di due forni, i frigoriferi e la vetrina interna, più mobili recuperaci nei mercatini e tinti da noi”

    E come è andata? “Benissimo, al di là di ogni aspettativa.. Abbiamo proposto cupcakes a 2,50 euro l’uno,  creando speciali ricette a tema. . Ci siamo fatti fare delle scatole-vassoi da 10 pezzi: in un mese ne abbiamo vendute 300” Qual è stata la chiave del successo? “L’impegno:Alberto ha iniziato da zero e oggi e lui che inventa le ricette.
    Seguiamo corsi di pasticceria e andiamo spesso a Londra per avere nuovi spunti. Poi ci sono Fb, il blog (www.kevinandvictoriabakery.blogspot.com) e il passaparola: ogni nuova creazione viene fotografata e messa su face book, in modo da ricevere commenti.” (…)
    Rubrica TuStyle VitaPrecaria a cura di Marta Minghi

    SEI UNA MAGA DEI DOLCI? ECCO LE DRITTE PER GUADAGNARE

    Ami preparare dessert ed inventarne di nuovi? Trasforma la tua passione in un attività. Per diventare pasticcere professionista devi iscriverti ad un corso abilitante come quelli gestiti dalla Cooperativa Sociale Dieffe a Padova e Verona (costo 2.250, www.dieffe.com) (…)

    Leggi tutto...
  • Da Camionista a Ristoratore di Successo
    02.11.11

     

    Da camionista a ristoratore di successo
    Grazie ai corsi di qualifica serale in otto mesi il sogno diventa realtà

    C'è il camionista che non ce la faceva più a passare tutte le sue giornate sulla strade e ha deciso di aprire un ristorante. Il bidello che ha dato una svolta alla propria esistenza diventando un cuoco di successo, e tanti altri che hanno scelto di dedicare la loro vita ai fornelli.
    Storie che hanno un elemento in comune, sono tutti adulti che hanno frequentato i corsi di Qualifica per Cuoco e Pasticcere realizzati dalla Scuola di Ristorazione Dieffe, la Cooperativa Sociale che opera in tutto il Veneto e che quest'anno, vista la richiesta, ha aperto i battenti anche a Verona.

    le lezioni si tengono in orario serale, quindi possono essere frequentate anche da chi lavora, e nell'arco di otto mesi, ovvero 600 ore comprensive di stage, si diventa Cuochi a tutti gli effetti, con possibilità di affrontare l'esame di qualifica tenuto da una Commissione Regionale, per ottenere un titolo di studio spendibile nel mercato del lavoro.
    Nel 2009 il primo corso per Aiuto-Cuoco ha dato il via ad una Case history che ha visto oltre 80 allievi qualificati nel 2010 nelle varie sedi Dieffe e 250 nuovi professionisti tra Cuochi e Pasticceri nel 2011. Una crescita esponenziale della richiesta dovuta ad una molteplicità di fattori, primo tra tutti la domanda costante proveniente dal mercato del lavoro, nel quale la figura del cuoco qualificato, stagionale o fisso, viene richiesta costantemente. un dato confermato dal riscontro occupazionale degli allievi Dieffe che ad oggi è superiore al 85%, in alcuni casi addirittura precedentemente al termine del percorso formativo.


    Leggi tutto...
  • A Scuola Tra Pentole e Fornelli. Ecco i giovani con le mani in pasta
    30.10.11


    A Scuola Tra Pentole e Fornelli.
    Ecco i giovani con le mani in pasta

    Valdobbiadene, scopriamo il ‘laboratorio’ diretto da Alberto Raffaelli
    FUTURO E VALORI «Tre anni e poi si ottiene la qualifica professionale, qua si trova anche amicizia»

    «SE NON si diventa opera d’arte, il tocco dell’uomo sulle cose non è umano». C’è la lezione spirituale e umana di don Giussani, fondatore di Comunione e Liberazione nelle motivazioni che hanno spinto cinque anni fa i promotori , in primis il sindaco di Valdobbiadene, BernardinoZambon, a fondare nella cittadina del Prosecco, la scuola di ristorazione ‘Pietro Berton’. Il centro di formazione, promosso dalla coop sociale Dieffe è stato ricavato recuperando lo storico albergo a quattro stelle ‘Alla Torre’. A dirigerlo è Alberto Raffaelli che si avvale di uno staff composto da Elena Coppe, Elisabetta Zanesco e Nadia Favaro.
    Direttore Raffaelli, di scuole di ristorazione ce ne altre nel Veneto, questa in cosa eccelle?
    «Intanto è una scuola regionale e non statale. Qua si insegna uno dei lavori più belli al mondo: a prender contatto coi prodotti della terra, a lavorarli e a trasformarli in cibo. La scuola è anche occasione di compagnia e amicizia, di ritrovo in famiglia per ragazzi che vengono da mondi diversi, ci sono parecchi extracomunitari con la loro storia e la loro umanità. Le parole d’ordine sono tre: accorgersi della realtà, prendersene cura e imparare le competenze».
    I ragazzi come se la cavano tra pentole e fornelli?
    «In primo luogo ci vuole serietà e poi lo studio delle varie materie comporta una continua tensione alla perfezione, all’eccellenza. Del resto è questo il nostro aiuto perché gli studenti una volta diplomati possano entrare con dignità nel mondo del lavoro».
    A proposito, quali sono gli sbocchi professionali?
    «Dopo un percorso triennale, la scuola consente di lavorare con una qualifica professionale riconosciuta,oppure consente di continuare gli studi per conseguire il diploma di maturità».
    Come si delinea il percorso formativo?
    «Fondamentali nell’apprendimento sono le attività di laboratorio vedi cucina, sala-bar e dei prodotti tipici e tradizionali ».
    Cosa c’entra la realtà in questa grande avventura educativa?
    «La realtà è la nostra grande alleata. La vita infatti cresce non insegnando valori teorici o morali, ma nel momento in cui la persona incrocia la realtà e comincia trattarla con serietà, insomma si accorge di essa, la rispetta e iniziando l’avventura della conoscenza comincia prendersene cura. Vogliamo che il ragazzo impari a camminare nell’avventura della competenza, del suo uso corretto e della sua manipolazione creativa».
    Cosa rappresentano in questo senso gli stage formativi?
    «Sono un’esperienza fondamentale e un primo passo nel mondo del lavoro. Ad esempio il 24 ottobre scorso,la scuola ha offerto in sede un saggio che ho definito ‘L’officina degli stage’ perché l’obiettivo era far vedere agli ospiti cosa è successo nel retrobottega degli stage estivi che si sono svolti in alcuni ristoranti e locali di Cortina d’Ampezzo. Quest’anno il 60% dei ragazzi della scuola ha lavorato, è nostra intenzione riproporre il progetto anche l’anno prossimo».
    Giuliano Ramazzina


    Leggi tutto...
  • La piazza fa il pienone grazie ai prodotti tipici
    25.10.11

     

    La piazza fa il pienone grazie ai prodotti tipici

    SAN MARTINO BUON ALBERGO. Un successo oltre le aspettative «El capel de Napoleon» conquista tutti i palati

    Giornata da incorniciare grazie all'afflusso di gente, alla soddisfazione degli operatori e al sole che ha accompagnato tutta la manifestazione di «San Martino Doc», sotto lo slogan «Piazza aperta alle famiglie», evento promosso dall'amministrazione comunale e Pro loco, con il patrocinio di Provincia e Regione e sostenuto finanziariamente e operativamente dalle aziende Fontanara, le Corti Venete e l'Iper. Sono stati coinvolti anche gli esercizi commerciali del centro storico, aperti tutto il giorno, come la biblioteca comunale che con l'iniziativa dell'Open day ha distribuito in appena due ore e mezza ben tremila volumi, regalati ai bambini e alle famiglie.

    In piazza l'afflusso non ha avuto pause, con i tavoli della Pro loco affollati per degustare le specialità lanciate per l'occasione a prezzi economici (...)

    Curiosità ha suscitato la lavorazione della mozzarella in diretta: il mastro casaro Enrico Catuzzo, della scuola di ristorazione Dieffe di Valdobbiadene, su invito di Fontanara ha inserito un'oliva nera denocciolata all'interno di ciascuna mozzarella, dando vita a una creazione di sapore e profumo particolare. Aziende che puntano alla grande distribuzione come Iper hanno portato i prodotti locali (formaggi di Roncà, patate di Bolca, mele di Belfiore, prosciutti di Soave) e i prodotti biologici, nonché gli imballaggi riciclati.  Vittorio Zambaldo

    Leggi tutto...
  • Ristorazione al femminile: Due padovane a HOST 2011
    18.10.11

     

    Ristorazione al femminile: Due padovane a HOST 2011

    Saranno due Padovane a rappresentare il Veneto nella competizione Nazionale indetta nel capoluogo lombardo in occasione di HOST 2011, esposizione Internazionale dedicata all’ospitalità alberghiera ed all’innovazione nel mondo della ristorazione. HOST si terrà da venerdì al prossimo martedì e vedrà protagoniste nella ricca programmazione di eventi anche le giovani cuoche Giorgia Candeo (Hotel Europa & Regina - Venezia) e Laura Boesso (Scuola di Ristorazione Dieffe) impegnate nella sfida in rosa “Un piatto in Equilibrio tra Futuro e Tradizione” in cui le Lady Chef di tutta Italia potranno confrontarsi sulla presentazione e la rielaborazione di un piatto legato alla cucina regionale tradizionale ed alla sua rivisitazione in chiave contemporanea. Le due Lady Chef, seguite dal Team dell’ Associazione Cuochi Padova e Terme Euganee presenteranno una versione inedita dei Casunziei all’Ampezzana.

    Leggi tutto...
  • Non solo Miss a Padova
    17.10.11

     

    Due giovani promesse della Ristorazione al Femminile sfidano le colleghe di tutta Italia a Host 2011

    Non solo Miss a Padova

    Milano. Saranno due Padovane a rappresentare il Veneto nella competizione Nazionale indetta nel capoluogo lombardo in occasione di HOST 2011, esposizione Internazionale dedicata all’ospitalità alberghiera ed all’innovazione nel mondo della ristorazione. HOST si terrà dal 21 al 25 Ottobre, e vedrà protagoniste nella ricca programmazione di eventi anche le giovani cuoche Giorgia Candeo (Hotel Europa & Regina - Venezia) e Laura Boesso (Scuola di Ristorazione Dieffe) impegnate nella sfida in rosa “Un piatto in Equilibrio tra Futuro e Tradizione” in cui le Lady Chef di tutta Italia potranno confrontarsi sulla presentazione e la rielaborazione di un piatto legato alla cucina regionale tradizionale ed alla sua rivisitazione in chiave contemporanea.
    Le due Lady Chef, seguite nella preparazione dal pluripremiato Team dell’ Associazione Cuochi Padova e Terme Euganee presenteranno una versione inedita dei Casunziei all’Ampezzana, pietanza Bellunese conosciuta ed apprezzata soprattutto da un pubblico estero e poco frequentemente proposta nell’offerta ristorativa del padovano. Una scelta originale quanto ardita, nella quale l’assoluta qualità delle materie prime utilizzate e la raffinatezza nella tecnica di preparazione saranno gli elementi chiave per conquistare il favore della giuria, composta da professionisti di calibro internazionale.

    Leggi tutto...
  • Suor Lia, cinquant'anni di ordinazione
    07.09.11

    dieffe scuola di ristorazione


    Suor Lia, cinquant'anni di ordinazione

    Grande festa con 130 invitati per l'anima delle Cucine Popolari, a servire i ragazzi della Scuola di Ristorazione Dieffe

    Per una volta le hanno fatto gli altri da mangiare, con un menù con i fiocchi. Grande festa sabato per suor Lia Genesello, per tutti suor Lia, anima delle Cucine Popolari, che ha celebrato i 50 anni di ordinazione come suora francescana elisabettina.  Per farlo gli amici hanno organizzato una cena al centro Leonati di Ponte di Brenta: fra gli ospiti anche il sindaco Flavio Zanonato, da sempre sostenitore dell'opera delle Cucine Popolari. C'erano circa 130 persone: consiglieri e assessori del Pd (Fabio Verlato, Anna Barzon, Alfredo Drago, Gloria Pagano e Cristina Toso) oltre a tanti amici. Come Lucio Zulian, in rappresentanza dei macellai del Salone che hanno donato la carne o Silvano Beo Dell'Upa, che invece ha offerto il dolce.  A servire i ragazzi della scuola di ristorazione Dieffe.

    A suor Lia è stata donata una targa e una pergamena, come per suor Giamperina Ferro, che non era presente ma festeggiava anch'essa i 50 anni di ordinazione. Non ce ne voglia suor Lia, ma per una sera il menù è stato poco «popolare», ma da gran gala: antipasto di bresaola con rucola e grana, insalatina di carciofi con aceto e ricotta, pasticcio di carne, risotto con rucola e fegatino, scamone di vitello, patate arroste, dolce al limone e buon vino ad innaffiare il tutto. Sullo sfondo musica d'autore: suonava il clarinetto Enrico Maria Bassan, che fa parte dei solisti veneti. La città ha voluto così ringraziare suor Lia per il lavoro svolto: le Cucine Popolari sono diventate un punto di riferimento per chi si trova in difficoltà e ha bisogno di un pasto caldo.

    Leggi tutto...
  • I vantaggi commerciali della Catena di Custodia certificata
    29.08.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto

    Convegno FSC PEFC Veneto

    I vantaggi commerciali della Catena di Custodia certificata

    Seminario informativo sulla COC per le aziende del Nord-Est.

    ICILA e Cooperativa Sociale DIEFFE organizzano un seminario conoscitivo rivolto a imprenditori e addetti ai lavori del settore legno e carta che desiderano comprendere il potenziale vantaggio competitivo e le opportunità commerciali derivanti dalla certificazione della Catena di  Custodia.

    Gli argomenti trattati durante il corso saranno:
    • Introduzione alle certificazioni di prodotto FSC e PEFC
    • La COC come vantaggio competitivo ed opportunità commerciale
      Ottenere la certificazione della Catena di Custodia
      Passi organizzativi da svolgere all’interno dell’Azienda
      Iter di certificazione
      Utilizzo dei marchi/etichettatura dei prodotti
    • Marketing Etico
      Orientamento della grande distribuzione organizzata in Italia

    I relatori dell'incontro saranno l'Ing. Giuseppe Cinquina (Responsabile Consulenza Aziendale DIEFFE) e il Sig. Gianluca Caffini (Area Manager ICILA). Il seminario si terrà venerdì 23 settembre 2011 dalle ore 15.30 alle ore 17.30, a Padova presso il Centro Congressi Papa Luciani in Via Forcellini, 170/A.

    Per dettagli sulle certificazioni, è possibile consultare il sito ICILA.

    Per informazioni sul corso e prenotazioni, è possibile contattare la segreteria organizzativa DIEFFE.

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Seminario sulla certificazione FSC e PFC della Catena di Custodia
    30.07.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto

    Convegno FSC PEFC Veneto


    Seminario sulla certificazione FSC e PFC della Catena di Custodia

    Seminario sulla certificazione FSC e PEFC della catena di custodia CoC Venerdì 23 settembre dalle ore 15.30 alle ore 17.30 si terrà a Padova, presso la sede della Cooperativa Sociale Dieffe, via Forcellini, 170/A c/o Centro Congressi Papa Luciani, il Seminario conoscitivo sulla "Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC". L'iniziativa, promossa dalla Cooperativa Sociale Dieffe, società specializzata in progetti di formazione e consulenza verso numerose aziende del Nord- Est, in collaborazione con ICILA - Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC, intende mostrare alle aziende del settore legno e derivati l'importanza e le opportunità della Certificazione della Catena di Custodia CoC. L'azienda che si certifica FSC (Forest Stewardship Council), garantisce un utilizzo ecosostenibile del legno nelle produzioni, certificandone la provenienza da foreste gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Certificazioni FSC e PEFC
    25.07.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto


    Certificazioni FSC e PEFC

    Venerdì 23 settembre 2011 si terrà a Padova il Seminario Conoscitivo Gratuito sulla Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC.

    Il seminario ha come obiettivo mostrare alle aziende del settore legno e derivati l'importanza e le opportunità offerte dalla Certificazione della Catena di Custodia CoC.
    L'azienda che si certifica FSC (Forest Stewardship Council) o PEFC (Programme for the Endorsement of Forest Certification), infatti, garantisce un utilizzo ecosostenibile del legno nelle produzioni, certificandone la provenienza da foreste gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.
    Essere certificati FSC o PEFC, quindi, rappresenta un vantaggio sia per le imprese che per il consumatore.
    Un'azienda che si certifica contribuisce a una gestione sostenibile delle foreste e, contemporaneamente, viene riconosciuta come azienda "Socialmente Responsabile" mantenendo e ampliando le proprie quote di mercato.
    Il consumatore finale, infatti, è oggi sempre più sensibile alla tematica ambientale.
    Programma:
    - Introduzione alle certificazioni di prodotto FSC e PEFC CoC
    - La CoC come vantaggio competitivo ed opportunità commerciale
    - Cosa significa ottenere la certificazione della Catena di Custodia:
    > Passi organizzativi da svolgere all'interno dell'Azienda
    > Iter di Certificazione
    > Utilizzo dei marchi/etichettatura dei prodotti
    > Marketing Etico
    - Orientamento della GDO in Italia
    È un'iniziativa promossa dalla Cooperativa Sociale Dieffe, società specializzata in progetti di formazione e consulenza verso numerose aziende del Nord- Est, in collaborazione con ICILA - Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC.
    La partecipazione al seminario è libera e totalmente gratuita, previa prenotazione alla segreteria organizzativa di DIEFFE info@dieffe.com, 049/8033650 rif. Dott.sa Laura Boesso.
    Venerdì 23 settembre 2011 - ore 15.30 - 17.30  -  via Forcellini, 170/A c/o Centro Congressi Papa Luciani, Padova

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • “Socialmente Responsabile” La tua azienda com’è..?
    20.07.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto

    Convegno FSC PEFC Veneto


    “Socialmente Responsabile” La tua azienda com’è..?

    Un Seminario conoscitivo sulla Certificazione della Catena di Custodia Certificazioni FSC e PEFC, Vantaggio Competitivo nel Mercato Globale.

    Sarà il tema del
    Seminario Conoscitivo Gratuito sulla Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC in programma a Padova, venerdì 23 settembre presso Centro Congressi Papa Luciani.

    Il seminario è organizzato dalla Cooperativa Sociale Dieffe in collaborazione con ICILA – Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC. Venerdì 23 settembre dalle ore 15.30 alle ore 17.30 si terrà a Padova, presso la sede della Cooperativa Sociale Dieffe, via Forcellini, 170/A c/o Centro Congressi Papa Luciani, il Seminario conoscitivo sulla “Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC“. L’iniziativa, promossa dalla Cooperativa Sociale Dieffe, società specializzata in progetti di formazione e consulenza verso numerose aziende del Nord- Est, in collaborazione con ICILA – Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC, intende mostrare alle aziende del settore legno e derivati l’importanza e le opportunità della Certificazione della Catena di Custodia CoC. L’azienda che si certifica FSC (Forest Stewardship Council) o PEFC (Programme for the Endorsement of Forest Certification), garantisce un utilizzo ecosostenibile del legno nelle produzioni, certificandone la provenienza da foreste gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

    Il Seminario, totalmente gratuito, si rivolge a imprenditori e addetti ai lavori del settore legno e carta che desiderano avvicinarsi in modo informato e consapevole ai nuovi standard proposti dalla Certificazione della COC (Chain of custody). La certificazione forestale della Catena di Custodia che rappresenta garanzia di acquisto di prodotti in legno e carta di provenienza certificata in ogni fase della lavorazione.
    Perché certificarsi FSC o PEFC?
    Un prodotto certificato offre vantaggi sia per le imprese che per il consumatore; un’azienda che si certifica, non solo contribuisce ad una gestione sostenibile delle foreste ma promuovendo commercialmente i prodotti, viene riconosciuta come azienda “Socialmente Responsabile” mantenendo e ampliando le proprie quote di mercato. Anche il consumatore finale infatti è oggi sempre più sensibile alla tematica ambientale.

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Seminario Gratuito sulla Certificazione FSC e PEFC a Padova
    20.07.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto


    Seminario Gratuito sulla Certificazione FSC e PEFC a Padova

    Venerdì 23 settembre 2011 si terrà a Padova il Seminario Conoscitivo Gratuito sulla Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC.

    L' opportunità di partecipare liberamente ad un incontro conoscitivo tra professionisti del settore legno e carta che credono nel valore dell'ecosostenibile, e i rappresentanti dell'ente che certifica l'impegno di queste aziende nel garantire uno standard di qualità "green oriented" delle materie prime e della loro lavorazione.
    Evento libero su prenotazione alla segreteria organizzativa 049.8033650

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Il nostro “lasciapassare”per il mondo del lavoro
    06.07.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Il nostro “lasciapassare”per il mondo del lavoro:
    Una qualifica come Addetto alla Contabilità

    400 ore di lezioni mirate tra teoria e pratica e infine uno stage in azienda è quello che offre il Corso di Contabilità della Cooperativa Sociale Dieffe.

    Non ricordate bene o non avete mai fatto la partita doppia? Volete imparare a compilare un libro  contabile? o realizzare il bilancio di un esercizio?...Conoscere la contabilità non è impossibile e grazie ad un corso qualificante si può diventare “perfetti contabili” addentrandosi nelle regole relative al funzionamento dei conti, la gestione delle entrate e dei pagamenti, la redazione delle scritture contabili di base e dei relativi registri, la stesura del bilancio e la predisposizione degli adempimenti fiscali e previdenziali, alla compilazione del libro giornale d’azienda.Il mercato richiede “competenza e preparazione”. Tante sono le aziende, gli studi professionali o le associazioni di categoria che intendono investire in personale preparato e competente nella contabilità aziendale ma che difficilmente riescono a reperire figure professionali con una preparazione adeguata.Sempre più spesso persone con una preparazione universitaria, anche in ambito economico, si avvicinano con profitto ad un corso professionale contabile, per poter trasformare le nozioni acquisite negli anni di studi in un bagaglio di competenze tangibile e da subito spendibile in una nuova realtà aziendale.La Cooperativa Sociale Dieffe, Ente di Formazione Veneto che da oltre venticinque anni  è intenta nella formazione professionale, offre la possibilità di acquisire una Qualifica professionale riconosciuta a livello europeo nel settore dell’amministrazione d’impresa con il Corso per Addetto alla Contabilità.“Seguire il corso di Addetto alla Contabilità di Dieffe significa investire seriamente nel proprio futuro – commenta Federico Pendin, amministratore delegato di Dieffe - collaboriamo con numerose aziende del territorio che offrono stage ai nostri corsisti che nel 80% dei casi si trasformano in opportunità lavorative”.Il corso offre lezioni mirate tenute da affermati professionisti del settore con uno stage e una consulenza d’inserimento lavorativo garantito a tutti i corsisti.
    Al termine del percorso l’allievo avrà acquisito un vero e proprio titolo di studio con il rilascio di una Qualifica riconosciuta a livello Europeo.

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Dieffe: professionisti di cucina, sala e bar
    05.07.11

    dieffe scuola di ristorazione


    Dieffe: professionisti di cucina, sala e bar
    Le 5 scuole della cooperativa sociale garantiscono un'occupazione

    Cuoco professionista di cucina italiana (commis di cucina), Flair Bartenders (commis di sala bar) e pasticcere professionista.

    Sono questi i corsi proposti dalle 5 scuole di ristorazione della Dieffe che si trovano a Padova (Granze di Camin e Ponte di Brenta), Spinea, Lonigo e Valdobbiadene: un viatico sicuro verso il mondo del lavoro. Molti neo diplomati avevano già il contratto in tasca prima ancora di ultimare il corso. Da scuola «di ripiego» dove un tempo venivano indirizzati i ragazzi che non avevano voglia di studiare, la scuola di ristorazione si è ora trasformata in un obiettivo ambito da giovani che hanno le idee chiare sul proprio futuro. Merito anche della Dieffe, cooperativa sociale che da 25 anni orienta le sue attività verso la formazione, anche umana, degli allievi. Un'impostazione data dai padri francescani Egidio Gelain e Ruggero Nuvola. Di rilievo la presenza di studenti stranieri, che sono fra i più motivati. Anche nel saggio finale della scuola di Granze gli allievi dell'Est Europa sono stati fra quanti hanno meglio figurato.

    La scuola si rivolge anche agli adulti che desiderano acquisire una qualifica a livello europeo. Info: www.dieffe.com

     

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • L’anno d’oro per Cuochi e Pasticceri
    01.07.11

    dieffe scuola di ristorazione

     

     

     



    Il lavoro dei Sogni non conosce disoccupazione:
    L’anno d’oro per Cuochi e Pasticceri

    Aperte le iscrizioni ai Corsi a qualifica nella Scuola di Lonigo(Vi) per coloro che desiderano entrare e professionalizzarsi nel mondo della ristorazione.

    Mettersi alla prova in un contesto lavorativo in continua evoluzione, conoscere le dinamiche dell’ attività Ristorativa, i segreti dell’arte Dolciaria Pasticcera, acquisire una straordinaria esperienza professionale attraverso la conoscenza delle strumentazioni, delle materie prime, e delle tecniche di cucina più evolute. Sono queste le motivazioni che spingono tanti adulti appassionati e motivati, anche se con poca esperienza, ad intraprendere un percorso altamente qualificante con i Corsi a Qualifica di Cuoco e Pasticcere realizzati dalla Scuola di Ristorazione Dieffe presso la sede di Lonigo (Vi). Al termine del corso e in seguito al superamento di un esame di qualifica tenuto da una Commissione Regionale, l’allievo andrà ad ottenere un titolo di studio immediatamente spendibile nel mercato del lavoro, acquisendo una preparazione a 360 gradi che permetterà di affrontare il mondo della ristorazione e della pasticceria nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività. Gestire il rifornimento delle materie prime e la loro corretta conservazione, organizzare i tempi di preparazione delle pietanze, predisporre il menù alla carta di un ristorante: sono i principali obiettivi del Percorso didattico proposto il cui obiettivo è quello di formare un profilo autonomo che possa collocarsi o ricollocarsi in modo efficace nella molteplicità di realtà ristorative e di accoglienza del territorio. Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha già un occupazione. Il metodo didattico, articolato in lezioni teorico-pratiche, è innovativo ed efficace perché consente agli allievi di apprendere e assimilare tutte le nozioni e le tecniche più raffinate attraverso l'esecuzione completa, sin dall'inizio, di un grandissimo numero di ricette selezionate in funzione delle categorie merceologiche e delle lavorazioni che richiedono un ritmo crescente di complessità. L’esperienza didattica verrà integrata con stage formativi che diventano vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti, pasticcerie e pizzerie del territorio. Nel 2009 il primo pioneristico corso per Aiuto-cuoco ha dato il via ad una case history che ha visto oltre 80 allievi Qualificati nel 2010 nelle varie sedi Dieffe e già 100 allievi CUOCHI e altrettanti PASTICCERI nel primo semestre 2011. Una crescita esponenziale della richiesta dovuta ad una molteplicità di fattori, primo tra tutti la domanda costante proveniente dal mercato del lavoro, nel quale la figura del cuoco qualificato stagionale o fisso viene richiesta costantemente. A riprova della veridicità del dato ritroviamo il riscontro occupazionale degli allievi Dieffe che ad oggi è superiore al 85%, in alcuni casi a partire già precedentemente al termine del percorso formativo.

     

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Aperte le iscrizioni ai corsi triennali
    28.06.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Aperte le iscrizioni ai corsi triennali per "Operatore della Ristorazione" a Lonigo

    Sono aperte le iscrizioni ai corsi triennali per "Operatore della Ristorazione" presso la Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo – Vi Giovedì 30 giugno 2011 presentazione dell’anno scolastico 2011-2012 per giovani dai 15 ai 17 anni che abbiano interesse ad entrare nel mondo della ristorazione.

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Sapori e incontri
    14.06.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Sapori e incontri

    Il carattere poliedrico di Lonigo, da sempre crocevia di commercio e culture, si esprime anche nella varietà di locali, istituti, scuole e interessi. La città ospita fra l'altro l'istituto di genetica e sperimentazione agraria N. Strampelli punto di riferimento nazionale per studi e applicazioni di settore e in tempi recenti hanno preso quota scuole specialistiche e attività innovative. A misura di giovani l'importante centro di Orientamento Dieffe che è anche Scuola di Formazione Professionale nel settore della Ristorazione. Opportunità e nuove idee vengono anche dal gemellaggio della città di Lonigo con la cittadina tedesca di Abensberg. Ai primi di luglio è prevista una visita turistica alla cittadina con incontri, soste e interessanti visite guidate come quella alle Birrerie locali. Info e prenotazioni presso la Pro Loco.

    .

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Sotto i portici le specialità della cucina regionale
    11.06.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Sotto i portici le specialità della cucina regionale

    Buffet, cavalli, danze, spettacoli e letture risorgimentali. È stata una festa di popolo quella andata in scena ieri sera lungo viale X giugno e a monte Berico. Cardine di tutte le attrazioni non poteva che essere la cena a tappe. Un buffet apprezzato dai vicentini che già poco dopo le sette si sono messi in fila per gustare le prelibatezze preparate dagli istituti alberghieri della provincia. Sui banchi predisposti sotto i portici di tutto e di più: dalla torta di riso preparata dagli studenti dall'Artusi, al crostino di pane dell'istituto Da Schio; dalla panzanella del Cfp di Lonigo alla parmigiana messa in tavola dagli alunni del S.Gaetano. Senza dimenticare le polpettine calabresi cotte a puntino dall'istituto professionale di Asiago, la caponatina siciliana dell'Engim di Tonezza e le zucchine marinate alla menta dell'Enaip Veneto. Così, tra un pasto e l'altro, i "clienti" del buffet mediterraneo hanno potuto osservare anche le otto guardie d'onore alla reali tombe del Pantheon che, partiti da campo Marzo, hanno percorso la salita di via X giugno, per depositare una corona sulla lapide dedicata a Massimo D'Azeglio in piazzale della Vittoria. Terminato il pasto via agli spettacoli con i balli popolari, concerto della banda del conservatorio e del coro e orchestra di Giuliano Fracasso.NI.NE.

    .

    Leggi tutto...
  • BANCHETTO.Con le scuole di ristorazione
    10.06.11

    dieffe scuola di ristorazione

    BANCHETTO.Con le scuole di ristorazione
    L'Unità trionfa in tavola per mille commensali

    Un trionfo enogastronomico che inanella panzanelle Toscane, torte piemontesi, caponate siciliane e altre ineffabili delizie. Così celebra l'Unità d'Italia: attraverso la sua impareggiabile cucina .Lo faranno i mille commensali che, rievocando i “Mille”di Garibaldi, potranno accedere al “Buffet Mediterraneo dell'Unità d'Italia”, in programma stasera dalle 19 lungo i portici di Monte Berico, in occasione dell'anniversario della battaglia di Vicenza del 10 giugno 1848.

    Per partecipare alla festa basta acquistare il ticket( 12euro, bambini fino a10 anni 6euro) in prevendita oggi dalle 9 alle 12 nella sede provinciale degli alpini,nel torrione di viale D'Alviano, oppure, dalle 19 in poi, alle due casse del buffet, all'inizio dei portici di Viale X Giugno e alla curva del Cristo.

    Utilizzando le stazioni della Via Crucis che sale verso il Santuario di Monte Berico, saranno allestiti altrettanti punti di ristoro, a cura delle sette scuole di ristorazione del Vicentino : istituto Artusi di Recoaro, Cfp Dieffe di Lonigo, Enaip Veneto e Cfp San Gaetano di Vicenza, Engim Reffodi Tonezza, istituto di istruzione professionale di Asiago, e istituto Da Schio di Vicenza.

    Leggi tutto...
  • Lavorare il legno verso una strada sempre più "green oriented"
    08.06.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto


    Lavorare il legno verso una strada sempre più "green oriented"

    Sarà il tema del seminario conoscitivo sulla Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC in programma a Padova, venerdì 10 giugno presso Centro Congressi Papa Luciani. Il seminario è organizzato dalla Cooperativa Sociale Dieffe in collaborazione con ICILA - Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC.

    Venerdì 10 giugno dalle ore 15.30 alle ore 17.30 si terrà a Padova, presso la sede della Cooperativa Sociale Dieffe, via Forcellini, 170/A c/o Centro Congressi Papa Luciani, il Seminario conoscitivo sulla "Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC". L'iniziativa, promossa dalla Cooperativa Sociale Dieffe, società specializzata in progetti di formazione e consulenza verso numerose aziende del Nord- Est, in collaborazione con ICILA - Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC, intende mostrare alle aziende del settore legno e derivati l'importanza e le opportunità della Certificazione della Catena di Custodia CoC. L'azienda che si certifica FSC (Forest Stewardship Council), garantisce un utilizzo ecosostenibile del legno nelle produzioni, certificandone la provenienza da foreste gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

    Il Seminario, totalmente gratuito, si rivolge a imprenditori e addetti ai lavori del settore legno e carta che desiderano avvicinarsi in modo informato ai nuovi standard ambientali, sociali ed economici proposti dalla Certificazione della COC. La certificazione forestale secondo gli standard del Forest Stewardship Council (FSC) rappresenta un'opportunità di acquisto di prodotti in legno e carta per chi voglia avere garanzie sulla provenienza delle materie prime. Perché certificarsi FSC? Un prodotto FSC offre vantaggi sia per le imprese che per il consumatore; un'azienda che si certifica, non solo contribuisce ad una gestione sostenibile dei boschi ma promuovendo commercialmente i prodotti legnosi, viene riconosciuta come azienda "socialmente responsabile" mantenendo e ampliando quote di mercato.

    Anche il consumatore è oggi sempre più attento alla tematica perché sa che richiedendo prodotti certificati FSC, significa avere non solo più foreste e più aziende gestite in modo corretto e responsabile ma soprattutto furori dal circuito del commercio illegale di legname. La partecipazione all'incontro è gratuita

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • Seminario sulla certificazione FSC e PEFC della catena di custodia CoC
    08.06.11

    certificazione fsc, certificazione pefc, padova, veneto


    Seminario sulla certificazione FSC e PEFC della catena di custodia CoC

    Venerdì 10 giugno dalle ore 15.30 alle ore 17.30 si terrà a Padova, presso la sede della Cooperativa Sociale Dieffe, via Forcellini, 170/A c/o Centro Congressi Papa Luciani, il Seminario conoscitivo sulla "Certificazione della Catena di Custodia CoC, secondo gli standard internazionali FSC e PEFC". L'iniziativa, promossa dalla Cooperativa Sociale Dieffe, società specializzata in progetti di formazione e consulenza verso numerose aziende del Nord- Est, in collaborazione con ICILA - Organismo di Certificazione accreditato FSC e PEFC , intende mostrare alle aziende del settore legno e derivati l'importanza e le opportunità della Certificazione della Catena di Custodia CoC. L'azienda che si certifica FSC (Forest Stewardship Council), garantisce un utilizzo ecosostenibile del legno nelle produzioni, certificandone la provenienza da foreste gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

    SAPORI E INCONTRI

    Leggi tutto...
  • A lezione di Protezione civile
    05.06.11

    dieffe scuola di ristorazione

    A lezione di Protezione civile

    Si è conclusa ieri con successo la due giorni organizzata dalla Protezione Civile con i ragazzi del Centro Formazione Professionale DIEFFE di Spinea.
    I giovani volontari hanno dato una dimostrazione pratica, con la costruzione di un campo di raccolta per persone sfollate, sulla linea di quanto avvenuto con le popolazioni dell’Abruzzo.
    I ragazzi hanno, quindi, allestito un campo di Protezione Civile presso la Scuola Walt Disney, comprensivo di tende dormitorio e mensa, segreteria, cucina da campo, sala radio, illuminazione e riscaldamento. Un lavoro senza dubbio ben fatto.
    Tra le esercitazioni, anche la ricerca e l’assistenza di una persona dispersa, con lo scopo di avvicinare i ragazzi e le famiglie al mondo della solidarietà umana. (D.Cor.)

    Leggi tutto...
  • I neo-diplomati alla Dieffe hanno già trovato lavoro
    31.05.11

    dieffe scuola di ristorazione

    I neo-diplomati alla Dieffe hanno già trovato lavoro

    50 nuovi cuochi e Commis di Sala hanno ricevuto la Qualifica dalla Scuola di Ristorazione Dieffe di Ponte di Brenta. Già prima di conseguire il titolo, la maggior parte dei ragazzi ha trovato lavoro. Gran festa per la consegna dei diplomi. I ragazzi hanno fra i 14 e i 18 anni. In rappresentanza della Regione c’era Enzo Bacchiega, vice direttore della Direzione Formazione. Presenti anche i ristoratori e le aziende partner che durante il triennio hanno ospitato i ragazzi per il tirocinio, fra cui i Ristoranti: Boccadoro di Noventa, I Navigli, il Pedrocchi, e la Ristorazione Forcellini di Padova. Un allievo della Dieffe di Valdobbiadene, il ventenne Adam Protes laranja, il mese scorso ha vinto il mondiale per pizzaioli a Salsomaggiore.

    Leggi tutto...
  • Trionfo delle scuole di ristorazione
    29.05.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Trionfo delle scuole di ristorazione

    Trionfo delle scuole di ristorazione  PIAZZOLA. Quando la formazione c'è e nessuno la taglia, i risultati si vedono. Come quelli che hanno reso protagonisti assoluti i giovani chef delle scuole di ristorazione (nella foto) che in 2 giorni a villa Contarini hanno dato il meglio nella sfida regionale culinaria: 12 scuole, 144 studenti, 1.440 degustazioni con 30 prodotti tipici. Nelle cucine mobili si sono alternate le scuole, tra cui l'Enaip di Piazzola, tutte impeccabili e apprezzate. E oggi, per restare in tema, «Sapori veneti in villa», incontro enogastronomico con le scuole di ristorazione. (p.pil.)

    Leggi tutto...
  • Giovani e futuri professionisti della ristorazione in bellavista a Lonigo
    24.05.11

    dieffe scuola di ristorazione


    Giovani e futuri professionisti della ristorazione in bellavista a Lonigo

    La Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo (Vi), con il patrocinio del Comune di Lonigo - assessorato alla cultura, è stata la protagonista dell'evento “ Degustazione di Primavera” svoltosi venerdì scorso presso la sede dell'istituto in via Turati. Una ghiotta occasione per il pubblico degli estimatori della buona tavola e delle tipicità che ha potuto degustare i prodotti a km0 offerti da selezionate aziende del territorio elaborati dalle mani dei futuri professionisti della ristorazione. Peperoni,asparagi, fragole, ciliegie, miele , olio , formaggi, salumi e anche fiori sono stati così al centro delle attenzioni dei futuri chef che hanno realizzato le preparazioni gastronomiche ideali per accompagnare anche i vini del territorio. Il tutto con molti dei produttori presenti che hanno allestito una vera e propria esposizione che si è rivelata un ulteriore momento di formazione per i giovani della scuola. Un evento salutato con grande attenzione sia dalle famiglie dei ragazzi che dalle istituzioni del territorio e da tutti coloro che riconoscono l'impegno di questa nuova generazione di professionisti.All'interno della manifestazione poi, ha avuto doveroso rilievo l'importante progetto "MENO ALCOL PIÙ GUSTO" promosso dall'USSL 20 di VICENZA in collaborazione con le scuole di ristorazione del territorio tra cui, appunto, la scuola di ristorazione Dieffe.

    Leggi tutto...
  • deGustazione di PrimaVera
    20.05.11

    dieffe scuola di ristorazione


    deGustazione di PrimaVera

    Venerdì 20 maggio, dalle 18.00 alle 21.00, a Lonigo (Vi), esposizione e degustazione di prodotti a km 0 offerti dai produttori dell’Area Berica ed interpretati e preparati dagli studenti della Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo… al chiaro di luna!

    Leggi tutto...
  • deGustazione di primaVera, venerdì a Lonigo
    19.05.11

    dieffe scuola di ristorazione


    deGustazione di primaVera, venerdì a Lonigo

    Cooperativa Sociale Dieffe - Venerdì 20 maggio a Lonigo esposizione e degustazione di prodotti a km 0 offerti dai produttori dell'Area Berica ed interpretati e preparati dagli studenti della Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo... al chiaro di luna!
    Venerdì sera... se siete pronti per il rito dell'aperitivo che inaugura il meritato riposo del week- end a conclusione della lunga settimana, potete allora ben affrontare anche una "deGustazione di primaVera" al chiaro di luna!

    La Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo (Vi), con il patrocinio del Comune di Lonigo - Assessorato alla Cultura, venerdì 20 maggio presso la propria sede in via Turati, 19 offrirà, dalle ore 18.00 alle ore 21.00 una degustazione di prodotti a km 0 offerti gentilmente da selezionate aziende del territorio che esporranno i propri beni agroalimentari ed enologici.
    Fragole e peperoni, formaggi, asparagi e ciliegie, miele, olio e salumi... e perché no anche fiori, il tutto degustato da ottimo vino ed elaborato dalle mani di futuri professionisti del settore ristorativo.
    Una esposizione nell'esposizione, utile per conoscere le realtà del territorio ma soprattutto per essere al corrente del lavoro formativo che la scuola svolge anno dopo anno e ai grandi passi effettuati da questi giovani che si apprestano a costruire, brillantemente il loro futuro.
    Un evento costruttivo dunque, che permetterà alle famiglie dei ragazzi, alle istituzioni del territorio e a tutti coloro che lo desiderano di apprezzare il lavoro svolto dagli allievi del Centro di Formazione Professionale, ma soprattutto permettere agli stessi di cimentarsi nella complessità dell'organizzazione di un evento e approfondire la conoscenza e la collaborazione con chi opera nella filiera agroalimentare.
    All'interno della manifestazione avrà una sua visibilità anche l'importante progetto "Meno alcol Più Gusto" promosso dall'Ussl 20 di Vicenza in collaborazione con le scuole di ristorazione del territorio tra cui la Scuola di Ristorazione Dieffe.
    La manifestazione vedrà la speciale collaborazione del CFP Dieffe di Valdobbiadene - Centro di Formazione Professionale e del suo studente Adam Protes Laranja reduce dal Campionato Mondiale di Pizza 2011.
    Espongono a "deGustazione di primaVera"
    Apicoltura Bio. Pizzato Marcellino - Miele
    Az. Agr. Colombara Di Tarantelli R. E Zanetello F. -Fiori
    Az. Agricola Pasini Paolo - Fragole e Peperoni
    Azienda Agricola Palladin Fiorenza - Olio
    Azienda agricola Pelosato - Asparagi e Ciliegie
    Azienda Agricola Costalunga - Vino
    Caseificio Albiero - Formaggio e Latticini
    Corte Nogarola s.r.l. - Riso
    Garden "Oasi Fiorita" - Fiori
    Signorato Giancarlo Soc Agr. Semp. - Salami e Insaccati
    Tosato Alberto s.n.c. - Pasticceria
    Vini Cris - Vino


    Leggi tutto...
  • “Desinari Primaverili”
    11.05.11

    dieffe scuola di ristorazione

    “Desinari Primaverili”

    COVOLO DI PIAVE Desinari primaverili Slow Food Montello e Colli Asolani e Lions Club Valdobbiadene organizzano, domani alle 20 a Vila Bellati di Covolo di Piave, la cena «Desinari primaverili», curata dagli studenti della Scuola di Ristorazione Dieffe di Valdobbiadene.
    Leggi tutto...
  • “Desinari Primaverili”
    11.05.11

    dieffe scuola di ristorazione

    “Desinari Primaverili” Slow food Veneto

    “Desinari Primaverili”  Giovedì 12 Maggio 2011- ore 20 “Villa Bellati” - Covolo di Piave (TV)

    Il Lions Club Valdobbiadene Quartier del Piave, sotto la vigile e attenta regia di Slow Food Colline Trevigiane e Montello Colli Asolani, vi invita a questa esclusiva ed elegante serata dedicata ai piatti della tradizione e alle produzioni locali. Cureranno la cucina e il servizio di  sala gli studenti della Scuola di Ristorazione Dieffe di Valdobbiadene.

    Menù della serata:

    Per iniziare:
    Rotolo di sfoglia con ricotta, sfogliatine dorate alle acciughe, ritorti ai semi di sesamo e di papavero, pasta e fagioli fredda con “Borlotto Nano Levada”   Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore ExtraDry “Vigneti del Fol”- Bisol

    A tavola:
    Bianchetto di “Pollo Rustichello” in carpione con scaglie di “Bastardo del Grappa” su misticanza di verdure.

    Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Brut “Crede”- Bisol
    Fagottino di crespella agli asparagi bianchi e Prosciutto Cotto alla Brace serviti su crema di piselli
    Risotto con Bruscadoli e “Casatella Trevigiana DOP
    Biancheta “Terre dei Castellaz” - Az. Agricola Andrighetto
    Filetto di maiale in camicia con olive, mandorle e zenzero

    Asparagi bianchi di “Cimadolmo” alla griglia

    Patate dorate al forno con “Mais Biancoperla” (Presidio Slow Food ®)

    Il Rosso “Terre dei Castellaz” - Az. Agricola Andrighetto

    Sfogliatine di “Mele di Monfumo” con crema alla cannella

    Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Dry Crù “Salis” - Bisol

    Indirizzo: Villa Bellati - Via montello, 1c - Covolo di Piave (TV) Info e Prenotazioni: Luciano Grotto Gasparini Riccardo 335 6068345 320 8285894 lugrott@tin.it riccardo.gas@gmail.com Costo a persona: 35 €

    Leggi tutto...
  • Corsi per cuochi e per pasticceri
    19.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Corsi per cuochi e per pasticceri

    Sono aperte le iscrizioni ai corsi serali per cuoco e pasticcere organizzati dalla cooperativa sociale Dieffe e che prevedono il rilascio di un attestato della Regione Veneto. Le lezioni si terranno a Valdobbiadene. Info www.dieffe.com. o tel. 0498033650. (A.D.)

    Leggi tutto...
  • E’ Adam il re della pizza
    15.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    E’ Adam il re della pizza

    Campione del mondo. Studente trevigiano vince il torneo.   TREVISO — Chi dice pizza dice Napoli, dice Margherita e pummarola. Ma anche la Marca ha il suo numero uno, un ventenne di origini brasiliane che studia a Valdobbiadene.

    Si chiama Adam Protes Laranja ed è un promettente allievo del terzo anno della Scuola di Ristorazione Veneta Dieffe. È stato proclamato campione del mondo di pizza, nella sezione dedicata ai pizzaioli stranieri, mercoledì sera a Salsomaggiore Terme.

    La sua opera d’arte culinaria aveva i colori della bandiera carioca, in omaggio alla sua terra natia: giallo e verde, con asparagi, frittata e formaggio. Fin da piccolo il ragazzo ha dimostrato una particolare predisposizione alla cucina e una grande passione per la ristorazione, ma mai si sarebbe aspettato un titolo mondiale. «Sono molto contento – ha detto Adam - fino ad un minuto fa era per me solo un sogno, invece adesso è tutto vero!». A rappresentare l’istituto erano in due: Adam, che vive nel Trevigiano da 8 anni, e il suo compagno di classe Simone Gerlin. Il giovanissimo duo ha sfondato così un tabù: è stata la prima volta che due studenti di una scuola di ristorazione partecipavano al Campionato del Mondo di Pizza. Hanno sfidato, fra gli altri, il loro docente il padovano Gianni Calaon che nel 2010 ha vinto il titolo di campione: «Ero sicuro che prima o poi uno di loro mi avrebbe dato grandi soddisfazioni».

    Leggi tutto...
  • Argento a Gianni Calaon Il suo allievo Adam è d’oro
    15.04.11
    dieffe scuola di ristorazione


    Argento a Gianni Calaon Il suo allievo Adam è d’oro

    Mondiali per pizzaioli a Salsomaggiore. Gianni Calaon del «Penelope» abdica dal titolo mondiale, ma conquista un bel bronzo nella categoria «pizza a due», dove i piazzaioli gareggiano in coppia con un cuoco (la moglie Nicoletta ha preso l’argento). Ma ai mondiali di Salsomaggiore un suo allievo della scuola Dieffe, il ventenne Adam Protes Laranja, brasiliano che vive a Treviso, ha vinto l’oro fra i giovani.

    .

    Leggi tutto...
  • Pizza:lo studente Adam Laranja diventa campione del mondo
    15.04.11
    dieffe scuola di ristorazione

    Pizza: lo studente Adam Laranja diventa campione del mondo


    (m.mir.) Valdobbiadene alla ribalta mondiale anche per la pizza, oltre al Prosecco, grazie allo studente Adam Protes Laranja, 20 anni di origini brasiliane, della Scuola Veneta Di Ristorazione Dieffe della sede di Valdobbiadene e allievo in corso al terzo anno. Ai mondiali di pizza, che si sono tenuti a Salsomaggiore, si è aggiudicato il titolo di campione del mondo nella categoria stranieri. In onore del suo paese di origine, il Brasile, il giovane studente ha proposto una pizza dai colori giallo e verde, con asparagi, frittata e formaggio. Ma anche l'insegnante del giovane allievo, il prof. Gianni Calaon, padovano, ha conquistato il bronzo nella categoria «pizza a 2» dopo l'oro singolarmente dello scorso anno.


    Leggi tutto...
  • A Salsomaggiore piace la pizza dei veneti
    15.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    A Salsomaggiore piace la pizza dei veneti

    RISTORAZIONE IN VISTA ANCORA GIANNI CALAON. CAMPIONATO DEL MONDO Il docente padovano terzo nella pizza a due con il cuoco Manuel Baraldo. Tanti sul podio. PIZZAIOLI e scuole veneti alla ribalta alla ventesima edizione del Campionato del mondo della pizza, svoltosi a Salsomaggiore. Infatti, nella categoria ‘pizza a due’, pizzaiolo e cuoco, il campione uscente 2010 Gianni Calaon di Padova è salito ancora una volta sul podio, questa volta con Manuel Baraldo superato, nella stessa categoria dai suoi epigoni Nicoletta Fornasiero (pizzaiolo) e Matteo Bellini (cuoco), con una pizza al fegato alla veneziana, rivisitata. Calaon aveva invece presentato una inedita ‘oca e bisi’. A dare il patrocinio alla squadra veneta è stata Veneto Agricoltura proprio in relazione alla tipicità delle realizzazioni che Calaon e C. avevano portato a Salsomaggiore. Sugli scudi anche Adam Protes, allievo della Scuola Di Ristorazione Veneta Dieffe. L’allievo della scuola di Valdobbiadene si è classificato primo nella categoria pizza classica, la più importante del campionato vinta l’anno dal suo insegnante Gianni Calaon. Ventenne, di origine brasiliane, allievo del terzo anno della scuola ha vinto il settore stranieri con una pizza dal colori giallo-verde ( a base di asparagi - frittata- formaggio) in onore del Paese carioca.

    Leggi tutto...
  • ALIMENTARE: BRASILIANO TREVIGIANO VINCE MONDIALE PIZZAIOLI
    14.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    ALIMENTARE: BRASILIANO TREVIGIANO VINCE MONDIALE PIZZAIOLI

    TREVISO, 14 APR - E' uno studente della sede di Valdobbiadene (Treviso) della Scuola di ristorazione veneta Dieffe il campione del mondo di pizza settore stranieri. Il giovane,  Adam Protes Laranja, 20 anni, di origini brasiliane, allievo in corso al terzo anno, si è aggiudicato il titolo al campionato di Salsomaggiore Terme (Parma) proponendo una pizza dai colori giallo-verde brasiliani, a base, cioè, di asparagi, frittata e formaggio. Anche il suo insegnante, Gianni Calaon, di Padova, era stato campione di pizza nel 2010. (ANSA).


    Leggi tutto...
  • Un brasiliano di Valdobbiadene diventa campione mondiale dei pizzaioli
    14.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Un brasiliano di Valdobbiadene diventa campione mondiale dei pizzaioli

    Non è che un ventenne Adam Protes Laranja di origini brasiliane ma già può fregiarsi del l titolo di campione del mondo di pizza – settore stranieri che gli è stato conferito a Salsomaggiore Terme. Allievo in corso al terzo anno della Scuola di Ristorazione Veneta Dieffe ha sbaragliato gli avversari con una pizza ispirata dai colori della bandiera del suo Paese di origine: il verde degli asparagi il giallo della frittata e del formaggio. Adam che frequenta la scuola di ristorazione Dieffe nella sede di Valdobbiadene (Tv), vive nella terra del prosecco da 8 anni e sin da bambino aveva la passione per la ristorazione ma è stato l'incontro con uno dei suoi docenti più blasonati, il campione del mondo padovano Gianni Calaon, che lo ha portato verso la strada del professionismo e dell'eccellenza.
    " Sono molto contento e non mi sembra vero - ha dichiarato Adam Protes al momento della proclamazione - fino ad un minuto fa era per me solo un sogno improbabile invece adesso è tutto vero! sono felicissimo e ancora più convinto e soddisfatto di aver scelto i corsi della scuola Dieffe e aver avuto come docente Gianni Calaon. Che ha creduto in me spronandomi nel tentare questa avventura".
    A rappresentare la Scuola Dieffe oltre a Protes c'era anche il suo compagno di classe Simone Gerlin che insieme al neo campione non ha mancato di suscitare consensi per le prodezze manifestate con grande determinazione e senza timore di essere in un'arena popolata da affermati pizzaioli e maestri, come lo stesso Claudio Calaon, che partecipavano al Campionato del Mondo di Pizza di Salsomaggiore. Manifestazione che per la cronaca oltre al riconoscimento per Adam ha fruttato il secondo posto nella categoria “pizza a due” alla moglie di Calaon, Nicoletta Fornaiero. Che, con buona pace del consorte si è piazzata proprio davanti al campione mondiale che in questa edizione del campionato Mondiale ha dovuto accontentarsi di un terza moneta. Ampiamente ripagata però dalla soddisfazione di aver visto sui gradini più alti del podio i suoi allievi.

    Leggi tutto...
  • Un pizzaiolo di 20 anni è campione mondiale
    14.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Un pizzaiolo di 20 anni è campione mondiale


    PARMA, 14 APRILE - È uno studente della sede di Valdobbiadene (Treviso) della scuola di ristorazione veneta Dieffe il campione del mondo di pizza settore stranieri. Il giovane, Adam Protes Laranja, 20 anni, di origini brasiliane, allievo in corso al terzo anno, si è aggiudicato il titolo al campionato di Salsomaggiore Terme (Parma) proponendo una pizza dai colori giallo-verde brasiliani, a base, cioè, di asparagi, frittata e formaggio. Anche il suo insegnante, Gianni Calaon, di Padova, era stato campione di pizza nel 2010.


    Leggi tutto...
  • TREVIGIANO VINCE IL MONDIALE PER PIZZAIOLI
    14.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    TREVIGIANO VINCE IL MONDIALE PER PIZZAIOLI

    VALDOBBIADENE - E' uno studente della sede di Valdobbiadene della scuola di ristorazione veneta Dieffe il campione del mondo di pizza settore stranieri. Il giovane, Adam Protes Laranja, 20 anni, di origini brasiliane, allievo in corso al terzo anno, si è aggiudicato il titolo al campionato di Salsomaggiore Terme (Parma) proponendo una pizza dai colori giallo-verde brasiliani, a base, cioè, di asparagi, frittata e formaggio.Anche il suo insegnante, Gianni Calaon, di Padova, era stato campione di pizza nel 2010.

    .


    Leggi tutto...
  • Mondiali della pizza: due allievi sfidano il prof a Salsomaggiore
    12.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Mondiali della pizza: due allievi sfidano il prof a Salsomaggiore

    Per la prima volta due allievi di una scuola alberghiera partecipano al campionato mondiale della pizza. Si tratta di Simone Gerlin e di Adam Protes Laranja, entrambi allievi della scuola di ristorazione Dieffe di Valdobbiadene, impegnati nel mondiale in programma oggi (martedì) e domani a Salsomaggiore. Oggi gareggiano nella categoria «pizza classica», dove fra gli avversari trovano il loro insegnante, Gianni Calaon, laureatosi l'anno scorso campione del mondo. Una sfida che si prospetta davvero avvincente con proposte innovative messe a punto dai due ragazzi insieme al loro docente e «avversario». Il ventunenne Simone Gerlin di Pieve di Soligo proporrà una pizza a base di funghi porcini, pancetta al pepe e formaggio Morlacco; il ventenne Adam Protes Laranja, di origini brasiliane, porterà una pizza dai colori giallo-verde (a base di asparagi, frittata, formaggio) in onore del paese carioca. Il pizzaiolo-docente, il padovano Gianni Calaon, parteciperà invece su più categorie con pizze e abbinamenti che non mancheranno di stupire. La sfida di oggi praticamente ha preso il via nell'estate scorsa quando Alberto Raffaelli, preside della scuola Dieffe di Valdobbiadene, venuto a conoscenza della vittoria di Calaon ottenuta realizzando una pizza con ingredienti made in Veneto, in particolar modo il prosecco di Valdobbiadene, chiese al campione di diventare insegnante nella sua sede. Da tale sodalizio nasce tra le colline del prosecco il primo ristorante didattico alla «Torre», una esperienza nuova e molto formativa che permette agli studenti della scuola di ristorazione di intraprendere, durante i mesi estivi, un vero e proprio stage sul campo.



    Leggi tutto...
  • Tourism Business Game
    12.04.11

    dieffe scuola di ristorazione


    Giocare con l'impresa: Tourism Business Game

    Tourism Business Game è un progetto realizzato dalla Camera di Commercio in compartecipazione con la Confesercenti di Padova e il patrocinio della Provincia; una simulazione d'impresa nel settore turistico rivolto agli studenti delle scuole superiori di Padova e Provincia.
    Venerdì 25 marzo c'è stata la presentazione dei progetti finali presso la Camera di Commercio di Padova, alla presenza della commissione di valutazione. Presenti:
    MAURIZIA DOSSO, vice Segretario Generale della Camera di Commercio di Padova
    NICOLA ROSSI  Presidente Confesercenti Padova
    MARTA DALLA VECCHIA  Asserrore alle attività produttive e turistiche del Comune di Padova
    STEFAN MARCHIORO - Direttore Turismo Padova Terme Euganee

    All’inizio dell’anno scolastico 2010-2011 sono state selezionale tre idee imprenditoriali, due provenienti dall’Istituto Valle di Padova e una dalla scuola di ristorazione Dieffe di Granze. Gli studenti hanno avuto un determinato periodo durante l’anno scolastico per costruire e realizzare la propria idea imprenditoriale nel settore turistico della nostra provincia, accompagnati da tutor esperti e docenti ed imprenditori del settore.
    L’obiettivo di Tourism Business Game è quello di sensibilizzare gli studenti su un settore considerato trainante nel nostro territorio mettendosi in gioco. Durante il progetto i ragazzi hanno imparato a lavorare in gruppo come in un’impresa per raggiungere obiettivi complessi e si sono avvicinati alle norme che regolano il mondo dell'impresa.

    I vincitori:

    Prima classificata la classe IV BT del Valle con il progetto Waterwall Colors, un acquapark termale a Battaglia Terme

    Secondi classificati,
    la III della Scuola di Ristorazione Dieffe di Granze con il progetto Via Veneto – Quick Restourant

    Terzi classificati
    le classi IV E e IV A dell'aziendale del Valle con il progetto Omicron srl, una società che offre servizi logistici legati al turismo.

    La commissione di valutazione è stata composta da:

    CAVALIERE SIMONE – titolare dell’Acquafollie di Caorle
    FRANCHIN MASSIMO – Titolare del Ristorante Corte Sconta a Torreglia
    FURLAN ROBERTO – Presidente delal Camera di Commercio di Padova
    GIORDANI SERGIO - Presidente dell’ Interporto di Padova Spa
    MARCHIORO STEFAN – Direttore di Turismo Terme Euganee
    POLETTO IDA – Presidente consorzio turistico Tass di Abano Terme
    ROSSI NICOLA – Presidente Confesercenti Padova
    SAMBO VALERIA – Funzionario Ufficio Scolastico Padova

    Tutti presenti alla premizione.

    Il progetto ha riscosso ampio successo sia tra i giovani e le scuole che tra le istituzioni che si sono dette soddisfatte dei risultati ottenuti.

    Leggi tutto...
  • Scuole Dieffe protagoniste al Campionato Mondiale della Pizza
    11.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

     

     

     

     

     

    Scuole Dieffe protagoniste al Campionato Mondiale della Pizza

    Per la prima volta in Italia due allievi di una Scuola Alberghiera partecipano ad un mondiale – a Salsomaggiore dall’11 al 13 Aprile - sfidando il proprio insegnante laureatosi lo scorso anno Campione del Mondo **** Martedì 12 aprile 2011 - Simone Gerlin e il brasiliano Adam Protes Laranja saranno i primi allievi d’Italia di una scuola di ristorazione che parteciperanno al Campionato Mondiale della Pizza, di scena a Salsomaggiore Terme da lunedì 11 a mercoledì 13 aprile. Dall’esperienza del Ristorante Didattico in terra di prosecco al Mondiale di Salsomaggiore … ne hanno fatta di strada questi due giovani allievi della Scuola di Ristorazione Dieffe di Valdobbiadene – Tv! I due giovani allievi gareggeranno nella categoria regina del torneo, quella di “pizza classica”, dove si contenderanno il titolo addirittura contro il loro insegnante Gianni Calaon, laureatosi l’anno scorso Campione del Mondo. Una sfida che si prospetta davvero avvincente con proposte innovative studiate per l’occasione dai due ragazzi insieme al loro docente e “avversario”: Il ventunenne Simone Gerlin da Pieve di Soligo –Tv - proporrà una pizza a base di funghi porcini, pancetta al pepe e formaggio Morlacco (prodotto nel più piccolo caseificio d’Europa nei pressi di Valdobbiadene); il ventenne Adam Protes Laranja di origini brasiliane, porterà una pizza dai colori giallo – verde ( a base di asparagi – frittata - formaggio) in onore del Paese carioca; il pizzaiolo padovano Gianni Calaon parteciperà invece su più categorie con pizze e abbinamenti che non mancheranno di stupire. Il risultato di oggi ha inizio nell’estate 2010, quando Alberto Raffaelli preside della scuola Dieffe di Valdobbiadene, venuto a conoscenza della vittoria di Calaon ottenuta dalla realizzazione di una pizza con ingredienti made in Veneto, in particolar modo il prosecco di Valdobbiadene, chiede al Campione di diventare insegnante nella sua sede. Da questo sodalizio nasce tra le colline del prosecco il primo ristorante didattico alla “Torre”, una esperienza didattica nuova e molto formativa che permette agli studenti della scuola di ristorazione di intraprendere, durante i mesi estivi, un vero e proprio stage sul campo ma soprattutto un autentico incubatore dove sono emersi i due allievi che oggi tenteranno di superare il maestro! La partecipazione di Dieffe al Campionato del Mondo della Pizza non è certamente casuale. L’Ente di Formazione Veneto è presente infatti da oltre 25 anni nel settore della Ristorazione con cinque scuole (CFP - Centri di Formazione Professionale) ed è l’unico in Italia ad organizzare un corso per pizzaioli che rilascia una Qualifica Regionale. Un titolo quest’ultimo molto apprezzato che permette una reale professionalizzazione in un settore in cui molti si improvvisano. *** Dieffe nasce nel 1985 a Padova da un gruppo di giovani neolaureati e stabilisce la sua prima sede a Marghera presso la scuola Padre Egidio, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo professionale e umano dei giovani in cerca di lavoro e dei lavoratori gia inseriti nelle imprese. Oggi Dieffe, azienda certificata UNI EN ISO 9001:2000, è un organismo di formazione professionale e Consulenza accreditato presso la Regione Veneto, attivo nell’ambito educativo con i suoi Centri Professionali, nella formazione dei giovani in cerca di prima occupazione e nella formazione continua di lavoratori e imprese pubbliche e private. Da più di venti anni si occupa di progettazione e consulenza, muovendosi in un ottica di continua ricerca verso l’innovazione per rispondere tempestivamente ai nuovi bisogni delle persone e delle imprese. Oltre a costituire un importante centro di Orientamento per i giovani, Dieffe è Scuola di Formazione Professionale nel settore della RISTORAZIONE con sedi a Padova (due), Spinea (VE), Lonigo (VI) e Valdobbiadene (TV).


    Leggi tutto...
  • Mondiale Pizza: allievi sfidano il maestro
    10.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Mondiale Pizza: allievi sfidano il maestro

    VALDOBBIADENE. Per la prima volta due allievi di una scuola alberghiera italiana partecipano al campionato mondiale di pizza, sfidando, peraltro, il loro insegnante. Avverrà martedì a Salsa maggiore Terme. Nella categoria <<pizza classica» il 21enne pievigino Simone Gerlin e il 20enne brasiliano Adam Protes Laranja sfideranno il pizzaiolo padovano Gianni Calaon, campione del mondo uscente e loro insegnante alla Scuola di ristorazione Dieffe “Berton” di Valdobbiadene. Simone Gerlin proporrà una pizza a base di funghi porcini, pancetta al pepe e formaggio Morlacco  prodotto in un tipico caseificio della montagna di Valdobbiadene. Adam Protes Laranja invece, metterà in formo una pizza verde-oro, dedicata al proprio paese, a base di asparagi, frittata e formaggio. Calaon é diventato iridato proponendo una pizza con ingredienti <<made in Veneto». (g.z.)

    Leggi tutto...
  • Allievi pizzaioli protagonisti ai mondiali di pizza
    10.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Allievi pizzaioli protagonisti ai mondiali di pizza

    Simone Gerlin e il brasiliano Adam Protes Laranja (nella foto) saranno i primi allievi d’Italia di una scuola di ristorazione che parteciperanno al Campionato Mondiale della Pizza, di scena a Salsomaggiore Terme da lunedì 11 a mercoledì 13 aprile. Dall’esperienza del "Ristorante didattico" in terra di prosecco al mondiale di Salsomaggiore Terme ne hanno fatta di strada questi due giovani allievi della Scuola di Ristorazione Dieffe "Berton" di Valdobbiadene.

    I due gareggeranno martedì prossimo nella categoria regina del torneo, quella di “pizza classica”, dove contenderanno il titolo addirittura al loro insegnante Gianni Calaon, laureatosi l’anno scorso Campione del Mondo. Una sfida che si prospetta davvero avvincente con proposte innovative studiate per l’occasione dai due ragazzi insieme al loro docente e avversario.

    Il ventunenne Simone Gerlin di Pieve di Soligo proporrà una pizza a base di funghi porcini, pancetta al pepe e formaggio Morlacco (prodotto nel più piccolo caseificio d’Europa nei pressi di Valdobbiadene). Il ventenne Adam Protes Laranja, di origini brasiliane, porterà una pizza dai colori giallo–verde (a base di asparagi, frittata e formaggio) in onore del Paese carioca. Il pizzaiolo padovano Gianni Calaon, invece, parteciperà a più categorie con pizze e abbinamenti che non mancheranno di stupire.

    Il risultato di oggi ha inizio nell’estate 2010, quando Alberto Raffaelli preside della scuola Dieffe di Valdobbiadene, venuto a conoscenza della vittoria di Calaon ottenuta dalla realizzazione di una pizza con ingredienti made in Veneto, in particolar modo il prosecco di Valdobbiadene, chiede al campione di diventare insegnante nella sua sede. Da questo sodalizio nasce tra le colline del prosecco il primo ristorante didattico alla “Torre”, una esperienza didattica nuova e molto formativa che permette agli studenti della scuola di ristorazione di intraprendere, durante i mesi estivi, un vero e proprio stage sul campo, ma soprattutto un autentico incubatore dove sono emersi i due allievi che oggi tenteranno di superare il maestro.

    La partecipazione di Dieffe al Campionato del Mondo della Pizza non è certamente casuale. L’Ente di Formazione Veneto è presente, infatti, da oltre 25 anni nel settore della ristorazione con cinque Centri di Formazione Professionale ed è l’unico in Italia ad organizzare un corso per pizzaioli che rilascia una Qualifica Regionale. Un titolo quest’ultimo molto apprezzato che permette una reale professionalizzazione in un settore in cui molti si improvvisano.

    Leggi tutto...
  • SPINEA Diplomi ai cuochi della scuola Dieffe
    08.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    SPINEA Diplomi ai cuochi della scuola Dieffe

    SPINEA - La Scuola di ristorazione Dieffe di Spinea diploma i nuovi cuochi. Appuntamento domani, sabato, alle 11 con la cerimonia di consegna dei diplomi ai neo diplomati del corso di aiuto cuoco dell'anno formativo 2009/2010. Presenti Carla Berto, direttrice della scuola, Cristiano Taffarello, coordinatore del corso. (p.fav.)

    Leggi tutto...
  • Addetto alla Contabilità. Dieffe Corso di Formazione
    07.04.11

    dieffe scuola di ristorazione

    Addetto alla Contabilità. Dieffe Corso di Formazione

    Oggi nella sede della Cooperativa Sociale Dieffe in via Forcellini 170 presentazione della nuova edizione del Corso di Addetto alla Contabilità. Le lezioni iniziaranno il 15 aprile e affronteranno 400 ore di formazione, di cui 120 in stage aziendale. Alla fine del corso verrà rilasciata una qualifica riconosciuta. Informazioni 800 272 565 www.dieffe.com

    Leggi tutto...
  • Ultima possibilità per la Qualifica di Operatore Socio Sanitario
    31.03.11
    dieffe scuola di ristorazione

    Ultima possibilità per la Qualifica di Operatore Socio Sanitario

    Prendersi cura dei malati, tendere la mano alle loro difficoltà: gesti semplici ma che in realtà richiedono impegno, attenzione e soprattutto professionalità per essere investiti di senso e realizzati con coscienza e responsabilità. Sono queste le caratteristiche che un buon Operatore Socio Sanitario deve acquisire e mettere in pratica per il suo lavoro futuro. Giovedì 31 Marzo 2011, è il termine ultimo per iscriversi all’edizione 2011 al Corso di Operatore Socio Sanitario organizzato dalla Cooperativa Sociale Dieffe a Crespadoro (Vi) e a Meledo di Sarego (Vi). Gli aspiranti corsisti dovranno eseguire una prova selettiva mediante test scritto e colloquio, venerdì 1 Aprile alle ore 9.00 presso la sede per cui hanno chiesto la candidatura. Il corso rilascia la qualifica professionale riconosciuta dalla Regione Veneto e in tutto il territorio nazionale, abilitando alla professione in tutti i servizi sociali e sanitari. Il corso avrà la durata complessiva di 1000 ore, di cui 520 ore di tirocinio e 480 ore di teoriche in aula.

    La qualifica professionale di Operatore Socio Sanitario costituisce il titolo base per poter accedere presso gli enti pubblici come le Unità Locali Socio Sanitarie e le Aziende Ospedaliere oppure presso le I.P.A.B. (Istituzioni di Pubblica Assistenza e Beneficienza), le Strutture Sanitarie, Sociali o Socio Sanitarie private: strutture che mostrano una continua richiesta di domanda di lavoro.

    Leggi tutto...
  • Crespadoro. Iscrizioni al Corso per Operatore socio sanitario
    31.03.11
    dieffe scuola di ristorazione

    Crespadoro. Iscrizioni al Corso per Operatore socio sanitario

    OPERATORE SANITARIO SCADONO LE ISCRIZIONI. Scade oggi il termine ultimo per iscriversi all’edizione 2011 al Corso di Operatore Socio Sanitario organizzato dalla Cooperativa Sociale Dieffe a Crespadoro (Vi) e a Meledo di Sarego (Vi). Gli aspiranti corsisti dovranno eseguire una prova selettiva mediante test scritto e colloquio, venerdì 1 Aprile alle ore 9.00 presso la sede per cui hanno chiesto la candidatura. Il corso rilascia la qualifica professionale riconosciuta dalla Regione Veneto e in tutto il territorio nazionale, abilitando alla professione in tutti i servizi sociali e sanitari. Il corso avrà la durata complessiva di 1000 ore, di cui 520 ore di tirocinio e 480 ore di teoriche in aula.

    La qualifica professionale di Operatore Socio Sanitario costituisce il titolo base per poter accedere presso gli enti pubblici come le Unità Locali Socio Sanitarie e le Aziende Ospedaliere oppure presso le I.P.A.B. (Istituzioni di Pubblica Assistenza e Beneficienza), le Strutture Sanitarie, Sociali o Socio Sanitarie private: strutture che mostrano una continua richiesta di domanda di lavoro.

    Leggi tutto...
  • Corso sociosanitario, scade termine
    31.03.11
    dieffe scuola di ristorazione

    Corso sociosanitario, scade termine

    CRESPADORO - Ultima possibilità in provincia di Vicenza per ottenere la qualifica di operatore socio sanitario. Si chiudono oggi le iscrizioni per accedere alla prova selettiva e frequentare il corso organizzato dalla Cooperativa sociale Dieffe nei comuni di Crespadoro e Meledo di Sarego. Il corso rilascia la qualifica professionale riconosciuta dalla Regione e in tutto il territorio nazionale abilitando alla professione in tutti i servizi socio sanitari.

    Leggi tutto...
  • Tourism Business Game
    29.03.11

    dieffe scuola di ristorazione


    Tourism Business Game

    "Quando l'innovazione incontra la Ristorazione" Il progetto delle classi III della Scuola di Ristorazione Dieffe di Granze. Padova. Tourism Business Game è un progetto della Camera di Commercio di Padova in compartecipazione con la Confesercenti di Padova, e patrocinato dalla Provincia di Padova, rivolto agli istituti scolastici superiori di Padova e Provincia, che intende realizzare un ponte tra scuola e impresa attraverso attività pratiche e laboratori che consentano ai ragazzi di misurarsi e di mettersi alla prova.  In questo modo si ambisce a diffondere tra i giovani la sensibilità verso la cultura d’impresa e le metodologie di gestione aziendale. Tre sono i progetti che il 25 marzo presso la sala Convegni della CCIAA di Padova (p.zza Insurrezione) verranno premiati dalla commissione di valutazione.

    Presentiamo l’idea delle classi terze della Scuola di Ristorazione Dieffe di Granze, diretta dal dott. Luciano  Gatti, che riguarda la realizzazione virtuale di una azienda di produzione di prodotti tipici del territorio con cinque punti vendita “quick restaurant”nel centro storico di Padova. La classe ha sviluppato il progetto nell’arco dell’anno scolastico, mettendo in luce gli aspetti imprenditoriali con l’aiuto di esperti del settore turistico e aziendale.
    La cucina veneta si può considerare una cucina popolare ma anche aristocratica. E’ la cucina contadina della polenta e della pasta e fagioli, ma anche la cucina delle ville venete e dei “risi e bisi”, che venivano serviti ai Dogi nel giorno di San Marco. La varietà dei paesaggi è anche ricchezza di sapori culinari. Venezia è la città che per prima ha fatto conoscere le spezie, ed insieme a Chioggia, presenta una cucina ricca di pesce e prodotti di mare. In pianura è nota la polenta, derivata dalla varietà Marano di mais, discendente non per origine ma per uso gastronomico dall’antica “puls” romana di cereali macinati. Altro grande protagonista culinario è il riso, di cui è apprezzata la varietà Vialone Nano Veronese. Più misurato è il ruolo della pasta asciutta che si trova sotto forma di “bigoli”, oppure come “lasagne”, con cui si indicano le tagliatelle. Oltre al pesce marino pescato nella laguna, ed al pesce d’acqua dolce dei fiumi e del Lago di Garda, singolare è il ricorso al “bacalà” che si fa a Vicenza ed altrove. Tra le carni, lo spazio maggiore è per gli animali di bassa corte ed in genere per la carne bianca. Discorso a parte merita la selvaggina, piatto forte della montagna. Numerosissime sono le varietà ortofrutticole che intervengono nella gastronomia. Il Veneto produce circa il 20% del vino italiano. Complementare al vino è la produzione di olio d’oliva presso il lago di Garda. Il Veneto è inoltre la regione più turistica d’Italia e presenta una varietà di paesaggi ed una ricchezza gastronomica straordinaria, legata alla tradizione ed alla diversità dei prodotti del territorio.

    L’IDEA. Per tutti questi motivi, il progetto immaginato dai ragazzi prevede un centro di produzione direzionale di prodotti tipici del territorio con cinque punti vendita satellite nel centro storico di Padova. L'idea consiste nel creare un centro di produzione gastronomica situato in un'area limitrofa a Padova, dove verranno svolte delle preparazioni di semilavorati che verranno stoccati in loco e spediti giornalmente nei vari locali satellite. Questo sito  avrà inoltre il ruolo di gestire l’organizzazione logistica, amministrativa e contabile di tutti i locali satellite. La proposta gastronomica sarà principalmente dedicata ai prodotti tipici del territorio quindi a km0 e con un basso impatto ambientale. La struttura, le attrezzature e l’impiantistica saranno infatti particolarmente orientate ai bassi consumi di energia e preferibilmente all'utilizzo di energia rinnovabile.
    Molta importanza verrà data alla fidelizzazione della clientela attraverso la distribuzione di box di asporto “special edition” per i clienti più fedeli e di CD-rom interattivi contenenti le ricette dei prodotti acquistabili in modo da permettere al cliente di cimentarsi nella loro preparazione.
    Lo slogan della promozione sarà : “Se il palato vi abbiamo deliziato un CD con le nostre ricette vi sarà regalato, e provate voi a far quello che facciamo noi!”
    MISSION. Credere nella qualità territoriale del Veneto, dei suoi prodotti e della sua cultura
    BRAND Nome  principale:  VIA VENETO
    Sottotitolo identificativo:  quick restaurant
    Tema: typical veneto food

    Leggi tutto...
  • VIA VENETO QUICK RESTAURANT
    25.03.11

    dieffe scuola di ristorazionePADOVA. TOURISM BUSINESS GAME è un progetto della Camera di Commercio di Padova in compartecipazione con la Confesercenti di Padova, e patrocinato dalla Provincia di Padova, rivolto agli istituti scolastici superiori di Padova e Provincia, che intende realizzare un ponte tra scuola e impresa attraverso attività pratiche e laboratori che consentano ai ragazzi di misurarsi e di mettersi alla prova.  In questo modo si ambisce a diffondere tra i giovani la sensibilità verso la cultura d’impresa e le metodologie di gestione aziendale. Tre sono i progetti che il 25 marzo presso la sala Convegni della CCIAA di Padova (p.zza Insurrezione) verranno premiati dalla commissione di valutazione.
    Presentiamo l’idea delle classi terze della Scuola di Ristorazione Dieffe di Granze, diretta dal dott. Luciano  Gatti, che riguarda la realizzazione virtuale di una azienda di produzione di prodotti tipici del territorio con cinque punti vendita “quick restaurant”nel centro storico di Padova. La classe ha sviluppato il progetto nell’arco dell’anno scolastico, mettendo in luce gli aspetti imprenditoriali con l’aiuto di esperti del settore turistico e aziendale.
    La cucina veneta si può considerare una cucina popolare ma anche aristocratica. E’ la cucina contadina della polenta e della pasta e fagioli, ma anche la cucina delle ville venete e dei “risi e bisi”, che venivano serviti ai Dogi nel giorno di San Marco. La varietà dei paesaggi è anche ricchezza di sapori culinari. Venezia è la città che per prima ha fatto conoscere le spezie, ed insieme a Chioggia, presenta una cucina ricca di pesce e prodotti di mare. In pianura è nota la polenta, derivata dalla varietà Marano di mais, discendente non per origine ma per uso gastronomico dall’antica “puls” romana di cereali macinati. Altro grande protagonista culinario è il riso, di cui è apprezzata la varietà Vialone Nano Veronese. Più misurato è il ruolo della pasta asciutta che si trova sotto forma di “bigoli”, oppure come “lasagne”, con cui si indicano le tagliatelle. Oltre al pesce marino pescato nella laguna, ed al pesce d’acqua dolce dei fiumi e del Lago di Garda, singolare è il ricorso al “bacalà” che si fa a Vicenza ed altrove. Tra le carni, lo spazio maggiore è per gli animali di bassa corte ed in genere per la carne bianca. Discorso a parte merita la selvaggina, piatto forte della montagna. Numerosissime sono le varietà ortofrutticole che intervengono nella gastronomia. Il Veneto produce circa il 20% del vino italiano. Complementare al vino è la produzione di olio d’oliva presso il lago di Garda. Il Veneto è inoltre la regione più turistica d’Italia e presenta una varietà di paesaggi ed una ricchezza gastronomica straordinaria, legata alla tradizione ed alla diversità dei prodotti del territorio.

    L’IDEA. Per tutti questi motivi, il progetto immaginato dai ragazzi prevede un centro di produzione direzionale di prodotti tipici del territorio con cinque punti vendita satellite nel centro storico di Padova. L'idea consiste nel creare un centro di produzione gastronomica situato in un'area limitrofa a Padova, dove verranno svolte delle preparazioni di semilavorati che verranno stoccati in loco e spediti giornalmente nei vari locali satellite. Questo sito  avrà inoltre il ruolo di gestire l’organizzazione logistica, amministrativa e contabile di tutti i locali satellite. La proposta gastronomica sarà principalmente dedicata ai prodotti tipici del territorio quindi a km0 e con un basso impatto ambientale. La struttura, le attrezzature e l’impiantistica saranno infatti particolarmente orientate ai bassi consumi di energia e preferibilmente all'utilizzo di energia rinnovabile.
    Molta importanza verrà data alla fidelizzazione della clientela attraverso la distribuzione di box di asporto “special edition” per i clienti più fedeli e di CD-rom interattivi contenenti le ricette dei prodotti acquistabili in modo da permettere al cliente di cimentarsi nella loro preparazione.
    Lo slogan della promozione sarà : “Se il palato vi abbiamo deliziato un CD con le nostre ricette vi sarà regalato, e provate voi a far quello che facciamo noi!”
    MISSION. Credere nella qualità territoriale del Veneto, dei suoi prodotti e della sua cultura
    BRAND Nome  principale:  VIA VENETO
    Sottotitolo identificativo:  quick restaurant
    Tema: typical veneto food

    Leggi tutto...
  • DIEFFE ATTIVA NEI SERVIZI DI CONSULENZA PER LA CERTIFICAZIONE FSC E COC
    24.03.11

     

    dieffe consulenza aziendale

    DIEFFE ATTIVA NEI SERVIZI DI CONSULENZA PER LA CERTIFICAZIONE FSC E COC

    Tante le imprese che hanno scelto la società padovana per certificare la propria attività secondo i rigorosi standard. La Società veneta Dieffe, affianca ormai da anni imprese affermate anche su tutto il territorio nazionale con un know how che offre progetti di consulenza e formazione su misura per esigenze specifiche sia delle Grandi e Medie Imprese sia della Piccola Impresa e/o del singolo. Serenissima Legnami, Arcobalegno, Cagnin, Alberto Mazzonetto, Media Print, sono solo alcune delle aziende venete più significative per il settore forestale e dei prodotti legnosi che nelcorso del 2010 hanno scelto i servizi di consulenza e formazione di Dieffe. Dieffe seguendo le disposizioni del Forest Stewardship Council - organizzazione non governativa e no-profit formata da 800 membri internazionali tra cui i gruppi degli ambientalisti:
    WWF, Greenpeace, Legambiente e della grande distribuzione: Castorama e Ikea - e del gruppo FSCItalia con sede presso l'Università di Padova. garantisce alle aziende del settore forestale e dei prodotti legnosi la costruzione di tutti i parametri per ottenere la certificazione FSC o PEFC e la certificazione della Catena di Custodia (CoC) per le imprese di trasformazione.

    Leggi tutto...
  • Cuoco, Pizzaiolo, o Pasticcere
    18.03.11

    Cuoco, Pizzaiolo, o Pasticcere

    Aperte le iscrizioni ai Corsi a qualifica nelle sedi di Lonigo(Vi) e Verona per tutti coloro che desiderano professionalizzarsi nel mondo della ristorazione. Mettersi alla prova in un contesto lavorativo in continua evoluzione, conoscere le dinamiche della Ristorazione, i segreti dell’arte Pasticcera e della Pizzeria, acquisire una straordinaria esperienza formativa attraverso la conoscenza dei territori, delle materie tipiche, e delle tecniche di cucina più evolute. Sono queste le motivazioni che spingono tanti adulti appassionati e motivati, anche se con poca esperienza, ad intraprendere un percorso altamente qualificante con i Corsi a Qualifica di Cuoco – Pasticcere e Pizzaiolo realizzati dalla Scuola di Ristorazione Dieffe presso le sedi di Lonigo (Vi) e Verona. Sarà possibile iscriversi fino ad Aprile 2011 al nuovo percorso formativo che fornirà le capacità per intraprendere le Professioni di Cuoco oppure di Pasticcere e di Pizzaiolo. Al termine del corso e in seguito al superamento di un esame di qualifica di fronte ad una  Commissione Regionale, l’allievo otterrà un titolo di studio spendibile nel mercato del lavoro, acquisendo una preparazione a 360 gradi che permetterà di affrontare il mondo della ristorazione e della pasticceria nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività. Gestire il rifornimento delle materie prime e la loro corretta conservazione, organizzare e preparare i piatti, predisporre il menù e la carta di un ristorante: sono i principali obiettivi del corso. Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare. Il metodo didattico, articolato in lezioni teorico-pratiche, è innovativo ed efficace perché consente agli allievi di apprendere e assimilare tutte le nozioni e le tecniche più raffinate attraverso l'esecuzione completa, sin dall'inizio, di un grandissimo numero di ricette selezionate in funzione delle categorie merceologiche e delle lavorazioni che richiedono un ritmo crescente di complessità. L’esperienza formativa si concluderà con stage formativi che diventano vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti, pasticcerie e pizzerie del territorio.

    Leggi tutto...
  • Dieffe colleziona aziende del legno
    15.03.11

     

    Dieffe colleziona aziende del legno

    Dieffe è sempre più attiva nei servizi di consulenza per la certificazione FSC e CoC. Tante le imprese del settore forestale e dei prodotti legnosi nel 2010 si sono fatte certificare secondo i rigorosi standard ambientali, sociali ed economici di livello internazionale: Serenissima Legnami, Arcobalegno, Cagnin, Alberto Mazzonetto, Media Print. Ma anche Trexom, Barison, Mattioli, Salvatore Matarrese SpA. Dieffe nasce nel 1985 a Padova con la prima sede a Marghera. Oggi è un organismo di formazione professionale e consulenza accreditato presso la Regione.

    Leggi tutto...
  • La fiera di San Gregorio mette al bando le merendine
    14.03.11

    Basta merendine ai bambini. Il monito (non nuovo, ma genitori e figli si lasciano condizionare) si è alzato da Valdobbiadene dove, nell'ambito della tradizionale Fiera di San Gregorio si è parlato l'altra sera di salute al convegno "La salute a tavola, quando il territorio produce benessere". Ed ecco quindi, come sostengono i nutrizionisti, "La merenda dei ragazzi deve essere fatta con le piccole produzioni locali, quelle della nostra tradizione". Il monito anti merendine è partito proprio nel corso del convegno. «L'obesità è una piaga sociale e le merendine hanno ingredienti che spesso possono non far bene ai nostri ragazzi, dobbiamo ritornare al passato e mettere in mano ai nostri bambini i sapori della tradizione nostrana che sono veri bocconi di salute», hanno anticipato in coro il sindaco e il vicesindaco del Comune di Valdobbiadene, Bernardino Zambon e Pietro Giorgio Davì. Ed entrambi ieri, all'inaugurazione della fiera, hanno rilanciato il concetto. «Pane e formaggio, pane e soppressa, pane con marmellate e composte fatte in casa e ancora miele e frutta di stagione, la dieta deve e può essere varia». E autorevoli nutrizionisti spiegano che la ricchezza di questi prodotti sono un toccasana per i nostri ragazzi.
    A Valdobbiadene continua a crescere il progetto delle PPL (Piccole produzioni contadine) realizzato con l’Usl 8 che permette alle aziende agricole la produzione con vendita diretta di prodotti. La novità è la crescita straordinaria delle adesioni con i soci del Consorzio delle PPL passati dai 24 del 2009 agli attuali 42.
    Per quanto riguarda la fiera, dopo l'inaugurazione e l'intensa giornata di ieri con 130 espositori e la "Villa dei Sapori" con dimostrazioni di norcini e casari e la ristorazione della scuola "P. Berton – Dieffe" alla villa dei Cedri, oggi si replica per la giornata conclusiva che richiamerà gli addetti ai lavori dalle 8 alle 18, e alle 22 i fuochi d'artificio.

    Leggi tutto...
  • "I valori scendono in campo” per celebrare l’Italia
    13.03.11

    La Final Eight di Coppa Italia 2011 di Calcio a 5 ha presentato quest'anno una nuova iniziativa, sviluppata con il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, nell'ambito del progetto "I valori scendono in campo”. Con la collaborazione particolare del Presidente SGS Veneto Ruzza e del prof. Del Torchio, oltre mille bambini delle scuole venete ed emiliane sono stati coinvolti durante la manifestazione con un unico grande obiettivo, festeggiare l’illustre compleanno del nostro Paese e vivere due giornate di sport, di sana competizione, spettacolo e divertimento. Questa sera, prima della Finale di Serie A, la scuola Tommaseo di Padova sarà premiata con la medaglia celebrativa che il Presidente della Repubblica ha voluto idealmente donare a tutti gli istituti intervenuti alla Final Eight e coinvolti nelle celebrazioni del 150º anniversario dell'Unità d'Italia. Molte le scuole che hanno aderito all’iniziativa: si sono distinte il liceo Carducci di Ferrara, l’istituto Sacro Cuore di Cadoneghe, l’istituto Newton di Camposampiero, il Forcellini di Padova, il San Camillo, il Giovanni XXIII, il Volta e le scuole di ristorazione Dieffe di Granze Camin e Ponte di Brenta. Particolarmente gradita la calorosa partecipazione dei ragazzi della Cooperativa "Il Graticolato" di San Giorgio delle Pertiche.

    Leggi tutto...
  • Via sabato all'antica fiera di S. Gregorio
    10.03.11

    VALDOBBIADENE. Inizia sabato e si concluderà martedì l'antica fiera di San Gregorio che ogni richiama dalle 40 alle 50 mila persone. Quest'anno la manifestazione vedrà la presenza di 130 espositori e di altrettante bancarelle, affiancate da una ventina di «casette dei sapori» per consentire al pubblico la degustazione dei prodotti tipici. Novità dell'edizione 2011 è la trasformazione di villa dei Cedri in un laboratorio in cui domenica si potrà assistere dal vivo al lavoro dei norcini e casari e alla realizzazione delle ricette degli allievi e dei docenti della scuola di ristorazione «Berton» - Dieffe. A disposizione dei visitatori bus navetta dalle zone industriali. Fra le iniziative collegate alla fiera ci sono anche tre convegni sul rapporto fra uomo e ambiente. Il primo sarà già domani alle 20.30 a villa dei Cedri. Titolo dell'incontro «Salute a tavola, quando il territorio produce benessere».

    Leggi tutto...
  • "San Gregorio": attesi 40mila visitatori
    10.03.11

    L’Antica Fiera di San Gregorio dal 12 al 14 marzo richiamerà oltre 40mila visitatori. «Valdobbiadene non produce solo ottimo Prosecco, ma anche benessere e socialità». Questa la filosofia dell'edizione 2011 presetata ieri a Treviso dal sindaco Zambon, dall'assessore all'agricoltura Giorgio Davì e dagli assessori della Provincia Prosdocimo (agricoltura) e Noal (attività produttive). Una fiera che si è trasformata e rinnovata nei 700 anni e che ha la caratteristica di non svolgersi in ambiente chiuso, ma nelle piazze e strade coinvolgendo l'intero paese. Numerosi gli appuntamenti. «Fiera che diventa, in un momento di crisi, sempre più incontro e condivisione della comunità» come ha spiegato il sindaco Zambon e che guarda, producendo benessere, all'ambiente e al territorio. E allora, fra i numerosi appuntamenti, con ben 130 espositori e altrettante bancarelle sono stati programmati tre convegni di grande rilevanza. Domani alle 20,30 a Villa dei Credi su "Salute a tavolta, quando il territorio produce benessere", il 23 marzo all'auditorium Boccasino quello su "Agricoltori: amici o nemici dell'ambiente? L'utilizzo sostenibile degli agrofarmaci a favore della salute umana e dell'ambiente" (con autorevoli relatori in campo sanitario, igiene, nutrizione, fitosanitario). Quindi il 30 marzo all'auditorium Piva su "Vite, acqua e suolo: il clima o l'uomo come fattori determinanti?". L'avvio della Fiera è per sabato 12 alle 15 con l'apertura enologica Valdo expo, la Cittadella dei prodotti tipici, la mostra avicola razze venete, ma anche il luna park e in serata alle 21 in piazza Marconi il concerto dei Kupienda e di Giorgio Barbarotta. Domenica apertura alle 8 fino a tarda serata con intrattenimenti e animazioni e in serata il concerto del coro Nuovi Orizzonti e l'estrazione della Tombola. Lunedì apertura alle 8 e chiusura alle 22 i fuochi d'artificio. Fra gli appuntamenti è da sottolineare l'ampliamento della Cittadella dei prodotti tipici in piazza Marconi con degustazioni e informazioni per il consumatore, degustazioni Valdobbiadene Docg. E ancora la "Villa dei sapori e delle tradizioni" a villa dei Cedri con i norcini e cassari all'opera e gli allievi e i docenti della scuola di ristorazione Berton - Dieffe di Valdobbiadene. Domenica spazio anche alla premiazione del concorso fotografico, mostra aperta fino al 26 all'auditorium Piva.

    Leggi tutto...
  • Valdobbiadene: ancora una settimana di tempo per iscriversi al Corso di Cuoco
    09.03.11

    Giovedì 10 Marzo 2011 alle ore 18, presso la Scuola di Ristorazione di Valdobbiadene in via Mazzolini, 19 la Cooperativa Sociale Dieffe organizza un incontro di presentazione del Corso a qualifica di Cuoco, in cui aspiranti corsisti o molti appassionati golosi e gastronomi del territorio potranno incontrare l’organizzazione per una presentazione delle attività e accedere ad un percorso formativo professionalizzante.   A Valdobbiadene, nel cuore della cittadina del prosecco, il sogno e la carriera da Chef diventano realtà; fino a martedì 15 marzo è possibile effettuare l’iscrizione per intraprendere un lavoro creativo fatto di passione e amore;  un percorso formativo per intraprendere un lavoro fatto di sacrifici ma gratificante che richiede sempre più preparazione, professionalità  e qualifiche alla mano.   Sono questi gli elementi che spingono oggi tanti giovani ad intraprendere una carriera nel mondo “della ristorazione”; una carriera che lancia, chi ci crede davvero, verso concrete possibilità lavorative e prestigiosi riconoscimenti.   Le passate edizioni dello stesso corso si sono concluse con risultati eccellenti: i partecipanti hanno trovato occupazione in pochi giorni nei più affermati luoghi della ristorazione trevigiana.   Un’esperienza di formazione dunque, a 360° che si concluder con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie [...][...]

    Leggi tutto...
  • Diventare “Chef” nella provincia di Treviso!
    09.03.11

    Giovedì 10 Marzo 2011 alle ore 18, presso la Scuola di Ristorazione di Valdobbiadene in via Mazzolini, 19 la Cooperativa Sociale Dieffe organizza un incontro di presentazione del Corso a qualifica di Cuoco, in cui aspiranti corsisti o molti appassionati golosi e gastronomi del territorio potranno incontrare l'organizzazione per una presentazione delle attività e accedere ad un percorso formativo professionalizzante. A Valdobbiadene, nel cuore della cittadina del prosecco, il sogno e la carriera da Chef diventano realtà; fino a martedì 15 marzo è possibile effettuare l'iscrizione per intraprendere un lavoro creativo fatto di passione e amore;  un percorso formativo per intraprendere un lavoro fatto di sacrifici ma gratificante che richiede sempre più preparazione, professionalità e qualifiche alla mano. Sono questi gli elementi che spingono oggi tanti giovani ad intraprendere una carriera nel mondo "della ristorazione"; una carriera che lancia, chi ci crede davvero, verso concrete possibilità lavorative e prestigiosi riconoscimenti. Le passate edizioni dello stesso corso si sono concluse con risultati eccellenti: i partecipanti hanno trovato occupazione in pochi giorni nei più affermati luoghi della ristorazione trevigiana. Un'esperienza di formazione dunque, a 360° che si concluderà con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie opportunità professionali e di carriera. Tanti sono i partner della cucina locale dove il corsista potrà affrontare il suo periodo di stage: dallo storico ristorante "Villa Castagna" a Nogarè di Crocetta, al "Ristorante da Gigetto" a Miane e ancora presso la "Locanda di Aurilia" a Loreggia oppure presso la "Trattoria Ponte Peron"; tutte realtà rinomate nella cucina regionale e non solo. Il corso fornirà all'allievo l'autonomia operativa che gli permetterà di affrontare il mondo della ristorazione nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l'operatività. "Il mondo della ristorazione oggi e in futuro darà sempre più chance a noi giovani – dichiara Cristiano De Girardi, allievo nel Corso serale di Cuoco a Valdobbiadene – sto già ricevendo, infatti numerose richieste da parte di noti imprenditori della ristorazione Valdobbiadenese. Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare.

    Leggi tutto...
  • Corso A Qualifica Per Cuochi e Pasticceri
    07.03.11

    Mercoledì 9 marzo, alle 18., la scuola di ristorazione Dieffe organizza un incontro di presentazione del Corso a qualifica per cuochi, pizzaioli e pasticceri della cooperativa Dieffe all’Hotel Sud Point, in cui aspiranti corsisti o molti appassionati golosi e gastronomi del territorio potranno incontrare l’organizzazione per una presentazione delle attività e accedere così ad un percorso formativo professionalizzante ottenendo una qualifica rilasciata dalla Regione Veneto. I corsi partiranno Tra marzo e aprile e si distribuiranno in 400 ore di corso suddivise tra aula, laboratorio e stage,attraverso le quali il corsista andrà ad acquisire le competenze necessarie per immettersi o ricollocarsi in una realtà lavorativa importante come quella della gastronomia e dell’arte dolciaria del territorio Veneto.
    Per informazioni sui corsie Per inscriversi ci si può rivolgere al numero verde Dieffe: 800.272.565.

    Leggi tutto...
  • Anche a Verona i Corsi a Qualifica per Cuochi, Pizzaioli e Pasticceri della Cooperativa Dieffe
    05.03.11



    Enogastronomia: il mercato chiede figure qualificate

    5 sedi in tutto il Veneto, 20 corsi di formazione lavoro, 950 giovani qualificati ogni anno, 12.800 allievi: sono questi i numeri che fotografano Dieffe, una delle realtà più significative in Veneto nell’ambito dell’orientamento e della formazione al lavoro.

    Nelle prossime settimane l’Ente di Formazione inaugurerà per la prima volta anche a Verona un Corso Professionale con Attestato di Qualifica di Cuoco, Pizzaiolo e Pasticcere, rivolto ad aspiranti cuochi, pizzaioli e pasticceri sia italiani che stranieri che abbiano compiuto la maggiore età e assolto agli obblighi formativi.

    La prima edizione dello stesso corso si è appena conclusa a Lonigo (Vi) con risultati eccellenti: i 19 partecipanti hanno trovato occupazione in pochi giorni nei più affermati luoghi della ristorazione vicentina.

    Mercoledì 09 Marzo 2011 alle ore 18.00, la scuola di ristorazione Dieffe organizza un incontro di presentazione del Corso a Verona presso l’Hotel Sud Point, in cui aspiranti corsisti o molti appassionati golosi e gastronomi del territorio potranno incontrare l’organizzazione per una presentazione delle attività e accedere così ad un percorso formativo professionalizzante ottenendo una Qualifica rilasciata dalla Regione Veneto.
    I corsi partiranno Tra Marzo e Aprile e si distribuiranno in 400 ore di corso suddivise tra aula, laboratorio e stage, attraverso le quali il corsista andrà ad acquisire le competenze necessarie per immettersi o ricollocarsi in una realtà lavorativa importante come quella della gastronomia e dell’arte dolciaria del territorio Veneto.

    “Nel mondo della ristorazione richiedono professionalità sempre più qualificate – dichiara Federico Pendin, amministratore delegato di Dieffe – e frequentare i corsi di Dieffe significa procurarsi un “lasciapassare” per il mondo del lavoro. In questi anni i giovani veronesi interessati a seguire i nostri corsi erano costretti quotidianamente a trasferimenti faticosi fino alla nostra sede di Lonigo (Vi). Abbiamo perciò deciso di avviare il prossimo corso professionale di Cuoco, Pizzaiolo e Pasticcere direttamente a Verona per andare incontro alle esigenze di un settore che presenta sempre più opportunità di lavoro nel territorio veronese”


    “Sappiamo tutti - continua Pendin - della crisi che vive il settore della metallurgia in questo territorio, è anche vero però che l’ambito del turismo enogastronomico offre oggi le maggiori chance in termini di occupazione e Dieffe intende formare una forza lavoro più competente e preparata per rispondere alle sfide che il mercato impone”.


    Per informazioni sui corsi e per inscriversi ci si può rivolgere al Numero Verde DIEFFE: 800.272.565


    Dieffe nasce nel 1985 a Padova da un gruppo di giovani neolaureati e stabilisce la sua prima sede a Marghera presso la scuola Padre Egidio, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo professionale e umano dei giovani in cerca di lavoro e dei lavoratori gia inseriti nelle imprese.

    Oggi Dieffe, azienda certificata UNI EN ISO 9001:2000, è un organismo di formazione professionale accreditato presso la Regione Veneto, attivo nell’ambito educativo con i suoi Centri Professionali, nella formazione dei giovani in cerca di prima occupazione e nella formazione continua di lavoratori e imprese pubbliche e private.

    Da più di venti anni si occupa di progettazione e consulenza, muovendosi in un ottica di continua ricerca verso l’innovazione per rispondere tempestivamente ai nuovi bisogni delle persone e delle imprese.

    Oltre a costituire un importante centro di Orientamento per i giovani, Dieffe è Scuola di Formazione Professionale nel settore della ristorazione con sedi a Padova (due), Spinea (VE), Lonigo (VI) e Valdobbiadene (TV).

    Leggi tutto...
  • Enogastronomia: il mercato chiede figure qualificate
    04.03.11

    Anche a Verona i Corsi a Qualifica per Cuochi, Pizzaioli e Pasticceri della Cooperativa Dieffe.….. 5 sedi in tutto il Veneto, 20 corsi di formazione lavoro, 950 giovani qualificati ogni anno, 12.800 allievi: sono questi i numeri che fotografano Dieffe, una delle realtà più significative in Veneto nell’ambito dell’orientamento e della formazione al lavoro.

    Nelle prossime settimane l’Ente di Formazione inaugurerà per la prima volta anche a Verona un Corso Professionale con Attestato di Qualifica di Cuoco, Pizzaiolo e Pasticcere, rivolto ad aspiranti cuochi, pizzaioli e pasticceri sia italiani che stranieri che abbiano compiuto la maggiore età e assolto agli obblighi formativi.

    La prima edizione dello stesso corso si è appena conclusa a Lonigo (Vi) con risultati eccellenti: i 19 partecipanti hanno trovato occupazione in pochi giorni nei più affermati luoghi della ristorazione vicentina.

    “Nel mondo della ristorazione richiedono professionalità sempre più qualificate – dichiara Federico Pendin, amministratore delegato di Dieffe – e frequentare i corsi di Dieffe significa procurarsi un “lasciapassare” per il mondo del lavoro. In questi anni i giovani veronesi interessati a seguire i nostri corsi erano costretti quotidianamente a trasferimenti faticosi fino alla nostra sede di Lonigo (Vi). Abbiamo perciò deciso di avviare il prossimo corso professionale di Cuoco, Pizzaiolo e Pasticcere direttamente a Verona per andare incontro alle esigenze di un settore che presenta sempre più opportunità di lavoro nel territorio veronese”

    “Sappiamo tutti  - continua Pendin - della crisi che vive il settore della metallurgia in questo territorio, è anche vero però che l’ambito del turismo enogastronomico offre oggi le maggiori chance in termini di occupazione  e Dieffe intende formare una forza lavoro più competente e preparata per rispondere alle sfide che il mercato impone”.

    Mercoledì 09 febbraio 2011 alle ore 18.00, la scuola di ristorazione Dieffe organizza un incontro di presentazione del Corso a Verona presso l’Hotel Sud Point, in cui aspiranti corsisti o molti appassionati golosi e gastronomi del territorio potranno incontrare l’organizzazione per una presentazione delle attività e accedere così ad un percorso formativo professionalizzante ottenendo una Qualifica rilasciata dalla Regione Veneto.

    I corsi partiranno Tra Marzo e Aprile e si distribuiranno in 400 ore di corso suddivise tra aula, laboratorio e stage, attraverso le quali il corsista andrà ad acquisire le competenze necessarie per immettersi o ricollocarsi in una realtà lavorativa importante come quella della gastronomia e dell’arte dolciaria del territorio Veneto.

    Leggi tutto...
  • Il Made in Lonigo vola in Germania
    03.03.11

    Scuola di Ristorazione Dieffe -  Sta volgendo alla fine il proficuo stage di quattro allievi della Scuola di Ristorazione Dieffe presso uno dei più prestigiosi resort in Baviera Settentrionale
    Una piccola rappresentanza di allievi della Scuola di Ristorazione Dieffe di Lonigo - quattro allievi di cui tre dell'indirizzo cameriere - è volata in Germania, per svolgere un interessante esperienza di stage presso il The Monarch Hotel, un prestigioso resort a 4 stelle situato nella cittadina termale di Bad Gögging, a 6 km dalla città bavarese di Abensberg in Baviera Settentrionale.

    L'interessante esperienza, in atto dallo scorso gennaio fino al 14 marzo, permette ai ragazzi, che si preparano al mondo del lavoro, ad intraprendere un esperimento diretto per quello che sarà la loro futura professione in un contesto lavorativo coerente con il percorso da loro frequentato ma con in più la ricchezza e completezza di un percorso formativo- lavorativo che può offrire l'estero.
    La Scuola di Ristorazione di Lonigo ha sfruttato il suo gemellaggio, dal 1999, con il territorio di Abensberg provvedendo ad individuare delle strutture ricettive adatte ad accogliere ed inserire gli allievi.
    Dalla richiesta dei permessi alla Regione fino a trovare la struttura idonea, il percorso è stato piuttosto impegnativo ma il risultato si sta rivelando assai soddisfacente!
    "I nostri ragazzi stanno rispondendo molto bene a tutti gli stimoli - dichiara la preside della Scuola di Lonigo, dott.ssa Maria Antonietta Rossettini - sono infatti molto motivati e concentrati in quello che stanno facendo e sono ben integrati con il personale".
    Dal 19 al 22 febbraio una rappresentanza del corpo docente insieme alla preside della scuola si sono recati in visita presso il The Monarch Hotel per osservare da vicino l'operato degli studenti.
    "Abbiamo trovato gli allievi molto contenti dell'esperienza che stanno facendo - continua la preside Rossettini - i responsabili dell'Hotel hanno saputo farli sentire utili al funzionamento di tutta la struttura. Sono stati inseriti nell'elenco settimanalmente esposto dei turni di lavoro, al pari del personale dell'Hotel. Abbiamo notato nei quattro ragazzi curiosità ed interesse verso la novità di un'esperienza estera ma anche soddisfazione perché hanno capito di essere capaci di rispondere con competenza alle situazioni nelle quali vengono impiegati".
    L'esperienza ha manifestato un grande interessamento da parte di alcune persone di Abensberg, legate a Lonigo rafforzando ancor più il gemellaggio tra le due cittadine.
    In particolare il Sig. Luciano Bergamasco assieme alla moglie titolari dell'"Osteria Pizzeria Lonigo" e il Referente per il gemellaggio Sig. Peter Hübl stanno lavorando per capire come realizzare insieme alcuni momenti culturali e di intrattenimento nella città di Abensberg dove far partecipare i ragazzi; in questo modo si favorirà una loro positiva integrazione con il personale della struttura in cui stanno già svolgendo lo stage e aprendo nuove possibilità future in altri contesti lavorativi.

    Leggi tutto...
  • Diventare chef, pizzaioli e pasticceri… un futuro con le mani in pasta!
    01.03.11

    Passione, lavoro creativo, amore per uno dei piaceri più soddisfacenti della vita… e, non per ultimo, concrete possibilità di costruire un buon futuro in un momento lavorativo tanto difficile; sono queste le attitudini che spingono tanti ad entrare a far parte di una “brigata di cucina!” Se il sogno è quello di predisporre il menù e la carta di un ristorante, organizzare e preparare i piatti, conoscere e valutare le materie prime e predisporle per la cottura, di gestirne il rifornimento e la loro corretta conservazione allora è un sogno che si concretizza attraverso un qualificato Corso di Cucina, Pizzeria e Pasticceria che può farvi mettere le mani in pentola in una famosa cucina Veneta. Venezia, Vicenza, Verona Padova e Treviso….. Sono alcune delle sedi che possono preparare i futuri Chef, Pizzaioli e Pasticceri Italiani. La Cooperativa Sociale Dieffe di Padova, Ente di Formazione accreditato presso la Regione Veneto, da appuntamento a tutti coloro che desiderano investire il loro futuro in “cucina” e diventare dei competenti attori culinari con i suoi Corsi per Qualifica di Cuoco e di Pasticcere. Percorsi di formazione altamente qualificanti che rilasciano un titolo di livello europeo. Sono aperte le iscrizioni ai corsi 2011 della Dieffe e scegliere la sede più comoda tra le province di Venezia, Vicenza, Verona, Padova e Treviso. Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare. Il corso fornirà all’allievo l’autonomia operativa che gli permetterà di affrontare il mondo della ristorazione nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività. Al termine del percorso si conoscerà la deontologia professionale del mestiere di cuoco, pizzaiolo e pasticcere e si avranno competenze di storia e cultura della cucina, di gastronomia italiana, di enologia, scienze della nutrizione e analisi sensoriale. Un’esperienza di formazione a 360° che si concluderà con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti e pasticcerie famose e ricche di storia e di fascino: Caffe Pedrocchi a Padova, Caffè Florian Venezia, Hotel Danieli Venezia, Ristorante Colomba Venezia, Ristorante La Peca Vicenza, Tivigest Vacanze, etc. www.dieffe.com

    Leggi tutto...
  • Il futuro in cucina
    28.02.11

    Scegliere di entrare a far parte di una “brigata di cucina” è grazie alla passione, lavoro creativo, amore per uno dei piaceri più soddisfacenti della vita e, non per ultimo, concrete possibilità di costruire un buon futuro in un momento lavorativo tanto difficile.

    Oggi, per chi lo desidera, è possibile realizzare il sogno di predisporre il menù e la carta di un ristorante, organizzare e preparare i piatti, conoscere e valutare le materie prime e predisporle per la cottura, di gestirne il rifornimento e la loro corretta conservazione attraverso un qualificato Corso di Cucina e/o Pasticceria che può far mettere le mani in pentola in una famosa cucina Veneta. Venezia, Vicenza, Verona sono alcune delle sedi che possono preparare i futuri Chef e Pasticceri Italiani.  La Cooperativa Sociale Dieffe di Padova, Ente di Formazione accreditato presso la Regione Veneto, da appuntamento a tutti coloro che desiderano investire il loro futuro in “cucina” e diventare dei competenti attori culinari con i suoi Corsi per Qualifica di ìCuoco e di Pasticcere. Percorsi di formazione altamente qualificanti che rilasciano un titolo di livello europeo. Dal 16 di febbraio fino al 16 marzo 2011 è possibile iscriversi ai corsi Dieffe e scegliere la sede più comoda tra le province di Venezia, Vicenza Verona e Padova.  Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare.  Il corso fornirà all’allievo l’autonomia operativa che gli permetterà di affrontare il mondo della ristorazione nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività.  Al termine del percorso si conoscerà la deontologia professionale del mestiere di cuoco e/o pasticcere e si avranno competenze di storia e cultura della cucina, di gastronomia italiana, di enologia, scienze della nutrizione e analisi sensoriale.  Un’esperienza di formazione a 360° che si concluderà con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti e pasticcerie famose e ricche di storia e di fascino: Caffe Pedrocchi a Padova, Caffè Florian Venezia, Hotel Danieli Venezia, Ristorante Colomba Venezia, Ristorante La Peca Vicenza, Tivigest Vacanze, etc.

    Leggi tutto...
  • Gli alpini della Julia si raccontano a Valdobbiadene
    25.02.11

    VALDOBBIADENE - Venerdì 25 febbraio 2011 alle 10.45 presso il Ristorante Didattico “Alla Torre” una delegazione di Alpini della Brigata “Julia” sarà ospite della Scuola di Ristorazione DIEFFE per raccontare, attraverso testimonianze dirette, reportage fotografici e lettere di protagonisti, l'esperienza umana di coloro che sono impegnati nella missione di pace in Afghanistan.
    All’appuntamento sarà presente l’Assessore alla Formazione della Regione Veneto, Elena Donazzan e il Vice Presidente Nazionale dell'ANA – Associazione Nazionale Alpini, nonché autorità politiche e religiose locali.
    ”Dalle tante informazioni che ci riportano i media ogni tanto emergono delle perle di testimonianza umana grandiose, come quelle legate alla signora Coletta, vedova del brigadiere caduto nella strage di Nasiriyra e come quelle lasciateci da Matteo Miotto, caduto in Afghanistan prima dello scorso Natale" così descrive il senso dell'iniziativa il Dott. Alberto Raffaelli, Direttore della Scuola di Ristorazione di Valdobbiadene.“Testimonianze che fanno apprezzare ed amare l'umanità dei nostri sodati nelle missioni di pace in cui il nostro esercito è stato impegnato – continua Raffaelli – e che crediamo sia importante far conoscere ai giovani, della nostra Scuola, onorati di avere con noi l'assessore Elena Donazzan in un momento così carico di significato.”Conclude Raffaelli: “C'è una emergenza educativa: il nostro contributo alla pace è proporre un percorso formativo ed educativo che faccia crescere uomini capaci di essere protagonisti positivi della realtà, come ebbe a dire don Giussani di cui il 22 febbraio è ricorso il sesto anniversario della morte: “Noi partecipiamo, cerchiamo di partecipare alla fatica che tutti gli uomini e tutti i popoli fanno per costruire e, quindi, per poter vivere. Infatti : “Se non costruite, come farete a vivere?”.

    Leggi tutto...
  • L'Agenda di Treviso. Scelti per VOI.
    24.02.11

    L'Agenda di Treviso. Scelti per VOI. Valdobbiadene. Corsi DIEFFE. Corsi per Chef e Pasticceri alla Scuola di Ristorazione gestita dalla Dieffe della durata di 400 ore tra pratica, teoria e stage. Per info 800 272 565

    Leggi tutto...
  • Corsi Dieffe
    22.02.11

    Partono i corsi DIEFFE a Valdobbiadene per diventare Chef o pasticceri. L’Ente di formazione Veneto promuove due stage che si traducono quasi sempre in lavoro in importanti ristoranti. Creazione di menù e carta di ristoranti, preparazione di piatti, conoscenza delle materie prime, rifornimento e conservazione, deontologia professionale sono alcune delle materie di studio del corso di cucina e pasticceria, che si terrà nella scuola di ristorazione di Valdobbiadene, in via mazzolini 19, gestita dalla Cooperativa sociale DIEFFE  di Padova. Le iscrizioni sono aperte dal 16 febbraio al 16 marzo. Il corso serale infrasettimanale adatto anche a chi lavora nelle ore diurne, dura 400 ore suddivise tra aula laboratorio e stage.

    Leggi tutto...
  • Corsi per Cuoco e Pasticcere
    18.02.11

    Formazione e Lavoro con la Cooperativa Sociale Dieffe. La Cooperativa Sociale Dieffe di Padova, Ente di Formazione accreditato presso la Regione Veneto, da appuntamento a tutti coloro che desiderano investire il loro futuro in “cucina” e diventare dei competenti attori culinaricon  i suoi Corsi per Qualifica di Cuoco e di Pasticcere. Percorsi di formazione altamente qualificanti che rilasciano un titolo di livello europeo.  LE PROPOSTE A partire dal 16 di febbraio fino al 16 marzo 2011 è possibile iscriversi ai corsi Dieffe e scegliere la sede più comoda tra le province di Venezia, Vicenza Verona e Padova.Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare.Il corso fornirà all’allievo l’autonomia operativa che gli permetterà di affrontare il mondo della ristorazione nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività.Al termine del percorso si conoscerà la deontologia professionale del mestiere di cuoco e/o pasticcere e si avranno competenze di storia e cultura della cucina, di gastronomia italiana, di enologia, scienze della nutrizione e analisi sensoriale.Un’esperienza di formazione a 360° che si concluderà con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti e pasticcerie famose e ricche di storia e di fascino: Caffe Pedrocchi a Padova, Caffè Florian Venezia, Hotel Danieli Venezia, Ristorante Colomba Venezia, Ristorante La Peca Vicenza, Tivigest Vacanze, etc. ULTERIORI DETTAGLI Dieffe è una realtà presente in Veneto da oltre 25 anni e da oltre dieci anni attiva nel settore della formazione per la  Ristorazione e l’Enogastronomia ponendosi come punto di eccellenza territoriale dove ogni anno si qualificano centinaia di giovani come: Cuoco Professionista di Cucina Italiana; Flair Bartenders (Commis di sala Bar); Pasticcere Professionista; Pizzaiolo Professionista, con qualifica riconosciuta a livello europeo. Il nostro ente rappresenta, nel settore della Ristorazione, una vera eccellenza su tutto il territorio Veneto; siamo presenti con 5 sedi operative distribuite nelle provincie di Padova, Venezia, Vicenza, Treviso e siamo accreditati presso la Regione Veneto. Dieffe si avvale del sostegno di Istituzioni Nazionali e Venete e di numerosi partner, sostenitori e fornitori direttamente o indirettamente collegati al mondo della cucina e dell’alimentazione e molte aziende di spicco con cui collaboriamo accolgono i corsisti nella fase di stage aziendale e/o in quella di inserimento lavorativo, tra cui:  Caffè Pedrocchi Padova,Caffè Quadri Venezia, Hotel Danieli Venezia, Ristorante La Peca Vicenza Ristorante Colomba Venezia, Tivigest Vacanze.  La mission è quella di trasmettere ai nostri corsisti, che vogliono entrare nel mondo enogastronomico, tutte le tecniche e i segreti basilari della cucina attraverso maestri qualificati del settore quali chef  ma anche conoscitori dei prodotti alimentari italiani, esperti di nutrizione e della storia della cucina.

    Leggi tutto...
  • Il futuro...È in una brigata di Cucina!
    17.02.11

    Diventare chef o pasticceri… un futuro con le mani in pasta! I corsi dell’ente di formazione veneto prevedono stage – che si trasformano quasi sempre in lavoro – presso i templi della ristorazione italiana: Caffe Pedrocchi - Padova, Caffè Florian - Venezia, Hotel Danieli - Venezia, Ristorante La Peca - Vicenza, Tivigest Vacanze, etc.
    Passione, lavoro creativo, amore per uno dei piaceri più soddisfacenti della vita… e, non per ultimo, concrete possibilità di costruire un buon futuro in un momento lavorativo tanto difficile; sono queste le attitudini che spingono tanti ad entrare a far parte di una “brigata di cucina!” Se il sogno è quello di predisporre il menù e la carta di un ristorante, organizzare e preparare i piatti, conoscere e valutare le materie prime e predisporle per la cottura, di gestirne il rifornimento e la loro corretta conservazione allora è un sogno che si concretizza attraverso un qualificato Corso di Cucina e/o Pasticceria che può farvi mettere le mani in pentola in una famosa cucina Veneta. Venezia, Vicenza, Verona….. sono alcune delle sedi che possono preparare i futuri Chef e Pasticceri Italiani.  La Cooperativa Sociale Dieffe di Padova, Ente di Formazione accreditato presso la Regione Veneto, da appuntamento a tutti coloro che desiderano investire il loro futuro in “cucina” e diventare dei competenti attori culinaricon  i suoi Corsi per Qualifica di Cuoco e di Pasticcere. Percorsi di formazione altamente qualificanti che rilasciano un titolo di livello europeo.A partire dal 16 di febbraio fino al 16 marzo 2011 è possibile iscriversi ai corsi Dieffe e scegliere la sede più comoda tra le province di Venezia, Vicenza Verona e Padova.Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare.Il corso fornirà all’allievo l’autonomia operativa che gli permetterà di affrontare il mondo della ristorazione nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività.Al termine del percorso si conoscerà la deontologia professionale del mestiere di cuoco e/o pasticcere e si avranno competenze di storia e cultura della cucina, di gastronomia italiana, di enologia, scienze della nutrizione e analisi sensoriale.Un’esperienza di formazione a 360° che si concluderà con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti e pasticcerie famose e ricche di storia e di fascino: Caffe Pedrocchi a Padova, Caffè Florian Venezia, Hotel Danieli Venezia, Ristorante Colomba Venezia, Ristorante La Peca Vicenza, Tivigest Vacanze, etc. Dieffe è una realtà presente in Veneto da oltre 25 anni e da oltre dieci anni attiva nel settore della formazione per la  Ristorazione e l’Enogastronomia ponendosi come punto di eccellenza territoriale dove ogni anno si qualificano centinaia di giovani come: Cuoco Professionista di Cucina Italiana; Flair Bartenders (Commis di sala Bar); Pasticcere Professionista; Pizzaiolo Professionista, con qualifica riconosciuta a livello europeo.Il nostro ente rappresenta, nel settore della Ristorazione, una vera eccellenza su tutto il territorio Veneto; siamo presenti con 5 sedi operative distribuite nelle provincie di Padova, Venezia, Vicenza, Treviso e siamo accreditati presso la Regione Veneto. Dieffe si avvale del sostegno di Istituzioni Nazionali e Venete e di numerosi partner, sostenitori e fornitori direttamente o indirettamente collegati al mondo della cucina e dell’alimentazione e molte aziende di spicco con cui collaboriamo accolgono i corsisti nella fase di stage aziendale e/o in quella di inserimento lavorativo, tra cui:  Caffè Pedrocchi Padova,Caffè Quadri Venezia, Hotel Danieli Venezia, Ristorante La Peca Vicenza Ristorante Colomba Venezia, Tivigest Vacanze.  La mission è quella di trasmettere ai nostri corsisti, che vogliono entrare nel mondo enogastronomico, tutte le tecniche e i segreti basilari della cucina attraverso maestri qualificati del settore quali chef  ma anche conoscitori dei prodotti alimentari italiani, esperti di nutrizione e della storia della cucina.
    Padova, 17 -02-2011

    Leggi tutto...
  • Un futuro con le mani in pasta per cuochi e pasticcieri
    10.02.11

    Passione, lavoro creativo, amore per uno dei piaceri più soddisfacenti della vita… e, non ultimo, concrete possibilità di costruire un buon futuro lavorativo. Se il sogno è quello di predisporre il menù e la carta di un ristorante, organizzare e preparare i piatti, conoscere e valutare le materie prime e predisporle per la cottura, di gestirne il rifornimento e la loro corretta conservazione, allora è un sogno che si può concretizzare attraverso un qualificato corso di cucina e/o pasticceria che può farvi mettere le mani in pentola in una famosa cucina.

    La Cooperativa sociale Dieffe di Padova, ente di formazione accreditato presso la Regione Veneto, da appuntamento a tutti coloro che desiderano investire il loro futuro in “cucina” e diventare dei competenti attori culinari con  i suoi Corsi per Qualifica di Cuoco e di Pasticcere. Percorsi di formazione altamente qualificanti che rilasciano un titolo di livello europeo.

    A partire dal 16 di febbraio fino al 16 marzo 2011 è possibile iscriversi ai corsi Dieffe e scegliere la sede tra le province di Venezia, Vicenza Verona e Padova. Il corso ha una durata complessiva di 400 ore suddivise tra aula, laboratori e stage; è un corso serale infrasettimanale adatto anche a chi nelle ore diurne ha necessità di lavorare. Il corso fornirà all’allievo l’autonomia operativa che gli permetterà di affrontare il mondo della ristorazione nelle varie tipologie di cui conoscerà le caratteristiche, la gestione e l’operatività.

    Un’esperienza di formazione completa che si concluderà con stage formativi che diventano quasi sempre vere e proprie opportunità professionali e di carriera presso ristoranti e pasticcerie famose e ricche di storia e di fascino.

    Leggi tutto...
  • Ristoranti didattici. Intervista a Alberto Raffaelli, Direttore CFP DIEFFE
    08.02.11

    Ristoranti didattici. Intervista a Alberto Raffaelli, Direttore CFP DIEFFE
    Ristoranti Didattici si definiscono quei luoghi dediti per loro missione fondamentale alla formazione nel settore Alberghiero e della Ristorazione che hanno intrapreso una attività aperta al pubblico: Ristorante, Pizzeria, Pub, Birreria, Agriturismo, ecc.

    Leggi tutto...
  • Chef a scuola al Ristorante Didattico
    06.02.11

    Abituare i giovani studenti di istituti alberghieri e scuole di ristorazione al lavoro sul campo: con questo obiettivo anche in Italia sono nati i primi ristoranti didattici, veri e propri esercizi pubblici gestiti in prima persona dalle scuole e dai ragazzi. Si è appena costituita una rete che mette insieme circa cinquanta esperienza, con l’iniziativa  “Ristoranti Didattici” presentata alla rassegna Identità Golose di Milano. Nei ristoranti tutto è gestito dagli studenti, la sala, le materie prime, la composizione dei menù e della cucina. Il tutto a prezzi competitivi. Non ci sono ancora esempi disponibili in provincia di Varese.

    Leggi tutto...
  • Ristoranti Didattici
    31.01.11

    Nel resto d'Europa sono molto numerosi. Da noi iniziano a prender piede. Per esercitare gli studenti di oggi ad essere professionisti della ristorazione di domani.
    L'idea sarebbe molto semplice, la realizzazione però non sempre facile da attuare: abituare i giovani studenti di istituti alberghieri e scuole di ristorazione al confronto concreto con il lavoro sul campo. Ecco perché sono nati i ristoranti didattici. In Italia i primi sono apparsi una ventina di anni fa e funzionano come veri e propri esercizi pubblici gestiti in prima persona dalle scuole e dai ragazzi. Il loro numero - sia pur non ancora paragonabile al resto d'Europa - è aumentato costantemente, così che si è costituita anche una rete che mette insieme circa cinquanta di queste esperienze.

    L'iniziativa Ristoranti Didattici, promossa dalla cooperativa sociale veneta Dieffe e presentata nell'ambito di Identità Golose in corso a Fieramilanocity, punta tra le altre cose all'adozione di standard qualitativi comuni, allo scambio di risorse e esperienze e alla realizzazione di un evento nazionale che veda protagonisti i giovani cuochi.

    In Europa, spiegano gli organizzatori, il ristorante didattico è un meccanismo diffuso in tutti i Paesi. In Francia, ad esempio, sono addirittura obbligatori in ogni scuola di ristorazione. Qui nel nostro Paese la prima pioneristica esperienza è partita nel 1992 nel Cuneese, all'Istituto Velso Mucci di Bra, capace di accogliere 70 ospiti per cena. «Si tratta di un'esperienza - spiega la preside, Brunella Margutta - che abitua i ragazzi all'imprevisto ma anche a tenere sempre presenti valori come la qualità dei cibi».

    In questi ristoranti tutto è gestito dagli studenti, la sala, gli ordini delle materie prime, la composizione dei menu e la cucina. E il tutto, naturalmente, a prezzi molto più competitivi rispetto a quelli di un normale ristorante.

    Leggi tutto...
  • Identità Golose 2011, oggi bisogna fare squadra: nasce la rete dei Ristoranti Didattici
    28.01.11

    Network delle Scuole di Ristorazione di eccellenza presentato alla settima edizione del Congresso Internazionale di Cucina d'Autore

    Identità Golose, grazie a Paolo Marchi, è il palcoscenico internazionale più prestigioso della buona ristorazione.
    Il 31 gennaio 2011 alle ore 10.30 presso la Sala Rosa, il network delle Scuole di Ristorazione di eccellenza viene presentata una opportunità di business interessante per i ristoratori: il Ristorante Didattico aperto al pubblico.

    Ma cosa è? Lo chiediamo al Dott. "Mister X" che per ora vuole restare nell'anonimato
    Dott.  "Mister X", quello che presentate ad Identità Golose, è una novità oppure deriva da esperienze già in atto?

    In Europa sono diffusi in tutti i Paesi, da decenni in Francia sono un obbligo per ogni Scuola di Ristorazione ed Istituto Alberghiero. In Italia, fino a qualche anno fa, erano sconosciuti poi le prime esperienze pioneristiche ed oggi stanno cominciando a diffondersi.

    Di cosa parliamo? Dei Ristoranti Didattici! Ma non ha soddisfatto la nostra voglia di sapere che cosa sono i Ristoranti Didattici.

    "Mister X": La definizione è questa: Ristoranti Didattici si definiscono quei luoghi dediti per loro missione fondamentale alla formazione nel settore Alberghiero e della  Ristorazione che hanno intrapreso una attività aperta al pubblico: Ristorante, Pizzeria, Pub, Birreria, Agriturismo, ecc.Quando e dove avverrà il battesimo ufficiale?Il 31 gennaio 2011 alle ore 10.30 presso la Sala Rosa, in occasione dell'annuale edizione del Congresso "Identità Golose", il più prestigioso momento di incontri di chef ed addetti alla Ristorazione, che si svolge in Italia, verrà presentata alla stampa la Rete italiana, fresca di costituzione, dei Ristoranti Didattici. E' evidente che non è un caso che la Rete italiana dei Ristoranti Didattici sia presentata nel più importante meeting degli chef in Italia: la grande tradizione della cucina italiana deve costruire il suo futuro e lo fa nel modo più diretto: incontrando e coinvolgendo le giovani generazioni dei cuochi.

    "Mister X" (poi ci dirà perchè vuole mantenere l'anonimato), come è strutturata questa rete e cosa si prefigge? Ad essa aderiscono una cinquantina di Scuole di Ristorazione ed Istituti Alberghieri sparse in una decine di Regioni. E' un mondo spesso sconosciuto che si muove dentro ed accanto a queste strutture.

    La filiera delle Scuole di Ristorazione rappresenta l'incubatore di un settore strategico per l'intera economia del nostro Paese ed in essa sono coinvolti: decine di migliaia di studenti, migliaia i docenti ed i professionisti coinvolti nei percorsi di formazione,  migliaia sono anche i Ristoranti del territorio coinvolti nelle attività di stage e centinaia le aziende che portano i loro prodotti agroalimentari per essere "lavorati" dai ragazzi delle Scuole.

    Le scuole sono importanti, sono le fucine dei professionisti del domani e scrigni custodi dei saperi di ieri e di oggi, ci parli ancora delle scuole.

    "Mister X": E' un mondo quello delle Scuole che, con i Ristoranti Didattici, apre i battenti al pubblico e coniuga la formazione dei giovani con un'offerta ristorativa vera e propria. Le forme sono le più diverse: cene di degustazione a tema con i prodotti stagionali del territorio, serate con i cuochi/docenti "interni" oppure guidate dagli chef che stanno facendo grande la cucina italiano nel mondo, pranzi di lavoro su prenotazioni, ovvero veri e propri Ristoranti "open" dove si possono consumare i menu preparati dagli allievi nei giorni di scuola.

    Lo scopo fondamentale dei Ristoranti Didattici è certamente quello di far compiere agli allievi qualificate  esperienze formative in un ambiente che riproduce esattamente le condizioni del mondo del lavoro: il rapporto con il cliente, una qualità del servizio rapportata al prezzo dello stesso, il rispetto dei tempi del servizio adeguati alle esigenze dell'ospite, l'attuazione di norme igienico-sanitarie richieste dalle normative dei locali pubblici.
    Possiamo dire che non è più il tempo dell'oste/trattore fai da te? Oggi non basta saper fare da mangiare, oggi il ristoratore deve essere un imprenditore della cucina e della ristorazione, vero?

    "Mister X": Ovviamente non c'è più posto per l'improvvisazione. Oltre agli obiettivi formativi si pensi all'importanza strategica di educare le nuove generazioni di addetti all'enogastronomia  all'utilizzo dei prodotti agroalimentari tipici del nostro territorio: è un movimento di lungo respiro ma di fondamentale importanza per il consolidamento di un primato di qualità che l'Italia si sta conquistando nel mondo. Un movimento che ha ricadute sul turismo, sulla produzione agricola e quella industriale, oltre che, naturalmente, sulla filiera degli Alberghi, Ristoranti, Agriturismi, Pizzerie.

    Dunque, una nuova opportunità di business per i ristoratori? "Mister X": Siamo convinti che l'esperienza dei Ristoranti Didattici  possa costituire nel nostro Paese una prospettiva interessante sia dal punto di vista della innovazione dei percorsi formativi, sia come offerta al mercato della Ristorazione in una prospettiva stimolante, molto legata alla qualità dei prodotti e dei servizi e carica di tutta la potenzialità di creatività e di simpatia legata ai giovani che sono i protagonisti di queste esperienze.

    La rete dei Ristoranti Didattici si doterà di marchio che verrà anch'esso presentato alla stampa ed al pubblico nell'appuntamento del 31 gennaio nell'ambito di "Identità golose".

    Ecco i promotori dell'iniziativa (chi sarà il "Mister X"?):

    • ·      Alberto Raffaelli Direttore del CFP della coop. DIEFFE di Valdobbiadene (TV),
    • ·      Franco Zanet Preside dell'Istituto "N. Bobbio" di Carignano (TO),
    • ·      Brunella Margutta Preside dell'Istituto "Velso Mucci" di Bra (TO),
    • ·      Alberto Biasiotto Direttore del Centro di Formazione Professionale ENAIP di Belluno,
    • ·      Luciano Moro Direttore Area I.S. di IAL Friuli-Venezia-Giulia,
    • ·      Federica Sacenti Direttore di FOMAL (Bologna)


    Programma
    - Prospettive e attività della Rete stessa quali:

    • ·      l'adozione di standard qualitativi comuni nell'organizzazione e nella gestione dei rispettivi ristoranti didattici,
    • ·      lo scambio di risorse professionali interne ed esterne utili a migliorare l'apprendimento nei laboratori didattici,
    • ·      l'attivazione di attività editoriali tradizionali e su web per favorire lo scambio di esperienze tra docenti e tra allievi,
    • ·      la disponibilità a valutare ed a sottoscrivere partnership per aderire a Bandi Regionali, Nazionali e dell'Unione Europea,
    • ·      la realizzazione di un evento nazionale che veda protagonisti i giovani cuochi da tenersi nel mese di settembre, all'inizio del prossimo anno formativo.
    Leggi tutto...
  • FORMAZIONE. Corso cuoco a Lonigo
    27.01.11

    FORMAZIONE. Corso cuoco a Lonigo  Si è conclusa a Lonigo la prima edizione del corso professionale di cuoco e pasticcere organizzato dalla scuola di ristorazione Dieffe. Hanno frequentato le lezioni 19 allievi.

    Leggi tutto...
  • Ristorazione. Il mercato richiede figura qualificate
    20.01.11

    Scuola Ristorazione Dieffe -  Subito al lavoro i cuochi e pasticceri formati da Dieffe a Lonigo (Vi)
    Lo scorso 28 dicembre 2010 si è conclusa a Lonigo, in provincia di Vicenza, la prima edizione del Corso Professionale di Cuoco e Pasticciere organizzato dalla Scuola di Ristorazione Dieffe. Il percorso formativo che ha visto la partecipazione di 19 allievi, si è rivelato una straordinaria opportunità per entrare in maniera qualificata nel mondo del lavoro.

    I cuochi e pasticceri formati da Dieffe, a pochi giorni dalla conclusione del corso hanno infatti trovato occupazione presso i "templi" della ristorazione vicentina: dal metropolitano "Julien" a Vicenza, al raffinato "Giorgio e Flora" a Lago di Velo d'Astico (Vi), e poi proprio Lonigo il tradizionale "La Peca" e l'hotel - ristorante "Alle Acque".
    Si tratta di risultati assolutamente significativi in un periodo storico caratterizzato anche in Veneto da una crisi che continua a colpire le imprese e che determina un sempre più alto tasso di disoccupazione.
    Ma, come evidenziano gli ultimi dati della ricerca Excelsior, in provincia di Vicenza nonostante la crisi, il settore del turismo enogastronomico, legato alle produzioni tipiche territoriali, registra una forte crescita e con esso anche l'occupazione di figure professionali formate alla promozione e preparazione di piatti della tradizione ed innovativi, basati sugli oltre 100 i prodotti tipici vicentini.
    Un ambito dunque ricco di interessanti occasioni lavorative, ben remunerate in cui Dieffe è presente da anni con un'offerta formativa molto ampia. Nella sola formazione per la ristorazione e l'enogastronomia Dieffe qualifica anche - nelle cinque sedi venete - ogni anno circa 100 giovani come COMMIS DI SALA-BAR O COMMIS DI CUCINA.
    Per la seconda edizione del corso di Cuoco e Pasticcere è possibile iscriversi fino al 31 Gennaio 2011.
    Il percorso formativo si distribuirà in 400 ore suddivise tra aula, laboratorio e stage, attraverso le quali il corsista andrà ad acquisire le competenze necessarie per immettersi, o ricollocarsi, in una realtà lavorativa importante come quella della gastronomia e dell'arte dolciaria del territorio Veneto.
    Il corso è rivolto ad aspiranti cuochi e pasticceri sia italiani che stranieri che abbiano compiuto la maggiore età e assolto agli obblighi formativi; viene comunque richiesta una discreta conoscenza della lingua italiana.
    Dieffe nasce nel 1985 a Padova da un gruppo di giovani neolaureati e stabilisce la sua prima sede a Marghera presso la scuola Padre Egidio, con l'obiettivo di favorire lo sviluppo professionale e umano dei giovani in cerca di lavoro e dei lavoratori gia inseriti nelle imprese.
    Oggi Dieffe, azienda certificata UNI EN ISO 9001:2000, è un organismo di formazione professionale accreditato presso la Regione Veneto, attivo nell'ambito educativo con i suoi Centri Professionali, nella formazione dei giovani in cerca di prima occupazione e nella formazione continua di lavoratori e imprese pubbliche e private.
    Da più di venti anni si occupa di progettazione e consulenza, muovendosi in un ottica di continua ricerca verso l'innovazione per rispondere tempestivamente ai nuovi bisogni delle persone e delle imprese.
    Oltre a costituire un importante centro di Orientamento per i giovani, Dieffe è Scuola di Formazione Professionale nel settore della RISTORAZIONE con sedi a Padova (due), Marghera (VE), Lonigo (VI) e Valdobbiadene (TV).

    Leggi tutto...
  • I NUOVI CORSI PER ADULTI della Scuola Di Ristorazione DIEFFE
    08.01.11

     

    I NUOVI CORSI PER ADULTI della Scuola Di Ristorazione DIEFFE


    Lonigo. Partiranno a gennaio 2011, anche in provincia di Vicenza, i Corsi serali per adulti della Scuola di Ristorazione DIEFFE che permetteranno ai molti appassionati golosi e gastronomi del territorio, interessati ad avvicinarsi in modo concreto al mondo della Ristorazione, di accedere ad un percorso formativo professionalizzante ottenendo una Qualifica rilasciata dalla Regione Veneto. Le 400 ore di Corso saranno suddivise tra aula, laboratorio e stage attraverso le quali il corsista andrà ad acquisire le competenze necessarie per immettersi, o ricollocarsi, in una realtà lavorativa importante come quella della gastronomia e dell’arte dolciaria del territorio Veneto. Tre le specializzazioni possibili ed i relativi percorsi didattici: Cuoco, Pasticcere e Pizzaiolo panificatore. Il corso è rivolto ad aspiranti cuochi, pasticceri e pizzaioli sia italiani che stranieri che abbiano compiuto la maggiore età e assolto agli obblighi formativi; viene comunque richiesta una discreta conoscenza della lingua italiana. Previsto per mercoledì 12 gennaio 2011 alle ore 18.00 un incontro presso la Scuola di Ristorazione DIEFFE di Lonigo sita in via Turati, 19 (zona piscine), in cui aspiranti corsisti o semplici interessati potranno incontrare l’organizzazione per una presentazione delle attività. Sarà possibile partecipare alla presentazione ed iscriversi ai corsi rivolgendosi al Numero Verde  DIEFFE  800.272.565. La Scuola di Ristorazione DIEFFE di Lonigo diretta dalla Prof.ssa Maria Antonietta Rossettini vanta una lunga tradizione di successi e riconoscimenti a livello regionale, attraverso il suo Centro di Formazione Professionale, che ogni anno forma con profitto nuovi protagonisti nel panorama eno-gastronomico d’eccellenza del nostro territorio.

    Leggi tutto...
  • Trovare lavoro ai Fornelli
    04.01.11

    Formazione. Trovare Lavoro ai Fornelli. A Lonigo i corsi della DIEFFE. Partiranno questo mese anche in provincia di Vicenza i Corsi serali per adulti di Scuola di Ristorazione DIEFFE che permetteranno ai molti appassionati golosi e gastronomi del territorio, che desiderano avvicinarsi in modo concreto al mondo della Ristorazione, di accedere ad un percorso formativo professionalizzante a Qualifica rilasciata dalla Regione Veneto. Le 400 ore di Corso saranno suddivise tra aula, laboratorio e stage attraverso le quali l’allievo andrà ad acquisire le competenze necessarie per immettersi, o ricollocarsi, in una realtà lavorativa importante come quella che ruota intorno alla gastronomia e all’arte dolciaria del territorio. Tre le specializzazioni possibili ed i relativi percorsi di studio: Cuoco, Pasticcere o Pizzaiolo - panificatore. Il corso è rivolto a aspiranti cuochi, pasticceri e pizzaioli italiani e stranieri, è indispensabile però per accedervi una buona conoscenza della lingua italiana.Previsto per il 12 gennaio 2011 alle ore 18.00 un  incontro presso la sede di Via Turati, 19. Zona Piscine.

    Leggi tutto...
  • La forza contagiosa di un gesto di carità
    12.12.10

    La possibilità di uno sviluppo, economico e sociale, in grado di arrivare a tutta la popolazione mondiale ha suscitato per decenni l'entusiasmo, magari ingenuo, ma originale e positivo di tante persone. Per certi versi tale promessa si sta avverando: la globalizzazione sta migliorando le condizioni di vita di moltissimi; tuttavia, mentre diminuiscono le ineguaglianze fra Stati, sono in rapido aumento quelle all'interno degli Stati, persino quelli che stanno incrementando in modo vertiginoso il loro prodotto interno lordo, e intere aree mondiali sembrano sempre più ai margini dello sviluppo. Di fronte a questi problemi, non basta l'opzione economica. Come si legge in un recente libro, Alla radice dello sviluppo: l'importanza del fattore umano (di Berloffa, Folloni, Schnyder v.W., ed. Guerini e associati), «le politiche di accumulazione dei fattori produttivi (capitale fisico e capitale umano) e le risorse garantite attraverso gli aiuti allo sviluppo non hanno avuto l'efficacia attesa. [...] Non bastano "grandi piani", che spesso per loro natura favoriscono comportamenti redistributivi e passivi», ma non basta neanche «lasciar agire i singoli, come se questi già conoscessero ciò che devono fare». Né è possibile, anche nel Terzo mondo, un ritorno allo statalismo e ad aiuti che passino attraverso le istituzioni di quegli Stati che hanno provocato sprechi, corruzione, inefficienze, sostegno a regimi dittatoriali e guerrafondai. E' fondamentale ricordarsi quanto diceva già la Populorum Progressio più di 40 anni fa: «Per essere autentico sviluppo deve essere integrale, il che vuol dire volto alla promozione di ogni uomo e di tutto l'uomo». La condizione perchè questo avvenga è che le persone trovino in loro stesse, nel loro desiderio di verità, giustizia, bellezza, sostenuto da ideali, le ragioni del loro impegno nella realtà. Diceva a questo proposito don Giussani nel 1968: «Le forze che cambiano la storia sono le stesse che cambiano il cuore dell'uomo».

    Servono esempi virtuosi dal basso. Come aiutare questi tentativi a crescere e riprodursi? Prima ancora degli organismi internazionali che devono sostenere le esperienze che lavorano per il bene comune, occorre quel dono commosso di sé di un uomo verso un altro uomo che è la carità, quel vero amore al destino dell'altro che spinge a farsi carico dei bisogni spirituali e materiali del prossimo, senza aspettare alcun tornaconto. Benedetto XVI ha affermato nella Deus Caritas Est che «anche nelle società più giuste, la carità sarà sempre necessaria». La carità è l'inizio della giustizia, l'aiuto immediato dell'uomo verso il suo prossimo, che nessuna azione sociale potrà mai sostituire e da cui ogni azione sociale duratura nasce. Le "Tende" dell'Avsi sono da anni una occasione per inoltrarsi in questa dimensione della carità. Non sono solo un moto di generosità che si manifesta in incontri, mostre, cene, partite di calcio, concerti e mille altri gesti immaginati dalla fantasia di chi le promuove per raccogliere fondi. Sono, per decine di migliaia di persone, una straordinaria occasione di conoscenza di pezzi di mondo dove lo sviluppo "ha un volto". La Cena di Santa Lucia che si svolge domani sera a Padova è forse il gesto delle Tende più rilevante in tutta Italia. E' molto di più che una cena di beneficienza in cui persone di una delle regioni più sviluppate e operose di Europa si riuniscono per sostenere progetti di cooperazione. Chi vi ha partecipato negli anni scorsi ha potuto vedere la drammaticità e la bellezza di progetti che hanno unito persone diverse, accomunate dal desiderio di migliorare le proprie condizioni di vita, ricevendo e donando. Quest'anno i proventi della Cena di Santa Lucia andranno a centri educativi e scuole di Haiti, Kenya, Cile, Sud Sudan, Etiopia; per la riqualificazione del sistema irriguo in Libano oltre che per l'intervento della Caritas in aiuto agli alluvionati del Veneto. Il ponte tra Italia e Paesi in via di sviluppo consiste anche nel sostegno che i centri formativi della Dieffe stanno dando alla scuola professionale di Adua, in Etiopia, guidata dalla suora salesiana Laura Girotto. Quello che c'è in gioco è molto più di un programma di cooperazione. Come ha detto Murimi Gideon, studente di Nairobi, classe 1990, diplomato, ex ragazzo di strada: «Vorrei dire a coloro che ci stanno aiutando che li ringrazio perchè hanno salvato una vita, una vita vera».  di Giorgio Vittadini Presidente Fondazione per la Sussidiarietà

    Leggi tutto...
  • Giovani ristoratori
    10.12.10

    La scuola di ristorazione DIEFFE di Lonigo, diretta dalla prof. Maria Antonietta Rossettini, é un centro di formazione molto apprezzato dalle aziende del territorio che, pur essendo nato pochi anni fa, ha già riscosso ampi consensi e vinto numerosi riconoscimenti. Tutto merito della passione per i fornelli di allievi ed insegnanti i quali, giorno dopo giorno, si cimentano con lavori di cucina a dir poco certosini. Il risultato? Un profumo delizioso di pietanze appena sfornate, capaci di far venire l’acquolina in bocca anche al palato più difficile! Due gli indirizzi attivati: il primo è un corso triennale che consente di ottenere la qualifica di operatore della ristorazione cuoco; mentre l’altro, della stessa durata, permette di diventare cameriere professionale. Le attività vengono condotte in parallelo così da metterne in risalto la complementarietà e, nonostante il taglio pratico di numerosi insegnamenti, non viene meno lo studio delle materie fondamentali (tra le quali italiano, matematica, diritto e due lingue straniere: inglese e tedesco) curando particolarmente quelle d’indirizzo, tra tutte l’enogastronomia, la sicurezza sul lavoro, scienze dell’alimentazione e cura della persona nella professione. Fondamentali sono poi i progetti extracurriculari e gli stages formativi in azienda; con cui gli imprenditori del settore scoprono i talenti nostrani mentre i ragazzi vengono a contatto con il mondo del lavoro. “Imparare facendo” è il motto di questa scuola appetitosa; da quest’anno attiva anche nell’organizzazione di un corso amatoriale di cucina e di uno dedicato alla somministrazione e alla vendita di prodotti alimentari. Un terzo importante appuntamento è quello serale per adulti, volto al conseguimento della qualifica di cuoco/cameriere (n. verde 800-272565). Siete tutti invitati ad una gustosa giornata di “Open Day” il prossimo 22 gennaio dalle ore 14:30 alle ore 18:00. Solo per veri gourmet!

    Leggi tutto...
  • Gli Chef di Dieffe a Job&Orienta a Verona
    24.11.10

    CHEF DI DIEFFE. Oggi ragazzi delle varie scuole di ristorazione del Centro di Formazione Professionale Dieffe di Padova trasformeranno lo stand della Regione Veneto del Job&Orienta di Verona in un ristorante. All’interno dello spazio 15 giovani chef prepareranno circa 2000 pasti, proposti ai visitatori del-la mostra convegno e alle autorita. (e.bol.)

    Leggi tutto...
  • Giovani Chef protagonisti a Job&Orienta
    23.11.10

    Formazione. Oggi inaugurazione: Menù Veneto preparato dai corsisti di Dieffe. Tre piatti diversi della tradizione gastronomica Veneta preparati e serviti a due commensali eccellenti: il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi e l’Assessore alla Formazione della Regione Veneto Elena Donazzan. Protagonisti dell' evento speciale che si terrà oggi al salone internazionale Job&Orienta che si inaugura a verona, sono i ragazzi della varie scuole di ristorazione del Centro di Formazione DIEFFE di Padova, che vanta anche sedi a Spinea, Lonigo e Valdobbiadene.

    Quindici chef speciali che si mettono in gioco in questa prestigiosa vetrina sul mondo del lavoro, che mostrano le loro capacità, competenze e la loro arte, quella culinaria, appresa all’interno di un percorso formativo improntato alla cura della persona e alla valorizzazione dei suoi talenti. I corsi di Dieffe rispondono infatti alla notevole domanda di professionalità in settori -soprattutto l’artigianato - dove le opportunità di lavoro sono tante ma i giovani capaci e formati sono sempre pochi. Gli alunni delle scuole triennali di ristorazione della Dieffe Formazione e Lavoro di Padova, hanno così l’occasione di mettersi in gioco in un contesto di lavoro, sia preparando un menù tipicamente regionale sia servendo le proprie prelibatezze ai tanti visitatori che nei tre giorni affolleranno la fiera veronese. In questo modo mostreranno poi a tanti loro coetanei come la formazione aiuta a inserirsi nel mondo del lavoro. Proporre ai giovani, attraverso il lavoro e lo studio, la strada per il futuro, una luce per la vita: è questo lo scopo dell’attività di Dieffe, una realtà che offre la formazione professionale, l’inserimento lavorativo, l’orientamento, il sostegno scolastico e l’aggregazione per giovani in età di obbligo formativo.

    Leggi tutto...
  • Scuola di Restauro DIEFFE - L'affresco Ritrovato
    22.11.10

    Il campus dove i ragazzi si prendono cura dell’arte.

    Una vera e propria Scuola di Restauro all’interno di una struttura che si occupa di formazione professionale non è qualcosa di così frequente nel nostro Paese. E contraddice un diffuso luogo comune, secondo il quale i percorsi di formazione professionale sono mirati a professioni richieste sì dal mercato, ma di profilo perlopiù medio-basso.

    In Veneto, ad esempio, può capitare che ragazzi di una scuola professionale, la Scuola di restauro gestita dalla cooperativa Dieffe a Spinea in provincia di Venezia, tengano uno stage in una villa veneta e scoprano parti di un affresco rimaste nascoste per secoli.

    «È il bello di questo mestiere», spiega Laura Sernagiotto, direttrice della scuola e responsabile del corso triennale per Collaboratore restauratore dei beni culturali, organizzato nell’ambito dei progetti formativi cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo. «Fa parte della natura teorica e pratica insieme del nostro corso di studi». Detto altrimenti, non esiste il restauro in laboratorio.

    «I ragazzi fanno pratica», spiega la dottoressa Sernagiotto, «sotto la guida e supervisione dei docenti, tecnici esperti e restauratori, su beni storici e artistici, contraddistinti da un notevole interesse culturale e assoggettati a tutela di vincolo».

    Gli allievi del secondo anno, ad esempio, nel 2010 si sono applicati al restauro e alla conservazione degli stucchi e degli elementi in pietra all’interno dell’ex Oratorio di San Francesco alla Gazzera Alta di Mestre (Venezia). Un intervento, beninteso, seguito con attenzione dal comune di Venezia, che gestisce la struttura, con la verifica costante di società specializzate e il controllo della Soprintendenza.

    Ma già dal primo anno la scuola alterna formazione teorica ed esperienze in cantiere. «Nello scorso settembre, ad esempio», racconta Federico Pendin, amministratore delegato di Dieffe, «è stata realizzata una prima esperienza in Trentino, nella valle di Primiero, dove sotto la guida e il coordinamento tecnico-scientifico dello studio Laira gli allievi hanno seguito una campagna preliminare di indagini conoscitive sui dipinti murali popolari, a carattere religioso, ancora presenti sulle facciate delle case del piccolo comune di Imèr». Studio ben volentieri promosso dall’amministrazione comunale del paese, nella prospettiva di passare nei prossimi mesi alla conservazione e al restauro dei dipinti.

    Ben presto poi, oltre che il sindaco e gli assessori, tutta la popolazione del comune, che conta circa un migliaio di abitanti, ha “adottato” i ragazzi della Dieffe. Gli affreschi infatti sono perlopiù collocati sulle facciate delle case, e così durante lo stage gli allievi sono stati ospiti delle famiglie di Imer. Quando poi si è trattato di tenere un seminario conclusivo, la partecipazione, visto il contesto, è stata straordinaria, con circa trecento presenze.

    Ma la scoperta più emozionante si è verificata alcune settimane dopo, quando i ragazzi della Dieffe, impegnati nelle operazioni preliminari di restauro conservativo degli affreschi di villa Fortini Grimani a Due Carrare, nell’hinterland di Padova, hanno scoperto elementi di un affresco con scene mitologiche che nessuno ipotizzava.

    «Uno stage decisamente straordinario», commenta Sernagiotto, «di valore formativo raro. Gli allievi hanno potuto partecipare attivamente ai lavori curati e coordinati dallo studio Laira e dalla restauratrice Barbara D’Incau per la rimozione degli strati di intonaco e tinteggiatura che nascondevano completamente l’affresco sottostante, portandolo mano a mano alla luce e riscoprendo elementi e scene sorprendenti ed inaspettate».

    Visto il successo della formazione sul campo, l’anno prossimo la scuola non solo rientrerà nei cantieri per riprendere e concludere tutti i lavori avviati, «ma si collocherà con laboratori stabili di pratica». E in un luogo di primaria importanza per la storia e l’arte padovana, l’Abbazia di Carceri nei pressi di Este, amplissimo complesso edilizio religioso le cui origini risalgono al XII secolo.

    Contando sulla disponibilità della parrocchia di Santa Maria delle Carceri, la Dieffe ha in progetto un complesso sistema di laboratori esterni-cantieri. «Praticamente un campus», conclude Pendin, «all’interno del quale gli allievi dei tre anni di corso, sotto la guida e supervisione di docenti esperti, potranno prima svolgere interventi di indagine conoscitiva e di studio sullo stato di conservazione delle strutture più significative, e poi passare all’intervento di restauro vero e proprio, soprattutto del campanile della chiesa che ha parti risalenti al XIV secolo». (Eugenio Andreatta)

    Leggi tutto...
  • Pizza e Prosecco Alla Torre a Valdobbiadene
    07.09.10

    La Pizza al Prosecco di Gianni Calaon, pizzaiolo campione del mondo, in abbinamento ai vini Bisol
    Due eccellenze si incontrano alla Pizzeria La Torre di Valdobbiadene, il ristorante didattico gestito dagli alunni della Scuola di Ristorazione "DIEFFE" e coordinato da Alberto Raffaelli. La Pizza al Prosecco di Gianni Calaon, vincitore del Campionato Mondiale della Pizza di Salsomaggiore, verrà abbinata al Cru Vigneti del Fol Bisol e al Jeio Rosé di Bisol, medaglia d'oro a Le Mondial du Rosé in Francia.
    Durante la cena a tema, ogni piatto verrà accompagnato da uno Spumante Bisol: naturalmente, il dessert verrà abbinato al Jeio Cartizze, il Superiore della storica famiglia del Prosecco, proveniente dal Cru più prezioso d'Italia. Una serata da record...da non perdere.

    Leggi tutto...
  • La Pizza al Prosecco Jeio di Bisol a Valdobbiadene
    07.09.10

    7 Settembre - Valdobbiadene (TV) - Martedì 7 settembre alle ore 20.00 due eccellenze si incontrano alla pizzeria La Torre di Valdobbiadene, il ristorante didattico “Alla torre” gestito dall'Associazione Student Company, legata alla Scuola di Ristorazione “DIEFFE”, e coordinato da Alberto Raffaelli. La Pizza al Prosecco di Gianni Calaon, vincitore del Campionato Mondiale della Pizza di Salsomaggiore, verrà abbinata al Cru Vigneti del Fol Bisol e al Jeio Rosé di Bisol, medaglia d'oro a Le Mondial du Rosé in Francia.

    La cena a tema, aperta al pubblico (su prenotazione), proporrà prelibatezze create da Calaon e dal suo team, dalla Focaccia al Lardo Bisol alla oramai celebre Nicoletta, la Pizza - dedicata alla moglie – che gli è valsa la vittoria ai Campionati Mondiali della Pizza di Salsomaggiore: Mozzarella, Crema di zucchine aromatizzata al salmone, Capesante e Gamberoni marinati nel Valdobbiadene Prosecco, dadolata di zucchine croccanti, Melone, Mousse di ricotta al basilico sono gli elementi di questa raffinata Pizza al Prosecco. Gianni Calaon si avvarrà della collaborazione degli studenti della Scuola DIEFFE.
    Ogni piatto verrà accompagnato da uno Spumante Bisol: naturalmente, il dessert verrà abbinato al Jeio Cartizze, il Superiore della storica famiglia del Prosecco, proveniente dal Cru più prezioso d'Italia.  Una serata da record...da non perdere.
    Costo della serata € 18.00 Informazioni/ prenotazioni: tel. 0423975669 – www.allatorre.net
    Leggi tutto...
  • Veneto, terra di turismo enogastronomico
    03.09.10

    Venerdì 3 settembre, alle ore 11,30, nell’isola veneziana di Mazzorbo, il Presidente del Veneto Luca Zaia darà il via alla vendemmia dell’uva Dorona, antico vitigno autoctono della laguna di Venezia, recuperato e coltivato nel contesto della valorizzazione del Parco Agricolo Ambientale di Venissa.

    Sarà un’occasione per riscoprire le radici identitarie della grande enologia veneta, in compagnia di alcuni produttori tra i più famosi a livello mondiale, impegnati nel recupero di antichi vitigni autoctoni (Gianluca Bisol, Raffaele Boscaini e Giorgio Cecchetto), ma anche per conoscere e valorizzare le piante della laguna utilizzate nella cucina tradizionale e i prodotti degli orti di Mazzorbo e delle altre isole veneziane.

    Sempre in veneto, martedì 7 settembre, alle ore 20.00, due eccellenze si incontrano alla pizzeria La Torre di Valdobbiadene (Treviso), il ristorante didattico “Alla torre” gestito dall’Associazione Student Company, legata alla Scuola di Ristorazione “DIEFFE”, e coordinato da Alberto Raffaelli.
    La Pizza al Prosecco di Gianni Calaon, vincitore del Campionato Mondiale della Pizza di Salsomaggiore,  verrà abbinata al Cru Vigneti del Fol Bisol e al Jeio Rosé di Bisol, medaglia d’oro a Le Mondial du Rosé in Francia.

    La cena a tema, aperta al pubblico, proporrà prelibatezze create da Calaon e dal suo team, dalla Focaccia al Lardo Bisol alla oramai celebre Nicoletta, la Pizza - dedicata alla moglie – che gli è valsa la vittoria ai Campionati Mondiali della Pizza di Salsomaggiore: Mozzarella, Crema di zucchine aromatizzata al salmone, Capesante e Gamberoni marinati nel Valdobbiadene Prosecco, dadolata di zucchine croccanti, Melone, Mousse di ricotta al basilico sono gli elementi di questa raffinata Pizza al Prosecco. Gianni Calaon si avvarrà della collaborazione degli studenti della Scuola DIEFFE. 
    Ogni piatto verrà accompagnato da uno Spumante Bisol: naturalmente, il dessert verrà abbinato al Jeio Cartizze, il Superiore della storica famiglia del Prosecco, proveniente dal Cru più prezioso d’Italia.

    Leggi tutto...
  • Gianni Calaon e Bisol inseme per creare la pizza al Prosecco
    31.08.10

    La pizza al Prosecco di Gianni Calaon, vincitore del Campionato mondiale della Pizza di Salsomaggiore, verrà abbinata al Cru Vigneti del Fol Bisol e al Jeio Rosé di Bisol, medaglia d'oro a Le Mondial du Rosé in Francia. La cena si svolgerà il 7 settembre alla pizzeria La Torre di Valdobbiadene (Tv)

    VALDOBBIADENE (TV) - Martedì 7 settembre due eccellenze si incontrano alla pizzeria La Torre di Valdobbiadene (Tv), il ristorante didattico “Alla torre” gestito dall'Associazione student company, legata alla scuola di ristorazione “Dieffe”, e coordinato da Alberto Raffaelli. La pizza al Prosecco di Gianni Calaon, vincitore del Campionato mondiale della Pizza di Salsomaggiore (Pr), verrà abbinata al Cru Vigneti del Fol Bisol e al Jeio Rosé di Bisol, medaglia d'oro a Le Mondial du Rosé in Francia.

    La cena a tema, aperta al pubblico (su prenotazione), proporrà prelibatezze create da Calaon e dal suo team, dalla Focaccia al Lardo Bisol alla oramai celebre Nicoletta, la Pizza - dedicata alla moglie – che gli è valsa la vittoria ai Campionati mondiali della pizza di Salsomaggiore: mozzarella, crema di zucchine aromatizzata al salmone, capesante e gamberoni marinati nel Valdobbiadene Prosecco, dadolata di zucchine croccanti, melone, mousse di ricotta al basilico sono gli elementi di questa raffinata pizza al Prosecco. Gianni Calaon si avvarrà della collaborazione degli studenti della scuola Dieffe.

    Ogni piatto verrà accompagnato da uno Spumante Bisol: naturalmente, il dessert verrà abbinato al Jeio Cartizze, il Superiore della storica famiglia del Prosecco, proveniente dal Cru più prezioso d'Italia. Una serata da record...da non perdere.

    Leggi tutto...
  • Il 7 settembre a Valdobbiadene le originali creazioni di Gianni Calaon
    31.08.10

    La Pizza al Prosecco di Gianni Calaon, vincitore del Campionato mondiale della Pizza di Salsomaggiore, e il Cru Vigneti del Fol Bisol e il Jeio Rosé di Bisol, medaglia d’oro a Le Mondial du Rosé in Francia: ecco le eccellenze che il 7 settembre si incontreranno alla pizzeria La Torre di Valdobbiadene, il ristorante didattico “Alla torre” gestito dall’Associazione Student Company, legata alla Scuola di Ristorazione “Dieffe”, e coordinato da Alberto Raffaelli (info: www.bisol.it; www.allatorre.net).
    La cena a tema, aperta al pubblico (su prenotazione), proporrà prelibatezze create da Calaon e dal suo team, insieme agli studenti della Scuola “Dieffe”, dalla Focaccia al Lardo Bisol alla oramai celebre Nicoletta, la Pizza - dedicata alla moglie - che gli è valsa la vittoria ai Campionati Mondiali della Pizza di Salsomaggiore: mozzarella, crema di zucchine aromatizzata al salmone, capesante e gamberoni marinati nel Valdobbiadene Prosecco, dadolata di zucchine croccanti, melone, mousse di ricotta al basilico sono gli elementi di questa raffinata Pizza al Prosecco. Ogni piatto verrà accompagnato da uno Spumante Bisol, e, in particolare, il dessert sarà abbinato al Jeio Cartizze, il Superiore della storica famiglia del Prosecco, proveniente dal Cru più prezioso d’Italia.

    Leggi tutto...
  • Il GustoVivo del Duca di Dolle
    04.06.10

    dieffe scuola di ristorazione

    Il GustoVivo del Duca di Dolle

    In arrivo domenica 6 giugno, nella tenuta Duca di Dolle a Rolle di Cison di Valmarino (Tv), borgo antico eletto Punto FAI nel 2004, la prima edizione di GustoVivo: una giornata all’insegna del buon gusto, promossa dal Master in Cultura del Cibo e del Vino di Ca’ Foscari, dai Bisol e da numerosi partner di questo evento.

    Molti i percorsi e le attività previste per questo appuntamento di GustoVivo che si svilupperanno nella suggestiva corte del Relais e lungo i sentieri, i vigneti biodinamici ed i boschi che circondano il Duca di Dolle, antico monastero cistercense impreziosito dalla recente ristrutturazione voluta dalla famiglia Bisol.

    In ognuno, i partecipanti potranno seguire le attività suddivise in tre aree tematiche denominate:  Sapori, Scenari e Saperi.

    Sapori: nella tenuta, verranno allestite isole enogastronomiche a tema. La Scuola di Ristorazione Dieffe di Valdobbiadene terrà corsi di Cucina e Roberto Cipresso, winemaker noto a livello internazionale, terrà un seminario dal titolo “I segni del vino nel tempo e i segni del tempo nel vino”.

    Scenari: verranno organizzate passeggiate a cavallo, visite guidate lungo i percorsi delle erbe spontanee e dei vigneti biodinamici.

    Saperi: si potrà assistere alla proiezione in anteprima del film di Loris Mora “Nel nome del Vino – Uomini e vigne nella Marca Trevigiana”; l’associazione culturale PaneCinema proporrà la pellicola “L’ Ubriaco d’ Amore” in abbinamento a degustazioni gastronomiche a tema.

    Leggi tutto...
  • La città trevigiana già capitale del prosecco, inaugura il ristorante "didattico" vicino alla vecchia Torre
    29.04.10

    Tra la piazza centrale di Valdobbiadene, e la vecchia Torre oggi campanile, nella suggestiva atmosfera di un tempo passato, sorge il ristorante didattico che rende omaggio al prosecco e alla cucina trevigiana di alta qualità.
    L’arrivo a Valdobbiadene è certamente suggestivo. L’entrata nel ristorante “Alla torre” invece è qualcosa di più: emozionante. La cittadina trevigiana, capitale del  prosecco,  è stata la sede di un evento importante nell’ottica della valorizzazione e sviluppo  delle tradizioni locali e della loro promozione: la presentazione alla stampa del ristorante didattico “Alla torre”, gestito dagli alunni della Scuola di Ristorazione “DIEFFE”.
    Chi arriva alla Torre il primo impatto ce l’ha con la scalinata che porta all’entrata del maestoso edificio, dalle cui pareti trasuda un ‘non so che’ di passato nobile. Ma la cosa che più colpisce, in questa giornata inaugurale, sono i ragazzi del ristorante. Alcuni, con aria rilassata stanno tra loro sotto il portico in disparte; altri in perfetta tenuta da cucina entrano ed escono con aria indaffarata.
    Quelli che hanno l’aspetto di camerieri sono i più eccitati: corrono con i vassoi pieni di bicchieri, rallentano per cercare un’occhiata di approvazione, si fermano a darsi una sistemata e via, dentro la porta su per le scale a chiedere alla prof, “ma nella mise en place, il secondo coltello come si deve presentare..”. Nel giorno dell’inaugurazione del ristorante didattico sono loro i protagonisti indiscussi, registi e attori allo stesso tempo.
    "Fare lezione qui è un’opportunità perché questo posto è già un ristorante, e quindi noi possiamo già fare ciò per cui stiamo studiando”. Francesco, secondo anno, vestito da cuoco, ci mostra gli ambienti  di lavoro, dalla sala alla cucina. In questo luogo vige un paradosso, viene subito da pensare: l’albergo che mostra i segni di qualcosa di “ormai non più” è chiuso nel suo passato; ma al suo interno si vedono vivi i segni di attività nuova, ragazzini vestiti da cuochi e camerieri tutti in agitazione che tendono al futuro con le loro speranze e i loro sogni professionali. Il fatto è che chi lavora “Alla torre”, non è in un contesto sterile. Gli obiettivi dei ragazzi si integrano perfettamente con le tradizioni locali e i bisogni dei produttori della zona, che qui all’inaugurazione del ristorante-didattico hanno portato gli stand delle migliori produzioni.

    Per questo la scuola ha cercato da subito di creare legami a livello di collaborazione e formazione con le piccole aziende, come racconta il proprietario dello stand del miele: “ Non conoscevo questa realtà. In 3 giorni li ho scoperti ed è già viva la possibilità di farli venire nelle nostre aziende. Il fatto è che sono presi dal concetto giusto. Sporcarsi le mani". Di certo l’entusiasmo con il quale spiega ai ragazzi la tecnica di produzione  è la testimonianza che il “terreno di semina” è fertile. “Il decadimento  della struttura avvenne dopo un investimento fatto 10 anni fa per rinnovare gli infissi, poi la trasformazione in pizzeria e la chiusura. Ora è diventato un’altra cosa: un’opera che serve per rendere i ragazzi immagine di Valdobbiadene e contemporaneamente per aprirli al mondo, all’estero”, racconta Alvio, genero Gemin, famiglia di produttori di prosecco della tradizione Bortolomiol.

    Sua la scelta della cessione dell’edificio che gli apparteneva, e sua la voce che se n’è andata nel parlare con troppo entusiasmo nel raccontare ciò che vede accadere attorno a sé. “Già oggi imparano a portare il prodotto, e da come lo fanno si vede che hanno imparato di più confrontandosi con il vero lavoro che stando in aula. È il contatto umano ciò che devono imparare. Per questo è fondamentale che si abbinino allo studio manifestazioni e contatto con il pubblico: è la politica del direttore.”Sì, perché senza l’intuizione avuta dal direttore, Alberto Raffaelli, oggi questa realtà non sarebbe nata. “Era l’8 gennaio, ed io avevo avuto una mattinata pessima”, racconta, “Venni a pranzo al ristorante Alla Torre e mi dissero che avrebbero chiuso nel giro di pochi giorni. Telefonai ad Alvio, il proprietario. La sera avevo già in mano le planimetrie della struttura.”L’inaugurazione del ristorante didattico è il segno che tramite realtà come questa si può far rinascere una tradizione locale che per fatti fortuiti va a morire ed allo stesso tempo progettare il futuro. Fatto questo che, in località come Valdobbiadene, non è da poco. E si ha la sensazione che la scommessa fatta da Raffaelli ed Alvio sia già stata vinta.
    (Caterina Gatti)

    Leggi tutto...