Certificazione Sistemi Gestione
Sicurezza Agro-Alimentare

CERTIFICAZIONE
BRC,
IFS FOOD,
ISO 22000

IL FATTORE “QUALITÀ ” E LA SICUREZZA ALIMENTARE

L’Italia da diversi anni, è leader in Europa per i controlli sulla Sicurezza Alimentare; infatti gli addetti ai lavori, conoscono le norme cogenti relativamente alla realizzazione del Manuale di autocontrollo HACCP (Hazard analysis and critical control points, “Analisi dei rischi e controllo dei punti critici”).

Il Manuale di autocontrollo tiene sotto controllo l’Analisi e la Gestione del rischio Alimentare, persegue la rintracciabilità del prodotto e controlla le normative sull’Etichettatura.

In caso di presentazione dei documenti alle ULSS bisogna dimostrare la responsabilità dell’operatore all’adozione di un Sistema di registrazione documentata e verificata al fine di assicurare i requisiti di sicurezza degli alimenti.

In questo modo la produzione di Alimenti Sicuri è la garanzia della salute del consumatore. Pertanto oltre alla della normativa cogente, le certificazioni volontarie aiutano le Aziende a implementare e applicare un sistema di gestione qualità o un sistema di gestione della sicurezza alimentare.

Gli standard della GDO (BRC, IFS) così come le norme ISO (ISO 22000) rappresentano un valido supporto per le imprese per rassicurare i clienti sulla qualità e la sicurezza dei propri prodotti.

RICHIEDI
INFORMAZIONI

Vuoi avere maggiori informazioni? Compila il form e verrai contattato dal nostro team

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio e deve essere un indirizzo email valido
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
processing...

Richiesta in elaborazione

CHE COS’ E’ LA
CERTIFICAZIONE ALIMENTARE

La Certificazione Alimentare (BRC, IFS Food, ISO 22000) è uno standard internazionale fondamentale per i sistemi di gestione della sicurezza nel settore agroalimentare e permette alle aziende coinvolte nella filiera di identificare i rischi cui sono esposte, di gestirli in modo efficace e di fornire garanzie nel rispetto della conformità legislativa; si propone, quindi, di armonizzare su un livello globale le esigenze di un’organizzazione aziendale finalizzata alla sicurezza alimentare. La norma ha un campo di applicazione molto vasto in quanto tutti i soggetti coinvolti nella filiera alimentare possono aderirvi, inclusi i produttori di packaging, le imprese di pulizia, le società di disinfestazione, le lavanderie industriali, le imprese operanti nella ristorazione ecc.

brc-logo

Lo standard BRC Food

L’ultima versione del BRC vs 7 (global standard for food safety), oggi giunto alla VII Edizione del Global Standard for Food Safety, è stato voluto dalla GDO anglosassone ed è suddiviso in 7 capitoli

  1. Impegno della direzione
  2. HACCP
  3. Sicurezza Alimentare e Sistema di gestione della qualità
  4. Standard dello stabilimento
  5. Controllo del prodotto
  6. Controllo dei processi
  7. Personale

L’applicazione in un’azienda di produzione alimentare dello standard BRC porta benefici in termini sia di mercato (voluta dalla GDO) sia in termini di organizzazione e maggiore sicurezza del prodotto.

ifs-logo

Lo standard IFS Food

L’IFS: lo standard IFS (International Food Standard), è applicato dalla GDO francese, tedesca e italiana.

Lo standard IFS è suddiviso in 6 capitoli

  1. Responsabilità della direzione
  2. Sistema di gestione per la qualità e la sicurezza alimentare
  3. Gestione delle risorse
  4. Pianificazione e processi di produzione
  5. Misurazioni, analisi, miglioramento
  6. Food defence e ispezioni esterne

L’applicazione in un’azienda di produzione alimentare dello standard IFS porta benefici in termini sia di mercato (voluta dalla GDO) sia in termini di organizzazione e maggiore sicurezza del prodotto.

iso22000-logo

ISO 22000

E’ lo standard del sistema internazionale ISO per la sicurezza alimentare.

Il sistema ISO 22000 è suddiviso in 8 capitoli secondo la classica struttura delle norme ISO:

  1. Scopo e campo di applicazione
  2. Riferimenti normativi
  3. Termini e definizioni
  4. Sistema di gestione per la sicurezza alimentare
  5. Responsabilità della direzione
  6. Gestione delle risorse
  7. Pianificazione e realizzazione di prodotti sicuri
  8. Validazione, verifica e miglioramento del sistema di gestione per la sicurezza alimentare
  1. L’applicazione in un’azienda di produzione alimentare dello standard IFS porta benefici in termini sia di mercato (voluta dalla GDO) sia in termini di organizzazione e maggiore sicurezza del prodotto.

I vantaggi di tale Certificazione consistono nella Ottimizzazione delle Risorse interne e lungo la filiera, nella corretta gestione di un sistema di sicurezza igienico attivo ed efficace, nella verifica costante dei principi HACCP, nella comunicazione verso tutti gli attori coinvolti.

Gli standard BRC,  IFS ed ISO 22000 sono facilmente integrabili l’uno con l’altro e poggiano le loro fondamenta su un sistema ISO 9001.

PERCHÉ CERTIFICARSI?

Per essere visibili sui mercati ed affidabili sicuri di una verifica costante da parte di un Ente Terzo sotto l’egida di Accredia e per la standardizzazione dei propri processi e delle proprie procedure, nell’ottica del miglioramento continuo e dell’aumento della fiducia e fidelizzazione della propria clientela.

LORO CI HANNO GIA’ SCELTO

fraccaro263
corvezzo-logo-263
levorato263
montagner-logo
croigel-logo
rampazzo-logo
dmc-logo
centro-carni-logo
Top