12

12 Giugno 2019

Soggiorno Studio a Brighton: IL RITORNO

Diario di un viaggio che ha visto protagonisti i ragazzi del’’ISE e i loro professori .

Sono tornati da pochi giorni dall’esperienza che hanno vissuto  a Brighton Inghilterra e attraverso i loro racconti viviamo le loro esperienze.

Partire per un nuovo viaggio è sempre una nuova esperienza. L’ entusiasmo sopravvale, ma anche le emozioni e i pensieri non mancano, perchè andare in un paese diverso dal proprio è sempre una nuova sfida,  soprattutto per ragazzi giovani come loro e per tanti è stato anche il loro primo viaggio senza i genitori,.

Il racconto  prosegue e come fiumi in piena lasciano uscire  racconti ed esperienze fatte. Lo stato d’animo con il quale sono partiti era diverso per ognuno di loro. C’è chi non ha percepito ansie o preoccupazioni nell’ affrontare  questo viaggio, chi era entusiasta all’idea di affrontare tale percorso con compagni e curiosi di vedere come il rapporto con i loro professori sarebbe cambiato.

L’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso!.

Chiara ci racconta che la  speranza era quella di  passare una bella esperienza, di vedere  e conoscere nuovi posti e culture, ma allo stesso tempo era  un po’ intimorita per quello che l’ aspettava. Da questa esperienza ha imparato che esistono vari stili di vita completamente diversi dal nostro, e la voglia di ritornare e scoprire molte altre cose è grande.

Vittoria invece ci racconta che prima di partire si aspettava di trovare una famiglia strana e anche un ambiente poco familiare, invece si è dovuta ricredere, perchè sono stati molto disponibili. Soddisfatta  perchè le attività svolte sono state divertenti e particolari.  Anche se i giorni a disposizione erano pochi, è riuscita in scioltezza ad ampliare il suo inglese parlandolo un pò di più.

Pietro :  è stato motivato a migliorare il rapporto con gli altri e le prof. Si è divertito con i suoi compagni, cercando di vivere e sfruttare al meglio questa esperienza,anche nell’ approfondire la lingua inglese. Porta con se momenti fantastici, e nuove amicizie.

Il racconto di Elisabetta: questa esperienza l’ha vissuta inizialmente con un po’ di timore, per via delle difficoltà che avrebbe incontrato con una lingua diversa, ma dopo aver capito come funzionava lo stile di vita si è adattata senza troppi problemi godendosi l’esperienza, ambientandosi, e approfondendo le conoscenze linguistiche, ovviamente non sono mancate le occasioni per scherzare e divertirsi tutti insieme e con la prof.Miraglies di inglese.

Lara era impaziente di visitare Brighton, conoscere la scuola e la famiglia che l’avrebbe ospitata. La host mum è stata molto gentile e la scuola invece era esattamente come se l’ aspettava, gli insegnanti  erano molto disponibili e gentili e le lezioni erano molto chiare. Questa esperienza l’ ha resa leggermente più socievole, riscoprendo nuove amicizie. Ha  imparato ad organizzare al meglio le tempistiche, con poco tempo a disposizione è importante organizzarsi bene soprattutto in città come Brighton piene di cose da esplorare. Ha imparato che nel mondo c’è molta diversità, bisogna saper accettare le persone senza giudicare troppo. Brighton è una città in cui ci sono tantissime personalità e stili di vita diversi. L’ha colpita la storia di (Zuska) una ragazza che li accompagnava ad esplorare Brighton. Dopo l’università ha iniziato a lavorare per Brighton Language College, è sempre stata molto radiante e positiva nonostante alcune volte il gruppo fosse abbastanza rumorosi.

Giacomo: è  partito con uno stato d’animo di ansia e agitazione essendo il mio primo viaggio all’estero senza i genitori, però si è divertito ed è riuscito ad approfondire la lingua inglese. Ha vissuto molto bene questa esperienza, portandosi a casa molta sicurezza e nuove visioni e modalità di pensiero.

I ragazzi hanno vissuto questa esperienza in modo rilassato,  lasciando da parte preoccupazioni, godendosi il viaggio-studio, che ha permesso loro di staccarsi dalla “vita quotidiana”, potendo così recuperare le “forze” mentali e fisiche logorate dall’intenso percorso scolastico.

Le giornate sono state ricche di attività di vario genere, a partire dalle escursione naturalistiche come la visita alla “Seven Sisters”, alle ore scolastiche utili a rafforzare l’utilizzo della lingua inglese, fino ad arrivare alle passeggiate in centro e alle attività ricreative come “Laser Game” o “Bowling”.

Da questa esperienza hanno avuto delle svolte personali che hanno  cambiato di molto la loro visione come il fatto di essere lontani da casa, in un paese che parla una lingua diversa, conoscendo la cultura locale e capendone il “perché”, fino al consolidarsi dei rapporti tra i ragazzi o il crearne di nuovi.

SCOPRI DI PIU’
SULL’ISTITUTO SUPERIORE
DI ENOGASTRONOMIA

Compila il form con i dati richiesti, il nostro staff è a disposizione per darti maggiori informazioni, per un incontro in sede e farti visitare l’Istituto Superiore di Enogastronomia

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio e deve essere un indirizzo email valido
Questo campo è obbligatorio
processing...

Richiesta in elaborazione

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE…

Top