Intervista ad Alessandra Breda, dopo il Corso la chiamata da Gualtiero Marchesi e i Campionati del Mondo di Sommellerie

“Quella materia sconosciuta – il Vino – è diventata da subito la mia passione. Oggi, dopo mesi di dedizione e duro lavoro, posso dire che il primo passo di un lungo cammino è stato fatto: sono il secondo sommelier de “Il Marchesino” e rappresenterò il Veneto ai Campionati del Mondo”.

ale_breda
Raccontaci di te, Alessandra…

Mi ritengo una persona estremamente ambiziosa, non mi accontento facilmente dei risultati raggiunti e questo mi spinge a non fermarmi mai, ponendomi sempre nuovi traguardi da conquistare.
Dopo qualche anno passato a lavorare come barista, ho deciso – quasi per sfizio – di testare le mie capacità cercando un secondo lavoro e approdando nella sala di un ristorante. Un anno dopo ero responsabile del locale, con onori ma anche – e soprattutto – oneri annessi.

Qualcosa mi diceva che probabilmente avrei potuto trarre grosse soddisfazioni da quel mondo, a patto però di approfondire la mia formazione dal punto di vista professionale. E qui il mio cammino si è intrecciato con quello dell’Accademia.

Perché fare un Corso Professionale per Sommelier?

Mentre ricominciavo a guardarmi attorno con l’obiettivo di fare un nuovo salto di qualità e dare una scossa al mio futuro lavorativo, continuavo ad imbattermi in moltissimi annunci che richiedevano figure in possesso del Diploma di Sommelier. Senza arrendermi, ma al contrario accogliendo questa “sfortuna” come una sfida, mi sono messa alla ricerca di qualcosa che potesse soddisfare questa mia nuova esigenza, ponendo solide basi per la mia carriera.

Ricordo che era il mese di Ottobre, vidi su Internet la presentazione del Corso per Sommelier di una scuola vicino a casa, già frequentata da qualche mio amico. Quella scuola era la DIEFFE. Mi informai, chiesi subito un colloquio personale per capire se quel percorso formativo poteva soddisfare le mie esigenze – ricordo che addirittura non partecipai nemmeno alla giornata di presentazione del corso – e mezzora dopo ero un’allieva iscritta a un vero e proprio Corso Professionale per diventare Sommelier!

Ero pronta ad investire parte dei miei risparmi per il Vino, una materia a me praticamente sconosciuta, un mondo per me ignoto, una professione a me estranea. Stavo chiedendo a me stessa ulteriori nuovi sacrifici, ma la speranza di un futuro professionale migliore mi dava la carica giusta per trascorrere le notti a studiare dopo le giornate passate a lavoro, per trovare il tempo necessario a far tutto, superando i test fino ad arrivare all’esame finale.

Il tuo bilancio sull’esperienza in Accademia?

È stato un anno fantastico. Quella materia sconosciuta è diventata da subito la mia passione, unita alle persone meravigliose che ho incontrato, le preziose conoscenze che ho acquisito, i limiti che ho ammesso e poi superato, le lacrime versate e i sorrisi di gioia.
Un anno pieno di vita!

E non per ultimo: lo stage. Un’esperienza più unica che rara.

Quale struttura hai scelto per la tua esperienza di stage e com’è andata?

Quando si frequenta la Scuola Superiore, lo stage è un assaggio al mondo adulto, un bel voto, una storia da raccontare ai compagni di classe. Ma fare un’esperienza simile quando si è cresciuti, quando si ha uno scopo preciso in mente, è ben diverso.
Hai la maturità necessaria per comprendere che c’è chi pagherebbe oro per essere al tuo posto, capisci che non sei l’unico e che ci sono molti altri come te che per tante altre svariate ragioni sono nella tua stessa situazione, e la scelta del luogo dove andrai diventa FONDAMENTALE.

La mia è stata davvero decisiva: a Venezia, in piena estate, presso il Ristorante e Wine Resort Venissa (una stella Michelin).

Le aspettative erano le migliori, la realtà poi si è rivelata piuttosto faticosa, ma ogni pezzo del puzzle è andato al proprio posto: è stata un’esperienza unica nel suo genere, fino a collimare nel mio presente.

bottiglieVenissa

Chi sei oggi e come è cambiata la tua vita?

Dopo aver finito lo stage, una delle più grandi soddisfazioni è arrivata circa un mese dopo: una proposta di lavoro da Gualtiero Marchesi, nel suo ristorante “Il Marchesino” adiacente al Teatro della Scala a Milano! Oggi, dopo mesi di dedizione e duro lavoro, a ventitré anni sono il secondo sommelier del ristorante, e posso dire che il primo passo di un lungo cammino è stato fatto.

Parlaci del Campionato del Mondo di Sommellerie

Quest’anno sono stata selezionata dalla Fondazione Italiana Sommelier come rappresentante della Regione Veneto ai Campionati del Mondo di Sommellerie.
Mentre ero a lavoro, ho ricevuto la chiamata di Mariucia Pelosato, allora Presidente FIS Veneto che ho avuto la fortuna di avere come mia docente al Corso in Accademia, la quale mi comunicava di essere stata scelta. La cosa mi ha colta totalmente di sorpresa, inizialmente non capivo nemmeno di cosa si trattasse. Ne ho parlato con il mio Maître (che mi ha seguito nella preparazione dell’esame finale per il Diploma di Qualifica di Sommelier e mi sta tutt’ora formando per la convocazione ai Mondiali) e ancora oggi non mi sembra vero di dovermi presentare a Roma per confrontarmi con altri colleghi e superare altri test: non ci crederò fino a quando non prenderò il treno a fine giugno!

Non me l’aspettavo perché non mi ritenevo la migliore studentessa in classe, ma evidentemente l’impegno ripaga. Credo che questo risultato sia dovuto all’aver fatto le scelte giuste, all’aver sfruttato al meglio le opportunità che mi sono state date, il tutto tenuto insieme dalla passione. Mi aspettano tanti altri giorni – e ore di sonno – da dedicare allo studio e alle esercitazioni, da far coincidere con un lavoro che mi impegna anche 12, 14 ore al giorno (mentre vi rispondo sono seduta a un tavolo del ristorante), ma del quale non potrei davvero più fare a meno!

ALESSANDRA HA FREQUENTATO IL CORSO PER LA QUALIFICA DI SOMMELIER

SCARICA SUBITO IL PROGRAMMA COMPLETO IN PDF del Corso

Compila il form e riceverai al tuo indirizzo email il programma dettagliato e il calendario delle lezioni del prossimo Corso Professionale per Sommelier

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio e deve essere un indirizzo email valido
Questo campo è obbligatorio
processing...

Richiesta in elaborazione

Top